Sentenza nº 3943 da Consiglio di Stato, 18 Luglio 2008

Data di Resoluzione:18 Luglio 2008
Emittente:Consiglio di Stato
 
ESTRATTO GRATUITO

art. 21

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale

Registro Ordinanza:/ 3943/08

Registro Generale:4492/2008

Sezione Quinta
composto dai Signori: Pres. Raffaele Iannotta
Cons. Filoreto D'Agostino
Cons. Claudio Marchitiello
Cons. Francesco Caringella Est.
Cons. Gabriele Carlotti

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

nella Camera di Consiglio del 18 Luglio 2008 .

Visto l'art.21, u.c., della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, come modificato dalla legge 21 luglio 2000, n. 205;

Visto l'appello proposto dal dott.:
LUIGI FERIALDI
rappresentato e difeso dall':
Avv. DOMENICO TOMASSETTI
con domicilio eletto in Roma
VIA PIERLUIGI DA PALESTRINA,19
presso
Avv. DOMENICO TOMASSETTI
contro
REGIONE LAZIO
rappresentata e difesa dall':
Avv. GENNARO TERRACCIANO
con domicilio eletto in Roma
PIAZZA DI SPAGNA 35
presso
Avv. GENNARO TERRACCIANO
LAZIODISU-AGENZIA DIRITTO DEGLI ST.UNIVERSITARI PER IL LAZIO
rappresentata e difesa dall':
Avv. STEFANO VARONE
con domicilio eletto in Roma
VIA DEI PORTOGHESI, 12
presso
AVVOCATURA DELLO STATO
dott. PIERLUIGI MAZZELLA
rappresentato e difeso dall':
Avv. ANGELO CLARIZIA
con domicilio eletto in Roma
VIA PRINCIPESSA CLOTILDE, 2
presso
Avv. ANGELO CLARIZIA

per la riforma dell'ordinanza del TAR LAZIO - ROMA :Sezione I TER n. 1330/2008 , resa tra le parti, concernente DESIGNAZ.DIRETT. GEN.LAZIODISU-AGENZIA PER IL DIRITTO AGLI ST.UNIV. PER IL LAZIO ;

Visti gli atti e documenti depositati con l'appello;

Vista l'ordinanza di reiezione della domanda cautelare proposta in primo grado;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di:
LAZIODISU-AGENZIA DIRITTO DEGLI ST.UNIVERSITARI PER IL LAZIO
MAZZELLA PIERLUIGI
REGIONE LAZIO

Udito il relatore Cons. Francesco Caringella e udito , altresì, per le parti gli avvocati D.Tomassetti, G.Terracciano e l'Avv.to dello Stato Di Palma e A.Clarizia;

Ritenuto, quanto alla giurisdizione, che sussiste la giurisdizione del Giudice Amministrativo, in ragione della ricorrenza di una procedura ad evidenza pubblica ai sensi dell'art. 17 Legge Regione Lazio n. 25/2003;

Ritenuto in ordine al fumus, che ritenuta fondata la censura tesa a stigmatizzare la carenza di qualsivoglia ,motivazione idonea a sorreggere la designazione finale in relazione alla specifica idoneità del candidato individuato al fine di soddisfare le esigenze organizzative ed operative dell'ente.

Ritenuto, infine che, sussiste l'interesse strumentale del ricorrente all'accoglimento dell'istanza cautelare...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA GRATUITA