Oggi il coronavirus. Usa, Omicron nel 95% dei nuovi casi. In Francia, contagi da record: 271.686 in 24 ore

Omicron si sta diffondendo rapidamente. In Italia sono in aumento le domande di vaccinazione obbligatoria. Dibattito sulla ripresa delle scuole la prossima settimana

Usa, Omicron rappresenta il 95% dei nuovi casi

La variante Omicron è responsabile del 95% delle nuove infezioni da coronavirus. Questa la stima dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc).

Brasile, 18.759 nuvoi casi e altre 175 vittime in un giorno

Il Brasile ha registrato 18.759 casi di infezione da Covid nelle ultime 24 ore, oltre a 175 decessi. Lo ha annunciato il ministero della Salute.

Calcio: Barcellona, anche presidente Laporta positivo al Covid

Il Barcellona ha annunciato stasera che il presidente Joan Laporta è risultato positivo al coronavirus. Il club numero uno del Blaugran, che oggi si è recato alla Ciutat Esportiva per il test, da ieri ha contatti diretti con persone che hanno testato positivamente il Covid. Il Barça ha quindi dichiarato che “non viaggerà con la squadra a Linares mercoledì o a Granada sabato prossimo e sarà isolato, secondo le autorità sanitarie”. Il club aggiunge che “il presidente sta bene e senza sintomi. Il primo vicepresidente Rafael Yuste è risultato negativo alla PCR, ma nel caso non si recherà a Linares mercoledì con la prima squadra di calcio.

Conte, governo ha dovere di spiegare situazione in modo chiaro e trasparente

“Il governo ha il dovere di spiegare l’attuale situazione epidemiologica in modo chiaro e trasparente, spiegando le ragioni e gli obiettivi che vorremmo raggiungere con eventuali nuove misure restrittive, al fine di poter mantenere un forte rapporto di fiducia e garantire il pieno coinvolgimento dei cittadini”. Quindi Giuseppe Conte sul monte M5S. «Infatti tra poche settimane è atteso il quinto Decreto Legislativo, e questo crea un po’ di confusione e la sensazione che i nuovi sacrifici che verranno imposti ai cittadini potrebbero non essere commisurati ai benefici attesi, anche perché la soglia per i cittadini vaccinati è già alto.” : l’89% dei vaccinati con la prima dose e l’86% con la seconda se si tiene conto della popolazione vaccinata. La puntualità delle informazioni serve anche a prevenire l’insorgere di nuovi punti di sfiducia, e quindi l’insorgere di resistenze tra la popolazione”.

Biden, scuole devono restare aperte, i ragazzi sono al sicuro

“Le scuole devono restare aperte” perché qui “i nostri figli sono al sicuro”. Lo ha affermato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden in un briefing della Casa Bianca sulla risposta alla pandemia di coronavirus, esortando gli americani a vaccinare i propri figli. Parlando esattamente a quei “” che non hanno ancora vaccinato i propri figli, per favore vaccinali. Fallo per loro. Questo è il modo migliore per proteggerli. E a chi ha figli troppo piccoli per essere vaccinato dico: proteggili associandoti con le persone vaccinate. E assicurati che indossino le mascherine in pubblico”. Biden ha anche aggiunto che “in questa fase non crediamo che Omicron sia più pericoloso per i bambini rispetto alle varianti precedenti”. Il presidente Usa ha poi ricordato “The American Emergency Plan, che ho firmato a marzo, che fornisce agli stati 130 miliardi di dollari specificamente dedicati alla sicurezza degli studenti e al mantenimento delle scuole aperte”.

Biden, pillola antivirale può cambiare corso pandemia

La pillola antivirale di Pfizer “potrebbe avere il potenziale per alterare in modo significativo il corso di una pandemia”. Lo ha affermato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden durante un briefing con la sua squadra alla Casa Bianca in risposta alla pandemia. Da qui la decisione di raddoppiare l’ordine della pillola antivirale da 10 milioni a 20 milioni di dosi.

Il Belgio elimina la quarantena per i vaccinati

In Belgio, le persone che sono state vaccinate doppiamente per meno di cinque mesi o che hanno già ricevuto una dose di richiamo saranno esonerate dalla quarantena a seguito di un contatto ad alto rischio e non avranno più bisogno di essere testate in assenza di sintomi. Lo hanno deciso oggi i ministri della salute federali e regionali del Belgio in una conferenza interministeriale sulla salute pubblica. Le nuove norme entreranno in vigore lunedì 10 gennaio. Anche le regole per i soggetti positivi stanno cambiando: l’isolamento dura dai 10 ai 7 giorni per i pazienti asintomatici e quelli con sintomi lievi. Per i soggetti parzialmente vaccinati (nessun richiamo o ultima dose da più di cinque mesi) o non vaccinati che sono in contatto con una persona positiva, la quarantena viene mantenuta per 7 giorni per il primo e 10 giorni per il secondo. Domani, invece, dovrebbe essere presa una decisione per modificare le regole della scuola.

Casa Bianca, raddoppiato ordine pillola antivirale Pfizer

L’amministrazione Biden ha raddoppiato l’ordine per la pillola antivirale Pfizer Paxlovid contro il coronavirus, che è passato da 10 milioni a 20 milioni di dosi. La Casa Bianca ha twittato, spiegando che l’annuncio sarebbe stato fatto dal presidente Joe Biden. “I tablet verranno consegnati nei prossimi mesi e hanno dimostrato di ridurre drasticamente i ricoveri e i decessi per Covid-19”, scrive la Casa Bianca.

Covid: Olanda, il lockdown non ferma Omicron

Nonostante il blocco, l’aumento delle infezioni non si ferma nei Paesi Bassi, in gran parte a causa della variante Covid-19 di Omicron che oggi domina il Paese. C’è stato un aumento del 35 per cento dei nuovi casi di infezione negli ultimi sette giorni, secondo l’Agenzia sanitaria nazionale, e l’incidenza in sette giorni è salita a 635 casi ogni 100.000. residenti. Due settimane fa, quando l’ultimo lockdown è stato imposto alla maggior parte delle attività commerciali e meno importanti, al settore dell’ospitalità e agli eventi sportivi e culturali, il numero dei nuovi contagi è diminuito drasticamente. Le attuali restrizioni dovrebbero scadere il 14 gennaio e le scuole dovrebbero riaprire la prossima settimana.

Costa, tutelare medici da conseguenze pazienti che rifiutano cure

“Serve un intervento per tutelare quei medici che da due anni sono in trincea e al fronte, anche contro chi rifiuta le cure, perché poi ci possono essere “conseguenze legali e altre” ed è inaccettabile che possano cadere sul medici stessi”. Lo afferma il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ospite del Tg4, chiamato a commentare alcuni casi di persone che, giunte in ospedale con una lettera di un avvocato, si sono rifiutate di sottoporsi alle cure.

Francia, 271.686 contagi in 24 ore

Nuovo record di infezioni in 24 ore in Francia, 271.686 secondo il quadro francese di sanità pubblica. Il ministro della Salute Olivier Véran ha parlato con gli eurodeputati “poco meno di 300.000” poche ore fa. Per la prima volta da mesi il numero dei pazienti Covid ricoverati (20.186) supera i 20.000, quasi 600 in più rispetto a ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva e terapia intensiva sono 3.665, 11 in più rispetto a ieri. Oggi sono stati registrati 297 decessi. Più di 25,5 milioni di francesi hanno ricevuto una dose di richiamo, 51.833.129 di persone hanno il programma vaccinale completo.

Governo conferma, rientro a scuola 10 gennaio

Nonostante le resistenze di varie regioni, il governo è orientato a confermare il ritorno a scuola dal 10 gennaio del prossimo anno, senza apportare modifiche al calendario delle vacanze. Lo confermano fonti governative all’Adnkronos. Oggi, sul tema della scuola, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha incontrato a Palazzo Chigi il commissario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, i ministri dell’Istruzione e della Salute Patrizio Bianchi e Roberto Speranza.

Spagna, altri 2.433,94 casi ogni 100mila abitanti

La Spagna ha registrato un tasso di infezione di 2.433,94 casi di Covid ogni 100.000 abitanti.

Lazio, dal 7 gennaio 27 drive-in per gli studenti

Il monitoraggio dei contatti verrà ampliato per includere 27 voci disponibili per gli studenti a partire dal 7 gennaio. È possibile effettuare la prenotazione sulla piattaforma (https://prenot-drive.regione.lazio.it/main/home) con tessera sanitaria e indicazione della scuola. Lo rende noto l’Assessorato alla Salute della Regione Lazio.

Focolaio in azienda nel bolognese, riconosciuto come infortunio

“Lo ha riconosciuto l’Inail e, a seguito di un contenzioso avviato dalla Cgil, gli infortuni sul lavoro hanno coinvolto tutti i dipendenti Fiac Compressori di Sasso Marconi che sono stati contagiati a febbraio e marzo 2021”. Lo riferisce la Fiom Cgil bolognese che, insieme al patrocinio Inca, ha sostenuto la tesi che se si sviluppa un’infezione sul posto di lavoro, l’Inail deve considerarla un infortunio. Come è successo all’azienda bolognese, dove qualche mese fa è stato costituito un cluster di 50 persone positive al Covid.

Come sottolinea il sindacato, si tratta di un grande risultato perché «la qualificazione del periodo come infortunio, e non come malattia, prevede una tutela aggiuntiva dei lavoratori dal punto di vista contrattuale, eventuali trattamenti post-contagio, e il riconoscimento della all’indomani di un “evento”.

Per saperne di più: Lavoro, tutte le novità sulla manovra 2022

A Rimini 500 infermieri a rischio sospensione

La quarta ondata in Romagna non prevede nemmeno sconti per il personale medico. Gli ospedali devono far fronte a una carenza di infermieri, molti dei quali sono costretti a tornare a casa per la quarantena. E ci sono molti che non seguono la profilassi vaccinale. La situazione è “critica”, soprattutto a Rimini, ha rivelato Nicola Colamaria, presidente dell’Ordine provinciale degli infermieri. «Siamo a livelli da preoccupare», dice contando i numeri: circa 500 suoi colleghi rischiano la sospensione perché non hanno ancora preso la terza dose, e 66 sono già stati sospesi perché io non l’ho fatto. anche preso il primo. “La carenza è notevole, ed è certamente esacerbata dalla sospensione degli infermieri non vaccinati e di quelli che sono a casa per aver contratto il virus”, spiega il presidente.

Per ridurre ulteriormente la forza lavoro, convertire il personale medico, ad esempio in parte addetto alla fabbricazione di tamponi.

Calcio, Napoli: Mario Rui positivo, in 5 ora hanno il covid

Anche Mario Rui ha il covid. L’esterno portoghese Napoli ha segnato positivo nel girone di tamponi a cui è stata sottoposta la squadra azzurra. Positivo anche il giocatore della Primavera Boffelli. Rui, che non giocherà a Torino perché squalificato, è regolarmente vaccinato e sta assistendo a un periodo di isolamento che potrebbe essere negativo. Nella lista dei positivi si aggiunge l’esterno del Napoli, che questa mattina ha aggiunto Kevin Malcuit alla lista di Osimhen, Lozano ed Elmas. Ecco perché cinque giocatori del Napoli sono malati. Positivi anche un membro dello staff tecnico e un magazziniere.

Mario Rui. Foto di Alessandro Garofalo / LaPresse

Australia richiama in servizio infermieri positivi

Diversi infermieri positivi al Covid-19 sono stati chiamati in servizio, in violazione dei protocolli sanitari, presso ospedali del New South Wales, Australia, a seguito di un fallimento organizzativo dovuto alla mancanza di personale a causa della diffusione massiccia della variante. che ha messo in isolamento circa 2.500 operatori sanitari a Sydney. Lo riporta The Guardian, che riporta di aver ricevuto denunce da infermieri, avvisati di aver avuto contatti con colleghi infetti.

L’appello di reparto verrebbe emesso sotto forma di comunicazione informale e verbale, a condizione che gli operatori positivi siano asintomatici e utilizzino dispositivi di protezione individuale. Tuttavia, secondo varie testimonianze, citate anche dal Guardian, gli infermieri avevano in alcuni casi sintomi evidenti, con tosse e raffreddore, e avrebbero potuto prestare servizio anche in reparti non Covid.

Johnson, possiamo superare Omicron senza chiudere Paese

Abbiamo la possibilità di cavalcare l’onda dell’Omicron senza chiudere il Paese “, ha affermato il primo ministro britannico Boris Johnson in una conferenza stampa. “Potremmo trovare un modo per convivere con il Covid-19”, ma le prossime settimane saranno “difficili”, ha aggiunto. Johnson insegnerà domani al governo che il Paese dovrebbe “continuare con il Piano B senza altre restrizioni”. Le misure includono l’uso delle mascherine, il lavoro intelligente ove possibile e i pass super green per consentire l’ingresso in determinati luoghi. Il Primo Ministro ha quindi annunciato che dal 10 gennaio circa 100.000 lavoratori essenziali sarebbero stati sottoposti a test giornalieri per Covid-19.

Boris Johnson in una conferenza stampa a distanza. (Foto: Jack Hill / PISCINA / AFP)

Gran Bretagna, il premier Johnson: «Pandemia non è finita ma niente lockdown»

I 218.000 contagi da Covid studiati oggi nel Regno Unito, anche includendo alcuni test dei giorni precedenti, dimostrano che la pandemia non è ancora finita e che chi pensa di essersi “sbagliato profondamente”. Lo ha detto il premier Boris Johnson in un briefing, aggiungendo però che l’Omicron sembra essere più leggero della variante precedente e che questo, se combinato con i vaccini, riduce il numero dei casi gravi: con i ricoveri ospedalieri in aumento in modo significativo, ma molto inferiore. precedenti ondate in terapia intensiva. Da qui la decisione di non imporre restrizioni diverse da quelle attuali e di non “chiudere il Paese”.

Il primo ministro britannico Boris Johnson. (Steve Parsons / Pool tramite AP, file)

Gemellini in terapia intensiva a Chieti

Due gemelli, di appena 27 giorni, risultati positivi al Covid-19 con sintomi respiratori, sono stati ricoverati in ospedale di prima mattina in isolamento nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’ospedale di Chieti. Entrambi hanno difficoltà respiratorie iniziali: sono seguiti e assistiti dai neonatologi del reparto operativo guidati dal Prof. Diego Gazzolo. I neonati venivano alla “SS. Annunziata «perché la madre si sentiva molto male e preoccupata, si è recata al pronto soccorso dove sono stati accuditi i bambini e ha fatto i primi esami, a cominciare da un test per l’infezione da Covid-19, che ha dato esito positivo.

Le condizioni dei gemelli sono monitorate da vicino, ma al momento non sembra essere particolarmente inquietante. Il contagio potrebbe essere avvenuto in ambiente domestico visto che anche il padre aveva il virus. La famiglia vive in provincia di Chieti.

Belgio acquista 20mila dosi di pillole Merck e Pfizer

I tablet Covid di Pfizer e Merck stanno arrivando in Belgio. Le autorità belghe ei due colossi farmaceutici hanno raggiunto un accordo per l’acquisto di 10.000 dosi di ciascuno dei farmaci antivirali, per un totale di 20.000 dosi. Questo è quanto riporta la stampa locale. La data di consegna non è stata ancora annunciata e il prezzo contrattuale concordato è riservato. Data la modesta quantità a disposizione, i due farmaci non saranno – almeno inizialmente – prescritti dal medico di base o reperibili in farmacia, ma saranno utilizzati negli ospedali e somministrati a pazienti anziani con patologie pregresse.

Francia, sotto osservazione nuova variante nel sud

Identificata a inizio dicembre dalle équipe mediche dell’ospedale di Marsiglia, una nuova variante di origine africana si osserva in Francia, soprattutto nel sud del Paese, nonostante il numero molto ridotto di casi finora individuati, per un totale di 12 casi. nel paese. Al momento è impossibile stimare il suo potenziale pericolo. Molti sono i dubbi sulla validità della variante, denominata B.1.640.2, individuata nel reparto ospedaliero responsabile del controverso professor Didier Raoult, detto il “padre della clorochina”, che con questo prodotto ha curato i suoi pazienti Covid. Accusato davanti a un comitato etico, Raoult è ora in pensione.

L’unico studio preliminare della nuova variante è uno studio – non ancora convalidato dalle istituzioni scientifiche – condotto da medici di Marsiglia, che affermano che la variante ha 46 mutazioni e 37 immunosoppressioni, 23 delle quali si trovano su una proteina spike. Si tratterebbe della sottovariante B.1.640, individuata in Francia a fine ottobre ma già isolata in Congo a fine settembre.

Per saperne di più: Covid, arriva il Camerun: cosa sappiamo della nuova variante “particolarmente vigilata”.

In 100 ad open day vaccinale 5-11 anni nel Napoletano

Circa 100 bambini hanno aderito oggi alla vaccinazione Sars Cov-2 Open Day per la fascia di età dai 5 agli 11 anni a Torre Annunziata (Napoli). L’iniziativa, realizzata dall’ASL Napoli 3 Sud in collaborazione con gli assessori del Comune di Oplontyna in materia di salute, politiche sociali e politiche giovanili, guidati da Francesco Longobardi, Luigi Cirillo e Luis Refuto, si è svolta nel quarto Circolo educativo Cesaro. Circa 100 bambini hanno ricevuto la prima dose, assistiti non solo da operatori sanitari ma anche da membri dell’associazione “Red Clown Nose Therapy”.

In Grecia record di 50.126 casi, mai così tanti da inizio pandemia

In Grecia sono stati segnalati 50.126 nuovi casi di Covid-19, mai così tanti dall’inizio di una pandemia. I contagi registrati nelle ultime 24 ore superano anche il record del 31 dicembre, quando sono stati segnalati 40.560 contagi. In calo, invece, il numero dei morti: 61 contro i 78 di ieri.

Tamponi ad Atene, Grecia. REUTERS/Costa Baltas

Gran Bretagna, per la prima volta oltre 200mila contagi

I contagi da Covid registrati nel Regno Unito in 24 ore sono saliti a 218.724, il picco assoluto dall’inizio della pandemia e per la prima volta oltre 200.000, ora in gran parte alimentati dalla variante Omicron. Lo conferma – su un totale di oltre 1,7 milioni di test – il dato giornaliero, che mostra, al contrario, a un livello stabile di non più di 48 decessi registrati, ma rivela anche un balzo del numero totale di ricoveri ospedalieri di oltre 14.000. duemila in più rispetto a ieri. Per quanto riguarda i vaccini, le terze dosi raggiungono il 60% della popolazione sopra i 12 anni e il 75% di quella eleggibile (ovvero tutta la popolazione sopra i 18 anni).

A Londra, i volontari stanno distribuendo tamponi rapidi forniti dal governo. (Foto: Tolga Akmen / AFP)

Omicron: faq Iss, efficacia alta booster dopo 14 giorni

L’efficacia dei vaccini contro la variante Omicron ha mostrato una maggiore efficacia contro la malattia sintomatica due settimane dopo la dose di richiamo, paragonabile o leggermente inferiore a quella contro Delta. Lo studio, che non è stato ancora esaminato scientificamente, ha mostrato anche una perdita di efficacia nel ciclo di base per il ricovero, sebbene in misura minore rispetto alla malattia sintomatica. L’Istituto Superiore di Sanità (Iss) scrive delle FAQ pubblicate sul sito. Anche i test basati sulla PCR esistenti rilevano l’infezione da Omicron. A causa della mutazione, molti anticorpi monoclonali perdono la loro efficacia.

Per saperne di più: Terza Dose, ecco chi può farla dai 12 anni in su

In Campania 12.058 nuovi casi, superati 8.500 morti da inizio pandemia

Sono 12.058 i nuovi casi di Covid-19 in Campania ieri sulla base di un’analisi di 118.047 test. Il bollettino odierno dell’Unità di Crisi della Regione Campania elenca 15 nuovi decessi, di cui 12 avvenuti nelle ultime 48 ore e 3 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. Con questi 15 nuovi decessi, il numero totale dei decessi correlati al Covid-19 in Campania dall’inizio della pandemia ha superato le 8.500 (8.510 in totale). In Campania sono 57 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva (3 in meno rispetto a ieri) e 781 pazienti Covid ricoverati nei reparti ospedalieri (31 in più rispetto ai dati pubblicati ieri).

Calcio: Bayern falcidiato dal Covid, altri 7 sono positivi

Il Covid-19 non risparmia il Bayern Monaco. Il club di maggior successo in Germania, l’attuale capolista della Bundesliga, è uno dei più colpiti nelle ultime settimane del 2021. Il Bayern ha annunciato i risultati positivi di Kingsley Coman, Corentin Tolisso, Omar Richards, Leroy Sané, Manuel Neuer, Dayot Upamecano e il vice allenatore Dino Toppmoeller. I test sono stati effettuati ieri sul gruppo a squadre, dopo che i giocatori sono rientrati dalle vacanze. I giocatori impegnati si uniscono a Nianzou e Lucas Hernandez. Il campionato tedesco ricomincerà con il match tra i bavaresi e il Borussia Moenchengladbach, in programma venerdì 7 gennaio alle 20.30.

Corentin Tolisso. (Foto: FRANCK FIFE / AFP)

Boom di casi in Calabria, 1.905 nuovi positivi e 7 morti

Finora in Calabria sono stati effettuati 1.704.388 tamponi (+13.194). Rispetto al giorno precedente, 116.747 persone sono risultate positive al coronavirus (+1.905). Sono i dati giornalieri sull’epidemia di Covid-19 riportati dal Dipartimento di Prevenzione della Regione Calabria. Sette morti sono state registrate nelle ultime 24 ore.

Positivi i reali di Svezia, hanno sintomi lievi

Il re Carlo XVI Gustavo di Svezia e la regina Silvia sono risultati positivi al Covid-19. Lo ha annunciato il palazzo reale in una nota. “Il re e la regina che sono stati vaccinati con le tre dosi hanno sintomi lievi e stanno bene”, si legge nella nota.

Non si sa dove e quando la coppia reale sia stata infettata, ma i funzionari hanno detto che stavano cercando di rintracciare i contatti. La notizia arriva dopo che i funzionari sanitari svedesi hanno annunciato che il 30 dicembre il paese ha registrato un nuovo record giornaliero di 11.507 nuove infezioni. Il precedente record giornaliero di 11.376 casi è stato registrato più di un anno fa alla fine di dicembre 2020.

reali di Svezia. ANSA/REGIS DUVIGNAU/FUORI PISCINA MAXPPP

Calcio: Psg, anche Donnarumma positivo al Covid

In aumento i giocatori positivi al Covid-19 per il Paris Saint Germain: dopo Messi, Bitumazali, Bernat, Sergio Rico e Danilo Pereira, il club ha annunciato oggi anche l’atteggiamento positivo del portiere Gianluigi Donnarumma.

Gianluigi Donnarumma. (Foto: FRANCK FIFE / AFP)

Starbucks, personale vaccinato o tampone settimanale

Starbucks chiederà a tutti i suoi dipendenti di sottoporsi a vaccinazioni o tamponi una volta alla settimana. Di conseguenza, la catena di caffetterie americane soddisfa i requisiti dell’Autorità per la sicurezza e la salute sul lavoro, che richiede un vaccino o un tampone per le aziende con più di 100 dipendenti. Il provvedimento riguarda 228.000 lavoratori che dovranno fornire la prova della vaccinazione entro il 10 gennaio. Il buffer settimanale è invece a carico di tutti coloro che lo realizzano e deve essere vigilato. “Capisco che i nostri partner abbiano un ampio spettro di opinioni sulla vaccinazione, così come il resto del paese”, ha scritto John Culver, Presidente e COO, in una lettera ai dipendenti. Come ogni capo, è mia responsabilità fare tutto il possibile per tenerti al sicuro e creare l’ambiente di lavoro più affidabile possibile.

Per saperne di più: Verso un Super Green Pass al lavoro Split Party: Draghi cerca di evitare le lacrime

AstraZeneca, un anno fa somministrata prima dose

Un anno fa, nel Regno Unito è stata somministrata la prima dose del vaccino Oxford/AstraZeneca contro il coronavirus. Il ministero della Salute britannico Sajid Javid ne fa menzione su Twitter, ricordando che il Regno Unito è stato il primo paese al mondo a somministrare il vaccino. “Da allora, circa 2,5 miliardi di dosi sono state somministrate in tutto il mondo in oltre 170 paesi, salvando vite e combattendo una pandemia in tutto il mondo”, si legge nel tweet. Nel Regno Unito sono stati somministrati 50 milioni di vaccini Oxford/AstraZeneca. Il ministero dice che è ora di una dose di richiamo.

Francia, quasi 300.000 contagi in 24 ore

Non siamo lontani da 300mila contagi in un giorno”: lo ha detto al Parlamento il ministro della Salute Olivier Véran.

Cina, ieri 95 casi locali a Xi’an

Ieri a Xi’an, capitale della provincia dello Shaanxi nella Cina nord-occidentale, sono stati rilevati 95 casi di Covid-19 con trasmissione locale. Lo ha annunciato oggi l’amministrazione comunale. Durante l’ultima epidemia del 9 dicembre in città sono stati registrati 1.758 casi locali. Delle nuove infezioni, 78 sono risultate positive durante la quarantena, mentre una è stata rilevata dai test molecolari nelle comunità. Dei 1.758 pazienti in totale, 18 sono guariti, sette in condizioni critiche e 16 in condizioni critiche. Il resto sono casi moderati e lievi.

Premier Israele, quarta dose aumenta anticorpi di 5 volte

Uno studio israeliano ha scoperto che una quarta dose di Covid ha aumentato di cinque volte gli anticorpi entro una settimana dalla somministrazione. Lo ha riferito il primo ministro Naftali Bennett, citando una ricerca preliminare. “Una settimana dopo l’iniezione della quarta dose, sappiamo con maggiore certezza che è sicura ed efficace: il numero di anticorpi in una persona vaccinata aumenta di cinque volte”, ha detto Bennett ai giornalisti mentre lasciava il laboratorio dello Sheva Medical Center. .

Giani, obiettivo Toscana 100mila tamponi al giorno, solo con sintomi

In Toscana “stiamo aumentando il livello dei “tamponamenti” e “vorremmo arrivare a quota 100.000. tamponi al giorno, “ma” dico ai cittadini di andare a farsi il tampone se si hanno dei sintomi, non solo per sicurezza, come mi ha detto qualcuno”. Così il presidente della Toscana, Eugenio Giani, oggi a Firenze in conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza sanitaria. “Cercheremo anche di eliminare quelle tasche assorbenti che si sono formate per motivi occasionali”, ha aggiunto Giani.

Lombardia: 300 corse Trenord soppresse oggi, 170 i dipendenti contagiati

300 le corse dei treni in Lombardia gestite dalla compagnia Trenord sospese oggi causa Covid, il doppio rispetto a ieri e il triplo rispetto alla scorsa settimana, secondo gli ultimi dati aggiornati dalla compagnia. Il numero dei dipendenti in quarantena, compresi macchinisti e conduttori, è passato da 120 a 170. L’azienda rileva anche l’aumento delle gare in programma per questa settimana, circa 2.070, rispetto alle 1.800 della scorsa settimana, che facevano parte del calendario delle ferie.

Giorgio Armani cancella le sfilate di alta moda, «Troppi contagi»

A causa del Covid, la sfilata uomo Emporio Armani e Giorgio Armani autunno inverno 2022/23 è in programma a gennaio e la sfilata Haute Couture primavera estate 2022 Giorgio Armani Privé è in programma a gennaio, durante la settimana della moda uomo di Milano e la settimana dell’alta moda rispettivamente a Parigi. La decisione, racconta Giorgio Armani, è stata presa “a malincuore dallo stilista, dopo un’attenta considerazione vista l’aggravarsi della situazione epidemiologica” in Europa. La sfilata resta, come ha più volte dichiarato lo stilista, “un momento fondamentale e insostituibile, ma la tutela della salute e della sicurezza dei colleghi e della società è ancora una volta una priorità”.

Draghi vede Bianchi, Speranza e Figliuolo su scuola

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi riceve a Palazzo Chigi i ministri dell’Istruzione, Patrizio Bianchi e della Salute, Roberto Speranza, e il Commissario per le Situazioni di Emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo. Al centro dell’incontro il tema del ritorno in classe e le regole sul contagio nelle scuole, come si apprende.

In Spagna scuola riparte in presenza dalla prossima settimana

In Spagna, le scuole e le università riprenderanno la prossima settimana le lezioni in presenza. Il ministro della Salute Carolina Darias ha affermato che la decisione è stata presa all’unanimità dal governo centrale e dalle comunità autonome. Il ministro ha affermato in conferenza stampa che l’alto tasso di vaccinazione ha impedito un gran numero di pazienti gravemente malati durante la nuova ondata di Covid-19 rispetto ai picchi precedenti.

Covid in gravidanza non danneggia sviluppo neurologico bimbo

L’esposizione a Covid-19 in utero non influisce sullo sviluppo neurologico del nascituro, tuttavia i bambini nati durante una pandemia possono avere uno sviluppo delle capacità sociali e motorie leggermente inferiore a 6 mesi di età rispetto a quelli nati prima della pandemia. Lo rivela uno studio della Columbia University Irving Medical Center, pubblicato su Jama Pediatrics, che analizza i risultati dei test di monitoraggio dello sviluppo per 255 bambini nati al Morgan Stanley Children’s Hospital e al New York Allen Hospital tra marzo e dicembre 2020. il tempo ha superato quelli nati prima della pandemia, indipendentemente dal fatto che le loro madri avessero o meno il Covid-19 durante la gravidanza. “I bambini nati da madri che hanno infezioni virali durante la gravidanza hanno un rischio maggiore di deficit dello sviluppo neurologico, quindi abbiamo pensato di rilevare alcuni cambiamenti nel neurosviluppo dei bambini le cui madri hanno contratto il Covid durante la gravidanza”, afferma Dani Dumitriu della Columbia University Vagelos College of Physicians e Chirurgów, il primo autore dello studio. “Siamo rimasti sorpresi di non trovare assolutamente alcun segno che l’esposizione uterina a Covid fosse associata a deficit dello sviluppo neurologico”.

Germania sale incidenza per sesto giorno consecutivo

L’incidenza del virus Covid 19 torna per il sesto giorno consecutivo in Germania, raggiungendo 239,9 nuovi contagi settimanali ogni 100.000 abitanti. Questo è ciò che annuncia il Robert Koch Institute. In particolare, il virus cresce nei Länder settentrionali, finora risparmiati dalla quarta ondata di corvidi. L’incidenza più alta della federazione tedesca è stata registrata a Brema (516,4) e ad Amburgo (390,2), entrambe al di sopra della media federale. Nella regione di confine danese dello Schleswig-Holstein, la variante omicron domina il resto, ha affermato il presidente della regione Daniel Guenther. Oggi si riunisce un consiglio governativo di esperti per affrontare il tema di un’ipotetica riduzione dei tempi di quarantena a fronte della diffusione dell’omicron.

Vaccini: Costa, entro fine febbraio completato ciclo terze dosi

“Se fossimo in grado di mantenere il ritmo di 500.000 dosi al giorno significherebbero 15 milioni di vaccini al mese, e dato che 20 milioni di cittadini hanno già ricevuto il richiamo a febbraio/marzo, potremo finire la terza dose”. Lo ha affermato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a margine di una visita all’ospedale Covid di Sanremo. «Se possibile andrebbero potenziati i centri di immunizzazione – ha aggiunto – per cercare di accorciare i tempi, anche perché nelle ultime due settimane c’è stato un buon aumento delle prime dosi, in media di circa 50mila. giorno. Una cifra importante, perché se venisse mantenuta o aumentata significherebbe circa un milione e mezzo di vaccinati in più in un mese, contro circa cinque milioni che ancora non sono coperti.’

In Germania violenze a cortei anti-restrizioni

La polizia tedesca ha denunciato diversi incidenti violenti avvenuti durante manifestazioni contro le restrizioni nel paese. I manifestanti nella città orientale del Liechtenstein hanno morso un ufficiale e un altro ha tentato di rubare una pistola di servizio. Decine di migliaia di persone sono scese in piazza in dozzine di città tedesche in marce settimanali, che gli organizzatori hanno chiamato “passeggiate” nel tentativo di aggirare le restrizioni alle assemblee pubbliche. Contro-proteste si sono svolte anche in città come Rostock e Trier. regole di distanziamento sociale spingendo gli agenti a intervenire. Decine di persone sono state detenute, alcune delle quali hanno subito accuse penali o multe per aver violato le leggi anti-Covid-19.

In Brasile crociere sospese fino al 21 gennaio

A causa dei focolai di coronavirus identificati a bordo di varie navi, l’associazione brasiliana delle navi da crociera (Clia) ha annunciato che le compagnie hanno deciso di sospendere le loro operazioni in Brasile fino al 21 gennaio. Secondo il comunicato ufficiale, la sospensione ha effetto immediato per le nuove partenze e i turisti non potranno imbarcarsi fino al 21 del mese. Tuttavia, le navi attualmente in navigazione completeranno le loro rotte come previsto. La decisione arriva dopo che l’Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (Anvisa) ha chiesto il cut-off “urgente” e la sospensione delle operazioni su due navi (MSC Splendida e Costa Diadema) nel porto di Santos (San Paolo), dove decine di passeggeri hanno risultato positivo nei giorni scorsi al test Covid. Clia non ha ancora escluso una cancellazione totale dell’attuale stagione velica in Brasile (il Paese è appena entrato nella stagione estiva) dopo la fine del periodo di stallo. Secondo l’associazione, c’è troppa “incertezza nell’interpretazione e nell’applicazione dei protocolli operativi precedentemente approvati” dal governo federale.

Vaccini non inoculati e green pass falsi, arrestato medico ad Ascoli Piceno

Falsi passaggi verdi e dosi non vaccinate del vaccino. I Carabinieri della Questura di Ascoli Piceno hanno dato esecuzione all’ordinanza preistruttoria emessa da un giudice, su richiesta del pm, della custodia cautelare in carcere per un medico di base ascolano affiliato all’Asur. Ascoli Piceno Umberto G. Monti ha affermato in una nota che era stata contestata “l’ipotesi di appropriazione indebita di 120 dosi di vaccini ritirati dal centro vaccini Asur di Ascoli Piceno”, che l’accusa avrebbe respinto “non vaccinandoli”. di somministrazione di dosi di vaccino – domanda che si ritiene non completata – con il successivo rilascio da parte del Ministero della Salute di un pass verde per 73 persone.

Veneto, record oltre 16mila i nuovi positivi

Sono 16.602, nuovo record per la regione, nuovi contagi Covid registrati nelle ultime 24 ore in Veneto e 28 decessi. Lo riporta il bollettino della Regione. L’aumento dei casi è dovuto anche a un aumento dell’attività di tracciamento, con oltre 153.227 tamponi effettuati ieri. Il numero totale di persone infette dall’epidemia è iniziato a 686.879 e le vittime a 12.445. Attualmente, il numero di persone positive è 124.359. La situazione in ospedale è ora dura: il numero dei pazienti Covid ricoverati in area medica è salito a 1.366 (+50) e in terapia intensiva a 209 (+9), per un aumento giornaliero totale di 59.

J&J, booster efficace fino a 85% contro ricoveri con Omicron dominante

Il vaccino ricorda il Covid & amp; Johnson “è efficace fino all’85% contro il ricovero in Sud Africa quando domina l’Omicron”. La società lo ha annunciato sulla base dei nuovi risultati preliminari dello studio di fase 3b di Sisonke 2 in Sud Africa. Aumento di 41 volte degli anticorpi neutralizzanti e aumento di 5,5 volte dei linfociti T CD8 + contro il nuovo mutante. Il lavoro del South African Medical Research Council (Samrc) ha rilevato che il richiamo di J&J ha ridotto il rischio di ospedalizzazione per Covid tra gli operatori sanitari sudafricani dopo che Omicron è diventata la variante dominante. Durante i mesi dello studio (da metà novembre a metà dicembre), la frequenza di Omicron è aumentata dall’82% al 98% dei casi di Covid in Sud Africa, ha riportato la piattaforma Gisaid. Il secondo lavoro riportato da J&J è un’analisi separata della risposta immunitaria a vari regimi di vaccinazione, condotta dal Beth Israel Deaconess Medical Center (Bidmc), che ha mostrato come una dose di richiamo eterologa di Johnson & amp; Johnson in soggetti che inizialmente avevano ricevuto il vaccino Pfizer/BioNTech mRna (BNT162b2) ha generato un aumento di 41 volte delle risposte anticorpali neutralizzanti entro quattro settimane dopo una dose di richiamo e un aumento di 5,5 volte dei linfociti T CD8+ Omicron in due settimane.

Volano contagi in Alto Adige, mai così tanti

Ci sono contagi in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.309 nuovi casi, il valore più alto dall’inizio della pandemia. 87 su 1.325 tamponi PCR e 1.222 su 15.278 test antigenici sono risultati positivi. Dei casi attualmente positivi, solo il 9% ha più di 60 anni e il 41% ha tra i 20 ei 39 anni. Rimangono invece stabili i ricoveri con 84 pazienti Covid nei reparti normali (+0) e 19 in terapia intensiva (+1), mentre 57 (-1) sono ricoverati in cliniche private. 340 altoatesini erano considerati guariti. Il numero delle persone in quarantena raggiunge le 7.010 (+838 rispetto a ieri).

Musumeci, «su riapertura scuola decideremo nelle prossime 24 ore. Meno tamponi e più vaccini basta farsa»

“Nelle prossime 24 ore, decideremo per un papà. Il primo incontro si è svolto questa mattina alle 10.00, si attende che il governo centrale presenti le proprie valutazioni e poi si svolgerà la conferenza Regioni-Stato.’ Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Orleans, ha risposto alle domande dei giornalisti sul possibile rinvio del rientro a scuola dopo Natale e su un possibile appello al papà. “Dobbiamo guardare i dati dalla curva epidemiologica all’ultimo minuto”, ha aggiunto, “non dobbiamo fare progressi su una questione delicata come la scuola. Dobbiamo stare attenti”.

“I tamponi ci sono, è troppo comodo fare tamponi e dire che non sono un vaccino. Devo vaccinarmi, basta con questa farsa. Fatti vaccinare. Meno tamponi produciamo, più veniamo vaccinati. Così il presidente della Regione Siciliana, Musumeci, risponde ai giornalisti a Palazzo Orleans per la mancanza di forniture di tamponi.

Toti, obbligo vaccinale necessario

“I vaccini si sono dimostrati efficaci nel ridurre i decessi e i ricoveri. Basti pensare che abbiamo registrato 156 decessi negli ultimi due mesi del 2021 rispetto ai 1097 dello stesso periodo del 2020, sette volte meno. La variante Omicron, la più contagiosa di tutte, ha causato la diffusione dei casi positivi, ma la maggior parte dei liguri lotta con la malattia a casa, praticamente come se avesse l’influenza. La differenza è solo nel vaccino. Ritengo, quindi, che un obbligo di vaccinazione per il mondo del lavoro sia imperativo: il Paese non può più permettersi chiusure, né può essere tenuto in ostaggio da una chiassosa ma residuale minoranza che si ostina a sostenere posizioni antiscientifiche». Lo ha detto in un’intervista a La Nazione il presidente della Liguria e co-fondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti. “Dobbiamo trovare un modo per convivere con il virus, uscire dalla visione del Covid di una malattia devastante ed entrare nella fase endemica costruendo regole diverse”, conclude Toti.

Germania allenta restrizioni viaggio per Gb e 8 Paesi Africa sud

La Germania ha allentato le restrizioni di viaggio dal Regno Unito, dal Sud Africa e da altri sette paesi sudafricani che aveva imposto con l’arrivo della nuova variante del coronavirus Omicron. Nove paesi sono stati rimossi dall’elenco delle “aree con varianti del virus” e inclusi nelle “aree ad alto rischio”. Le compagnie aeree devono attenersi a regole e restrizioni rigorose per quanto riguarda il trasporto di passeggeri dai paesi del primo elenco, con l’obbligo di autoisolarsi per 14 giorni dopo l’arrivo, indipendentemente dallo stato di vaccinazione di una persona.

Pioniere vaccino Gb, il peggio è alle nostre spalle

Nonostante le epidemie globali su larga scala della variante Omicron, “il peggio (pandemia) è assolutamente dietro di noi, dobbiamo solo sopravvivere all’inverno”: Sir Andrew Pollard, professore di Oxford e luminare della virologia britannica che fu tra gli artefici della primo vaccino Covid, quello poi prodotto da AstraZeneca. Pollard – intervistato anche questa mattina da Sky – non disdegna “Omicron wide diffusion”; né il rischio che, pur con un tasso di ospedalizzazione 5 volte inferiore rispetto alle prime ondate di pandemia, possa mettere sotto pressione gli ospedali per diverse settimane. Tuttavia, osserva che le “infezioni gravi” sono ora “sotto controllo vaccinale”, somministrate nel Regno Unito a circa il 90% della popolazione di età superiore ai 12 anni e ora al 60% anche al livello della terza dose di richiamo.

L’Aic rinvia il decimo Galà del calcio

A seguito dell’emanazione del DPCM 24 dicembre 2021 n. 221 sul Covid-19 e al fine di tutelare la salute e la sicurezza di tutte le persone coinvolte, la decima edizione del Gran galà del calcio è stata posticipata. Lo ha annunciato l’Assocalciatori. Annullata anche la conferenza stampa di presentazione dell’evento, prevista per il 10 gennaio. In ogni caso, nel corso del mese sarà annunciata la rosa dei vincitori del Grand Gala Football 2021 e del marcatore in corsa per il premio ‘Vote for Goal’ per i migliori goal maschili e femminili della scorsa stagione. Tutti i premi verranno poi consegnati ai vincitori dall’AIC direttamente presso il nascondiglio dei rispettivi club. La 10° edizione si svolgerà a settembre del prossimo anno, con l’apertura della stagione di Serie A 2022/23 e la consegna dei premi per la stagione 2021/22.

Parma, Buffon positivo al Covid

Gigi Buffon è positivo al Covid. Lo rende noto il Parma Calcio in una nota, spiegando che “durante le prime procedure di screening richieste dal Club per ogni componente della squadra in relazione alla ripresa odierna dell’attività agonistica, c’è stato un atteggiamento positivo nei confronti del Covid-19”, il portiere. “Il giocatore”, prosegue la nota del club, “è già stato messo in isolamento, in linea con le direttive federali e ministeriali. Oggi, prima dell’allenamento, come da regolamento, verrà proiettato l’intero gruppo della squadra”.

New Delhi in lockdown sabato e domenica dopo aumento contagi

Le autorità di Nuova Delhi hanno imposto un ordine di blocco durante il fine settimana a causa di un’ondata di infezioni da coronavirus associate alla variante Omicron. I residenti dovranno rimanere a casa sabato e domenica, ad eccezione di fare scorta di beni di prima necessità come cibo o medicine, ha detto il vice primo ministro di Nuova Delhi Manish Sisodia. Tutti i dipendenti pubblici, ad eccezione di quelli che forniscono servizi di base, lavoreranno da casa. Tuttavia, il vicepremier ha sottolineato che poche persone sono gravemente malate, di cui 124 bisognose di ossigeno e sette con ventilatori.

Vaccini “buttati” e Green pass falsi, Cc arrestano medico

Falso in atto pubblico per 150 certificati di somministrazione del vaccino contro il Covid, cosa che non sarebbe avvenuta, ma che avrebbe consentito il rilascio di un Green Pass, ritenuto falso, per la vaccinazione di 73 persone. E’ una delle accuse mosse al GP Ascoli Piceno, d’intesa con Asura, arrestato oggi dai carabinieri della Questura di Ascoli Piceno su ordine di un gip anche per appropriazione indebita in relazione a 120 dosi anti-Covid ritirate ad Ascoli centro vaccinale, che secondo il pm Umberto Monti sarebbe bocciato da un medico senza vaccinarli.

Covid: Israele, «non puntiamo ad immunità di gregge»

“Non abbiamo una politica che mostri la resilienza della mandria. Non vogliamo che tutti vengano contagiati, Dio non voglia! Ecco un nuovo virus che non conosciamo abbastanza bene. Non sappiamo quali possano essere le sue conseguenze future”: il coordinatore israeliano della lotta al Covid, il prof. Samana Żarki. “Quindi è opportuno che andiamo tutti a vaccinarci, indossare maschere e proteggerci”. Nel frattempo, il numero dei contagi è in rapida crescita. Ieri erano oltre 10.000. ogni 220 mila tamponi.

Rinviata cerimonia inaugurale Procida Capitale italiana cultura 2022

La cerimonia di inaugurazione di Procida, capitale italiana della cultura nel 2022, è stata posticipata alla primavera. La cerimonia era prevista per il 22 gennaio, ma a causa dell’aumento dei casi causato dal Covid-19 e nel rispetto del divieto di assembramenti negli spazi aperti, la gestione della cabina Procida 2022, a cui partecipano congiuntamente il comune di Procida e la regione Campania, deciso di posticipare la cerimonia. “Il nostro obiettivo, spiega il sindaco di Procida Dino Ambrosino, è organizzare una cerimonia di apertura che coinvolga l’intera comunità, soprattutto giovani, giovani e bambini. Solo dopo aver confermato che la variante attualmente più diffusa è meno pericolosa potremo lavorare in tranquillità. Nel frattempo, spero che le famiglie colgano l’occasione per avere un vaccino per i più piccoli. Agostino Riitano, direttore di Procida 2022, aggiunge: “Siamo convinti che posticipare la cerimonia di apertura sia una scelta giusta e rispettosa.

Agenas, occupazione intensive al 15%, nelle Marche 21%

Il numero dei posti letto nel reparto di terapia intensiva occupato da pazienti Covid-19 è salito al 15% a livello nazionale, ed è aumentato nelle ultime 24 ore in 9 regioni: Friuli Venezia Giulia (17%), Lazio (17%), Marche ( 21%), Molise (5%), Provincia Autonoma di Bolzano (18%), Piemonte (18%), Puglia (7%), Sardegna (9%), Umbria (12%). Rimangono forti, ma ben al di sopra della soglia del 10% in Abruzzo (12%), Calabria (15%), Emilia Romagna (15%), Provincia Autonoma di Trento (24%), Sicilia (13%) e Toscana ( 15). %), Veneto (19%)

Israele, obiettivo non è immunità di gregge

“Non abbiamo una politica di infezione di massa. L’immunità di gregge non ha basi scientifiche. Si tratta ora di un’onda combinata, con una variante Delta ancora attiva di cui soffrono alcuni pazienti ricoverati. Lo ha affermato Salman Zarka, responsabile della risposta del governo israeliano alla crisi sanitaria del Covid-19, secondo il Times of Israel. Pertanto, Zarka ha smentito le voci secondo cui il governo dello stato ebraico stava perseguendo l’immunità di gregge nei confronti della popolazione, sostenendo che la speranza che una tale strategia non avrebbe soffocato gli ospedali non era scientificamente valida.

Agenas, in 17 regioni sale occupazione reparti,Val d’Aosta 45%

Aumentano i ricoveri di pazienti sintomatici Covid nei reparti ospedalieri. A livello nazionale, l’occupazione dei posti letto sale al 19% e in 24 ore aumenta in 17 regioni. Le situazioni più critiche, ben al di sopra della soglia del 15%, sono la Valle d’Aosta (45%, con un balzo del +9%), la Calabria (31%) e la Liguria (30%). In crescita anche: Abruzzo (+ 15%), Campania (18%), Emilia Romagna (17%), Friuli (24%), Lazio (17%), Lombardia (21%), Bolzano (17%), Piemonte (23%), Puglia (11%), Sardegna (11%), Sicilia (24%), Toscana (15%), Umbria (24%), Veneto (20%). Lo dimostrano i dati Agenas del 3 gennaio.

Banche: Abi, pandemia riprende, confermare misure garanzia

La pandemia sta riprendendo, i prezzi sono stretti e “non ci sono le condizioni per la ripresa”, quindi l’ABI chiede a Governo e Banca d’Italia di “confermare pienamente” le misure di emergenza anti-Covid introdotte dall’esecutivo nel 2020, in particolare il prestiti garantiti e garanzie pubbliche. E’ quanto hanno scritto Antonio Patuelli, presidente dell’Associazione Bancaria Italiana, e Giovanni Sabatini, amministratore delegato, in una lettera al presidente del Consiglio Mario Draghi, ai ministri competenti e al presidente della Banca d’Italia.

In Toscana 18.868 nuovi casi, tasso al 23,8%

In Toscana sono stati registrati in 24 ore 18.868 nuovi contagi da coronavirus, di cui 22.391 tamponi molecolari e 56.856 test rapidi. La percentuale di nuovi risultati positivi è del 23,81% (75,1% alla prima diagnosi). Lo ha annunciato il presidente della Regione, Eugenio Giani. Rispetto a ieri i contagi sono in forte aumento (era 6.952), a fronte di un numero molto maggiore di test (erano 27.639), e il tasso di positività diminuisce (era 25,15%).

La pillola antivirale Merck da oggi in Italia

La pillola anti-Covid Merck & Co è disponibile dal 4 gennaio in Italia. Lo ha annunciato il 30 dicembre l’agenzia farmaceutica italiana Aifa in una nota che annunciava l’approvazione da parte del suo CTS di questo farmaco antivirale orale e del farmaco antivirale remdesivir.

Nuovo record contagi e ricoveri in Australia, pressione su ospedali

Nuovi dati su infezioni e ricoveri in Australia, che fanno pressione su ospedali e centri di ricerca sul coronavirus. Il New South Wales ha registrato 23.131 nuove infezioni, più del record del giorno precedente di 22.577; ci sono stati 140 ricoveri e il tasso di positività al test è stato del 28%. Nuovo picco anche nel Victoria con 14.020 casi, più del precedente record di lunedì di 8.577; 516 persone ricoverate in ospedale, di cui 108 in terapia intensiva. L’Australia con nuovi casi di infezione ha superato i 500.000 casi di Covid-19.

Francia, figli del personale sanitario sempre a scuola

I figli degli operatori sanitari francesi potranno comunque frequentare le lezioni anche se le loro classi sono state chiuse a causa di infezioni da Covid-19, ha detto questa mattina il portavoce del governo Gabriel Attal. “Abbiamo programmato di accogliere i figli del personale medico in tutta la Francia”, ha detto a France Inter, “in modo che i loro genitori potessero continuare il loro lavoro”. In quel giorno sarà comunicato anche l’elenco esatto delle categorie idonee. Al rientro dalle ferie, le classi primarie di ieri sono soggette al nuovo protocollo sanitario, che prevede, tra l’altro, che le classi possano essere chiuse solo a partire da 3 casi di Covid e “a seconda della situazione, ad esempio in presenza, in un numero elevatissimo di casi”. Oltre a tale disposizione vige anche l’obbligo di sottoporre gli studenti a 3 diffamazioni entro 4 giorni in caso di esito positivo della classe.

Bassetti, «con Omicron percentuali da immunità gregge entro marzo-aprile»

“Ora c’è ipercircolazione virale” Sars-Cov-2 e “con la variante Omicron che diventerà dominante nelle prossime due o tre settimane che il 95% a cui puntiamo per l’immunità di gregge sarà raggiunto entro marzo-aprile”. Lo afferma Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, intervenuto all'”Agora” di Rai Tre. «Lo dico», spiega, «perché chi non viene vaccinato oggi sarà sicuramente contagiato nei prossimi tre mesi». Se è fortunato, avrà sintomi di raffreddore o aumento dell’influenza. Se non è fortunato, rischierà di andare in ospedale con la polmonite. In alcuni casi rischierà di andare in terapia intensiva e in altri andrà incontro alla morte”

Germania: occupazione +0,1% a novembre 2021

Nel novembre 2021 l’occupazione in Germania ha continuato ad aumentare, ma il numero dei dipendenti è rimasto al di sotto dei livelli pre-pandemia. Secondo i calcoli preliminari dell’Ufficio federale di statistica Destatis, nel novembre 2021 erano occupate circa 45,3 milioni di persone che vivevano in Germania. Dopo un aumento medio mensile di 50mila. persone, ovvero +0,1%, nel periodo marzo-ottobre 2021 il numero destagionalizzato degli occupati è aumentato di 37mila. (+0,1%) a novembre 2021 rispetto al mese precedente. Il numero degli occupati è ancora al di sotto dei livelli pre-crisi. Rettificato per fattori stagionali, il numero di dipendenti a novembre 2021 è diminuito dello 0,7%, ovvero 302.000, rispetto a febbraio 2020, un mese prima dello scoppio della crisi del Covid-19 in Germania. A febbraio 2021 la differenza ammontava a 739 mila. persone, ovvero 1,6%.

De Luca, «meglio riaprire scuola fra due o tre settimane»

“Papà? Ha evitato gravi danni alla salute e anche adesso la chiusura delle scuole sarebbe la scelta più utile per la salute e la formazione”. Lo ha affermato in un’intervista a La Stampa il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, convinto che fosse necessario trovare un “ragionevole” punto di equilibrio e che a partire dai dati sui contagi dei giovanissimi, “vale la pena fare le scelte giuste”, come “ritardare di due o tre settimane il rientro in classe, a almeno nelle scuole primarie e medie, e sviluppando un’ampia campagna vaccinale per la popolazione studentesca”. decisione di chiudere le scuole” spetta al governo, “ma” se le cose si fanno drammatiche, la Regione farà quanto riterrà necessario per tutelare la salute pubblica. “Inoltre, secondo il governatore, è” ragionevole” coinvolgere il vaccino come bene loro, sia perché l’infezione può colpire anche loro, sia per evitare qualsiasi forma di “discriminazione” tra i bambini ed effetti psicologici negativi”. Perché «sarebbe saggio, nel caso della chiusura breve di oggi, recuperare le giornate dedicate alla chiusura posticipata dell’anno scolastico».

Un momento di diretta campagna Facebook Il governatore Vincenzo De Luca

Zaia, scuole chiuse fino a febbraio se situazione peggiora

“Stiamo tutti tifando per il riavvio del 10 gennaio, ma se gli scienziati ce lo avessero consigliato, non sarebbe una tragedia rimandarlo all’inizio di febbraio”. Lo afferma il Corriere della Sera, il presidente del Veneto Luca Zaia, che con una decisione del genere spera in una “direzione nazionale”. «Ci ​​vuole onestà intellettuale per mettere in guardia i cittadini», argomenta il governatore, «se i dati epidemiologici peggiorano, è sul tavolo l’ipotesi del rinvio del rientro in classe». Il Veneto ha fatto quella scelta l’anno scorso, ricorda Zaia, “e così ci siamo salvati”. Il governatore presenta quindi al governo una proposta per “valutare l’attuazione dell’autoesame scolastico” distribuendo “autotest a tutti gli studenti una o due volte alla settimana”. In questo modo, spiega Zaia, “saremmo in grado di catturare i positivi prima che il contagio si diffonda”.

Cina, lockdown a Yuzhou dopo scoperta 3 casi asintomatici

Le autorità cinesi continuano la loro strategia “zero Covid” in vista delle Olimpiadi invernali, che inizieranno tra un mese. Da ieri sera, infatti, è stata chiusa la città di Yuzhou, città con quasi 1,2 milioni di abitanti, dove sono stati rilevati tre casi asintomatici. Come riportato dal Guardian, ai residenti è stato ordinato di rimanere al chiuso. In alcuni quartieri della città si può entrare ma non uscire, in altri non è consentito né l’uno né l’altro. A Yuzhou i trasporti pubblici sono stati sospesi e il traffico automobilistico è vietato, salvo misure di risposta alla pandemia. Tutti i negozi, le aree ricreative e ricreative sono stati chiusi. Possono operare solo le aziende che vendono prodotti necessari alla vita di tutti i giorni. Yuzhou si unisce a Xi’an nella provincia dello Shaanxi, dove il blocco è in vigore da settimane dopo che si sono verificati dozzine di casi di contaminazione. A Xian sono stati ordinati test di massa sulla popolazione e dozzine di dirigenti sono stati accusati di “lavoro preventivo inadeguato” a seguito dell’epidemia di Covid-19.

Usa: Starbucks a dipendenti, vaccino o test settimanale

Starbucks ha affermato che i suoi dipendenti statunitensi devono essere vaccinati completamente entro il 9 febbraio o fare il test settimanale. Il gigante del caffè con sede a Seattle ha dichiarato di agire in risposta all’Amministrazione per la sicurezza e la salute sul lavoro, che a novembre ha emesso un requisito di vaccinazione o test per le aziende con più di 100 dipendenti. Il requisito, che ha dovuto affrontare numerose sfide in tribunale, è stato confermato da una corte d’appello federale il mese scorso. Starbucks richiede a 228.000 dipendenti statunitensi di rivelare il proprio stato di vaccinazione entro il 10 gennaio. Se il dipendente sceglie di sostenere il test settimanalmente, dovrà pagare le spese. I lavoratori che supereranno il test potranno utilizzare il loro tempo retribuito in isolamento. Starbucks ha affermato che attualmente offre ai dipendenti due periodi di isolamento retribuiti, entrambi fino a cinque giorni ciascuno.

Unimpresa, assenza lavoro per quarantena non equiparata a malattia

“Nel caso dei lavoratori fragili non è stata estesa l’equazione tra assenteismo e degenza ospedaliera con relativa indennità, né è stata estesa la misura che equipara i lavoratori in quarantena alla malattia. Pertanto, con le nuove normative che prevedono per le persone in possesso di Green Pass aumentato di oltre 120 giorni (4 mesi) l’obbligo di sottoporsi a una quarantena di almeno 5 giorni, quindi una diffamazione con esito negativo al termine di tale periodo e per il non vaccinati con l’obbligo di quarantena di 10 giorni, questi lavoratori saranno rilevati a danno economico di aziende e lavoratori che oggi non sapranno se e chi dovrà pagare queste assenze”. Lo riferisce il Centro studi Unimpres. “Nonostante i dati sui contagi da Covid 19, continuano a crescere e, nonostante il prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 marzo 2022, qualcuno nel governo ha dimenticato ancora una volta la questione che la società quest’estate ha segnalato al ministro Orlando sull’equiparazione dell’assenteismo a quarantena alle malattie nel settore privato. Sembra rivivere un incubo, per questo si chiede al ministro del Lavoro di intervenire per chiarire questo aspetto, non precipitando nel caos di non più di 4 mesi fa, e poi risolto con grave ritardo tra i tanti disagi tra gli imprenditori. Non ci sono lavoratori di serie A e di serie B, solo una maledetta pandemia da cui tutti i lavoratori e le aziende vanno tutelati, commenta il consigliere nazionale Unimpres Giovanni Assi.

Sigarette in cambio di lattuga, Xi’an torna al baratto

Sigarette per la lattuga, detersivo per i piatti per le mele e persino Nintendo per un pacchetto di pasta. Nella metropoli cinese di Xi’an, messa in quarantena da 10 giorni a causa dell’epidemia di Covid, il cibo scarseggia ancora e 13 milioni dei suoi abitanti si sono rivolti al baratto. Lo riporta la BBC. I video pubblicati su Wiebo, il sito di microblogging più popolare della Cina, mostrano il commercio di materie prime negli ultimi giorni. I funzionari della città hanno fornito cibo gratuito alle famiglie, ma alcuni hanno riferito che le loro scorte stavano finendo o che non avevano ancora ricevuto aiuto. Video e foto sul social network Weibo mostravano persone che offrivano sigarette con qualche verdura, assorbenti in cambio di frutta e persino una console Nintendo Switch per un pacchetto di pasta e due panini, un tablet al posto del riso. “Le persone hanno finito il cibo qui e hanno iniziato a commerciare con i loro vicini”, ha detto a Radio Free Asia un residente della metropoli. “I cittadini sono tornati all’era del baratto: le patate vengono scambiate con bastoncini di cotone”, ha scritto un utente di Weibo, mentre un altro ha descritto la situazione come “un ritorno alla società primitiva”.

Francia, Parlamento sospende esame legge su pass vaccinale

L’Assemblée nationale francese ha inaspettatamente sospeso l’esame di un disegno di legge che trasformerebbe la tessera sanitaria in tessera delle vaccinazioni durante la notte e dopo otto ore di dibattito. Il testo, che doveva essere approvato oggi e presentato al Senato il giorno successivo – con una successiva entrata in vigore il 15 gennaio – è stato sospeso dopo che la maggior parte dei parlamentari dell’opposizione ha rifiutato di continuare la discussione votando per sospendere la riunione quando circa 500 emendamenti restava da considerare. “Lo scopo del pass vaccinale”, ha spiegato ieri il ministro della Salute Olivier Veran, “è salvare vite e proteggere i nostri ospedali. È una misura di responsabilità degna di un Paese che non si è mai arreso. Dobbiamo affrontare i nostri nemici, le varianti Delta e Omicron, mentre proteggiamo i francesi”.

Landini: vaccino obbligatorio per tutti

“Dall’agosto dello scorso anno” il sindacato chiede l’introduzione di un vaccino obbligatorio per i lavoratori, ma allo stesso tempo “riteniamo che tale obbligo debba essere esteso a tutti i cittadini del nostro Paese. Una recrudescenza del virus richiede che il governo si assuma la responsabilità. Parallelamente, deve essere avviata un’iniziativa di informazione che coinvolga tutte le parti interessate. Non ci sono alternative al vaccino. Ne ha parlato a Repubblica Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, che ha detto che l’obbligo limitato a chi si reca in fabbrica o in ufficio è “insufficiente”.

Cina, 3 casi a Yuzhou, 1,2 mln persone in lockdown

Le autorità cinesi hanno bloccato oggi circa 1,17 milioni di persone, l’intera popolazione della città di Yuzhou, nella provincia centrale di Henan, dopo che negli ultimi giorni sono stati rilevati tre casi di coronavirus. Ad oggi la città ha sospeso i trasporti pubblici – taxi compresi – e chiuso centri commerciali, musei e attrazioni turistiche. La Cina, che tra un mese ospiterà le Olimpiadi Invernali, ha registrato nelle ultime 24 ore 175 nuovi casi di Covid: cinque di questi sono stati rilevati nella provincia di Henan e 95 nella storica città di Xi’an (Cina). vicina provincia dello Shaanxi), che era stata chiusa per quasi due settimane, e otto a seguito di un’epidemia che ha coinvolto una fabbrica di abbigliamento nella città orientale di Ningbo.

Cile, zoo vaccina nove felini e un orangutango

Uno zoo di una città cilena ha vaccinato dieci animali, tra cui nove gatti, contro il coronavirus, il primo nel suo genere in tutta l’America Latina. Hanno ricevuto un siero speciale allo zoo di Buin, una piccola comunità appena fuori Santiago, una tigre del Bengala di tre anni di nome Charly, un orango di 26 anni di nome Sandai, insieme a tre leoni, altre due tigri e tre puma. I gatti e l’orango sono stati selezionati per questa campagna di vaccinazione sperimentale perché appartenenti a specie considerate ad alto rischio di contrarre il Covid: ieri hanno ricevuto tutti una seconda dose di un vaccino sviluppato appositamente per gli animali e non ancora disponibile in commercio. La prima dose è stata data loro il 13 dicembre. Finora, dozzine di animali dello zoo in tutto il mondo hanno contratto il virus, dai leoni a Singapore agli ippopotami in Belgio ai gorilla negli Stati Uniti. Molti zoo negli Stati Uniti hanno annunciato campagne di vaccinazione per i loro visitatori.

Zaia, test fai da te a studenti, così si frenano casi

“Chiedo al governo di valutare l’attuazione dell’autocontrollo scolastico, dal primo giorno del rientro fino alla fine della crisi, come fanno Israele e Regno Unito”. Lo dice Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, in un’intervista al Corriere della Sera. Per il governatore, l’autocontrollo deve essere “dotando a tutti gli studenti un kit di prova fai da te una o due volte alla settimana, che deve essere fatto in classe con colleghi e insegnanti, sempre su base volontaria. Sappiamo che i sintomi di Omicron compaiono entro 5 giorni: in questo modo, saremo in grado di catturare i positivi prima che l’infezione si diffonda”. Ma è “il CTS che determinerà l’età dell’autocontrollo”.

Omicron: tsunami in Usa, 1 milione di nuovi casi in 24 ore

Lo tsunami di Omicron colpisce gli Stati Uniti dopo una vacanza di fine anno. Solo lunedì si sono registrati oltre un milione di contagi, il doppio rispetto a quattro giorni fa e quattro volte in poco più di una settimana. I dati drammatici arrivano dalla Johns Hopkins University, secondo i rapporti di Bloomberg, che spiegano come i numeri possano anche essere sottovalutati, senza tener conto dei tanti americani che attualmente si affidano ai test anti-Covid autosufficienti. Ci sono state oltre 56 milioni di infezioni e quasi 830.000 vittime del virus negli Stati Uniti dall’inizio della pandemia. In Florida, uno degli stati meno restrittivi degli Stati Uniti, le infezioni sono aumentate del 948% in due settimane.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli sviluppi politici, economici e finanziari.

Thich Nhat Hanh, il famoso maestro di Zen – L’ultima ora, è morto

(ANSA) – ROMA, 22 GEN – Thich Nhat Hanh, monaco buddista Tuttavia, il vietnamita era considerato uno studioso zen di fama mondiale per decenni costretto all’esilio a causa dei suoi voti pacifisti. , muore al tempio nella sua terra natale, dove i tre tornato anni prima. La notizia della morte di un credente, che aveva 95 anni, è stata riportata da Plum Village, la cui organizzazione monastica si è diffusa in tutto il mondo, soprattutto in Occidente. Ha sofferto nel 2014 di un ictus che ha lasciato Thich Nhat Hanh nel 2018 paralizzato e incapace di parlare era tornato al tempio vietnamita di Tu Hieu, dove aveva 16 anni aveva iniziato i suoi studi. Negli anni ’60 e ’70, il suo impegno per la guerra si basava sull’addestramento sia del Vietnam che del Vietnam del Sud, oltre che degli Stati Uniti, ed è stato costretto a lasciare il Paese. Solo nel 2005 il governo federale gli ha concesso il permesso di tornare a casa per una visita. Un monaco buddista ha trascorso 39 anni in cattività. per stabilire una rete di monasteri Plum Village. Il più grande, nel sud-ovest della Francia vicino a Bordeaux, conta circa 200 monaci e monache e prima dell’epidemia di Covid ospitava migliaia di visitatori all’anno. Qui Thich Nhat Hanh trascorre la maggior parte del suo tempo quando non ha partecipato a Conferenze e altri eventi pubblici in tutto il mondo. Alcuni dei suoi monasteri web si trovano in Germania, Australia, Thailandia, Hong Kong e Stati Uniti. Thich Nhat Hanh è autore di circa 130 libri, di cui cento in inglese, dedicati al concetto di “consapevolezza”, prodotti nella pratica della meditazione. Una situazione che non porta all’isolamento, ma al contrario alla parte attiva del mondo. “Meditazione – ha detto – non fuggire dalla società, ma tornare da noi e vedere cosa succede. Una volta che lo vedi, ci deve essere azione. Con cautela sappiamo cosa dobbiamo e non dobbiamo fare nulla per aiutare”. (ANSA).

ATTENZIONE SALVATO © Copyright ANSA

Cambiamento climatico. Il piano francese

Il risultato è stata una strategia nazionale per affrontare il cambiamento climatico. La roadmap si basa su azioni concrete con interventi previsti anche nei fondi vino dell’OCM. È l’Italia?

La Francia interviene contro il cambiamento climatico. E lo fa sulla base di una realtà contingente che l’agricoltura e la viticoltura non possono più ignorare: nel 2050 l’effetto serra avrà modificato le condizioni di produzione, le caratteristiche organolettiche ei mercati di destinazione dei vini. Un discorso valido per tutte le latitudini ma che i francesi hanno scelto di affrontare con largo anticipo, raccogliendo frutti prima di altri paesi. Il consiglio enologico specializzato di France Agrimer, il Comitato nazionale dei vini Dop e Igp dell’Inao e l’Istituto francese della vigna e del vino (Ifv) hanno, infatti, portato a termine il lavoro collettivo, iniziato nel 2017, per stabilire una strategia nazionale. contro il cambiamento climatico. Il documento è stato presentato ufficialmente a fine agosto al ministro dell’Agricoltura francese, Julien Denormandie, e si basa, a sua volta, sul programma “Laccave”, lanciato nel 2012 su iniziativa dell’Inrae (Istituto nazionale per la ricerca agricola e ambientale ) che aveva coinvolto tra il 2017 e il 2019 più di 600 operatori di tutte le regioni vinicole francesi. L’intera filiera transalpina, quindi, fa tesoro di quanto appreso negli ultimi anni, comprese le vendemmie anticipate, il cambiamento delle caratteristiche dei vini, la modifica dei rese in vigna, guardando al futuro cercando di limitare i danni, a breve e lungo termine. È nata una roadmap, composta da un totale di 40 azioni (scelte e concordate su un totale di 800 proposte), distribuite in 7 macro-aree, che vanno dagli interventi sui metodi di produzione al rafforzamento della ricerca, dalle azioni sulle pratiche enologiche al ” utilizzo di materiali vegetali resistenti e adatti alle nuove condizioni ambientali.

Gli effetti sulla viticoltura francese

Lo scenario generale del cambiamento climatico è noto. Secondo le previsioni del Gruppo intergovernativo di esperti sull’evoluzione del clima delle Nazioni Unite, alla fine del 21° secolo assisteremo a un aumento della temperatura compreso tra 2 e 5 gradi Celsius, che si tradurrà in un diverso regime delle precipitazioni, in un diverso fabbisogno idrico per le colture e un aumento degli eventi estremi (ondate di calore e forti piogge). Negli ultimi decenni gli effetti sulla viticoltura francese sono stati molto evidenti: anticipazione delle fasi fenologiche (15 giorni in 26 anni a St. Emilion e Côtes du Rhône; 26 giorni in Alsazia), maggiore gradazione alcolica, bassa acidità delle uve, modifica dei profili aromatici e polifenolici. E nella lunga lista di annus horribilis che si è conclusa nel 2003 e nel 2006 con il caldo record, la primavera calda e secca del 2011, le gelate del 2012, l’estate piovosa del 2013, l’inverno estremamente (troppo) mite del 2015/16, la siccità del 2019 e le gelate del 2021. La strategia francese, di fronte a uno scenario critico come quello descritto dall’AIE, e che affronta la COP26, la conferenza delle Nazioni Unite sul clima che si svolge a Glasgow, punta a favorire un approccio innovativo che protegge le viti e impedisce lo spostamento dei vigneti su terreni più elevati o, peggio ancora, la deregolamentazione dei metodi e delle aree di coltivazione della vite.

Migliore conoscenza delle aree viticole

Lavorare sulla definizione dei parametri di resistenza e resilienza dei diversi suoli francesi, individuando indicatori specifici, può essere una soluzione in nome dell’adattamento della viticoltura alle nuove condizioni. Lo sviluppo della mappatura pedoclimatica (da condividere con le politiche urbanistiche dei Comuni), il più facile accesso al mercato fondiario, l’affermazione di una nuova ingegneria del clima sono strumenti concreti che la Francia intende mettere in atto per raggiungere questo obiettivo. La raccolta e la condivisione delle informazioni saranno essenziali. Per questo si tratta di allestire un insieme di stazioni meteorologiche per condividere i dati (pioggia, temperatura, umidità) e creare atlanti climatici nazionali e locali che consentano lo sviluppo di modelli previsionali di gelate, ondate di calore, in relazione al loro impatto sull’ambiente. . vigna e maturazione dell’uva. Attualmente uno dei modelli più avanzati è VitiData, una piattaforma informativa (mista pubblico-privato) condivisa dai viticoltori aquitani basata sulla viticoltura di precisione che accompagna i produttori nell’anticipare le strategie di sviluppo e difesa.

Azioni sulle condizioni di produzione

Ipotizzando che, nella peggiore delle ipotesi, la temperatura in Francia sia destinata a salire in media tra 3,4 e 5,3 gradi entro il 2100, sarà necessario intervenire su una migliore gestione delle risorse idriche sulla base di scelte colturali che limitino la scarsità d’acqua bypassando l’irrigazione , come la gestione della chioma e l’ombreggiatura (strategies sèches). Contestualmente il piano francese prevede la realizzazione di punti di accumulo idrico, con micro-barriere nelle zone montuose. C’è, nel piano inviato al Ministero, l’importante apertura alla modifica e semplificazione della disciplina sull’irrigazione, ora vietata dal 15 agosto fino alla vendemmia per le uve da vino e dal 1 maggio fino alla vendemmia (salvo eccezioni) per le uve Dop . Inoltre, la ricerca e sviluppo devono essere orientate anche a definire gli effetti dei cambiamenti climatici sulle pratiche colturali, sulle caratteristiche analitiche e sensoriali, per consentire alle aziende di prendere decisioni adeguate in merito alla tipologia di coltivazione. Va da sé che i disciplinari dei vini di qualità dovranno adeguarsi.

Promuovere materiali vegetali adeguati

Alla base della coltivazione della vite c’è la scelta del materiale vegetale. Operazione ritenuta fondamentale nel piano francese sui cambiamenti climatici in viticoltura, che fornisce un aiuto economico attraverso le misure di innovazione e investimento dell’OCM del vino alle aziende che intendono sperimentare nuovi vitigni o che devono estirpare quelli testati con esito negativo; Allo stesso tempo, le fasi di ristrutturazione dei vigneti devono favorire anche colture più adatte ai cambiamenti climatici. Alla base ci saranno le regole, le procedure e le scadenze per l’inserimento di alcune varietà nel Catalogo Nazionale dei Viti, che si effettua presso il Ministero delle Politiche Agricole. Guardiamo, in particolare, alle cosiddette Vifa (varietà di interesse per l’adattamento) che, prima di essere approvate, sono oggi testate per un minimo di dieci anni, limitate a 10 varietà per DOP e coltivate dalle aziende per un massimo di 5% della superficie totale.

Le pratiche enologiche per contenere il titolo alcolometrico

Mosti più ricchi di zucchero e vini a più alta gradazione alcolica. L’effetto del cambiamento climatico sulla cantina è evidente, ma le pratiche enologiche (basate sul regolamento UE 934/2019) possono limitare i danni. Senza alterare la definizione di vino, e mantenendo in vigore le regole definite dal Codice delle pratiche viticole dell’Oiv, la Francia mette sul tavolo la possibilità di dealcolizzare i prodotti vitivinicoli oltre quanto previsto dalle leggi vigenti, che prevedono un limite di 20 % di riduzione della gradazione alcolica del prodotto. Il nocciolo della questione è proprio questa percentuale, che la filiera transalpina – come si legge nel piano presentato alle istituzioni – vorrebbe superare, tenuto conto del forte aumento della gradazione alcolica dovuto al cambiamento climatico, che ovviamente determina uno squilibrio nei vini.

Altro nodo è l’acidificazione dei mosti, che corregge l’insufficienza di acidità naturale causata dall’eccesso di calore in vigna e dalla non corretta maturazione delle uve. La Francia, nel suo piano, ritiene necessario allentare le regole europee in materia.

Evoluzione dei mercati e intelligenza artificiale

Non c’è dubbio che tra le conseguenze del cambiamento climatico c’è l’aumento della variabilità della quantità di vino prodotto, oltre che della sua qualità. Per questo la filiera francese ritiene fondamentale che le aziende adottino strategie difensive. La prima è una nuova organizzazione del lavoro, che impedisce ai lavoratori di esporsi al sole nelle ore calde, che prevede dispositivi di protezione individuale, lavoro notturno, introduzione della robotica nei vigneti e intelligenza artificiale.

Un’altra importante operazione è quella di collegare gli aiuti dell’OCM alla stipula di contratti di assicurazione climatica multirischio, ma anche di promuovere l’assistenza reciproca tra i viticoltori in caso di calamità naturali, modificando la disciplina per garantire che il viticoltore non colpito possa aumentare i raccolti e dare uva al prossimo che l’ha perduta. Infine, è previsto un sostegno finanziario per l’installazione di dispositivi antighiaccio, antigrandine o per ridurre l’impatto della siccità.

Ricerca, sviluppo, formazione: una road map

Il mondo della ricerca scientifica dovrà viaggiare con in tasca una roadmap che gli permetta di supportare il settore vitivinicolo in questa sfida. La Francia, in particolare, pensa a progetti di ricerca partecipata che coinvolgano imprese, consumatori, enti pubblici e territoriali. Gli sforzi per il settore della ricerca e sviluppo dovrebbero portare alla realizzazione di un piano climatico per la filiera vitivinicola sul modello del Piano nazionale sull’impoverimento del vigneto. In particolare, il settore vitivinicolo chiede che il cambiamento climatico sia inserito come primo criterio prioritario nei bandi dei Fondi Casdar su innovazione e sviluppo rurale, finanziati dalle stesse aziende in percentuale del reddito annuo, attraverso le Camere dell’Agricoltura. Le istituzioni sono già in movimento. Inrae e Ifv hanno rinnovato l’alleanza decennale che mira ad adattare i vigneti ai cambiamenti climatici, basata sulla rete Inrae (programma Laccave 2.21) ed è attiva anche la rete delle Camere dell’Agricoltura e degli Istituti Agrari, attraverso un contratto oggettivo, insieme al Ministero dell’Agricoltura per migliorare l’adattabilità dei sistemi agricoli.

Attenuare l’impatto ambientale riducendo la Co2

La riduzione dei gas serra è uno dei compiti dell’industria vinicola francese che, nel suo piano nazionale, pone tra i suoi obiettivi il cosiddetto sequestro di carbonio nel sottosuolo, basato su un minor impatto ambientale. Per raggiungere questi obiettivi, lo sviluppo di indicatori di impronta di carbonio è fondamentale. L’individuazione delle pratiche che hanno il maggior impatto sul clima (a livello di filiera, regione vinicola, singola azienda) deve essere accompagnata da obiettivi di riduzione della CO2 a breve termine, cioè cinque anni. Il calcolo dell’uso dell’acqua (impronta idrica) è una delle azioni complementari. Ciò attiverebbe una serie di agevolazioni e incentivi, previsti dal marchio “low carbon”, concessi dal Ministero per la Transizione Ecologica. Non è tanto un label di prodotto quanto un progetto che permetterebbe, ad esempio, a un gruppo di viticoltori dediti alle pratiche di riduzione dei gas serra, di ottenere il label di Stato e, quindi, accedere a crediti e concessioni nel cosiddetto carbon market . , che premia i progetti virtuosi per il clima e l’ambiente, offrendo una sorta di certificazione verde per attrarre potenziali finanziatori. Inrae, attraverso l’iniziativa “4 per 1000”, promuove già pratiche sostenibili che favoriscono il sequestro del carbonio nel sottosuolo: dall’apporto di materia organica all’utilizzo del sovescio, dalla oliatura delle andane alla cura del vigneto perimetri, a cominciare da siepi e buche. Tra le proposte, c’è quella di valutare l’evitare l’aratura del suolo. Sul fronte tecnologico, anche le macchine agricole dovranno ridurre il consumo di combustibili fossili. Secondo il piano della filiera vinicola francese, questo può essere fatto privilegiando i motori elettrici e la robotica, come sta accadendo ora con la rete di aziende sperimentali pe Appartenente al marchio Digifermes. Allo stesso tempo, la formazione e la consapevolezza dei viticoltori e il mio urinare sull’impronta di carbonio del diserbo meccanico.

Risparmio energetico e fondi Ocm

Da un punto di vista strutturale, l’esigenza più sentita è quella di incentivare gli investimenti per la ristrutturazione o la realizzazione di edifici isolati, a basso consumo energetico e idrico, alimentati da energia solare. Il sostegno agli studi di architettura e design potrebbe derivare anche dall’istituzione di specifici corsi di formazione sull’edilizia sostenibile. Aziende e istituzioni francesi stanno valutando se intervenire nell’Ocm vino: “La misura di investimento”, si legge nel piano, “dovrebbe essere utilizzata per finanziare solo edifici ecosostenibili”. Infine, le cantine dovranno cambiare le pratiche quotidiane: dall’installazione di pannelli fotovoltaici e contatori ad hoc, attraverso l’utilizzo di bottiglie più leggere, materiali ecologici, tappi naturali e cartone, alla progettazione di sistemi di confezionamento a basso impatto di carbonio. Ad esempio, la distribuzione dei vini al bicchiere in imballaggi ecologici adatti al circuito Horeca, l’utilizzo di botti (come quelle prodotte dalla francese Ecofass) al bag in box.

La Francia del futuro

Quaranta azioni concrete contro il cambiamento climatico, dunque, volte a cambiare l’approccio della Francia che, ancora una volta, come spesso accade, vuole anticipare il momento dell’azione, confermandosi all’avanguardia nell’anticipare le tendenze, a cominciare dal settore vitivinicolo L’Italia, dal canto suo, si appresta a definire, attraverso il Mipaaf, il proprio protocollo nazionale di sostenibilità in viticoltura, attraverso decreti applicativi (LINK Articolo Loredana su tre coppe). Anche qui l’eterno duello tra i due grandi leader mondiali si preannuncia particolarmente aspro.

Sono 40 le azioni urgenti in 7 ambiti

LIVE Covid – 179mila nuovi contagi. Controlli all’Atalanta: posticipata la partenza per Roma

Dal 2 febbraio accesso illimitato, ma con mascherina e certificazione green. Espn non invia missionari ai Giochi di Pechino. Tutti gli atleti statunitensi che parteciperanno alle Olimpiadi sono stati vaccinati

Dal 2 febbraio accesso senza limiti, ma con la mascherina e la certificazione verde. La Espn non manda inviati ai Giochi di Pechino. Vaccinati tutti gli atleti Usa che andranno all’Olimpiade

21 gennaio 2022 | 08:32

Bologna, De Silvestri positivo

– Milano

Empoli, nuova positività

(modificato il 22 gennaio 2022 | 08:24)

Atalanta, partenza rimandata

Il Bologna comunica che a seguito dei test effettuati è stato rilevato il positivo Covid-19 del calciatore Lorenzo De Silvestri.

Da lunedì 4 Regioni in arancione

L’Empoli comunica che i test condotti hanno evidenziato la positività al Covid-19 componenti del gruppo della squadra.

Salernitana, un nuovo positivo

Il club nerazzurro ha posticipato la partenza per Roma, dove domani alle 20.45 è in programma la partita contro la Lazio, in attesa di ulteriori verifiche sul girone (risultati tamponi attesi per domani mattina). Ecco il comunicato dell’Atalanta.

Bollettino: +179 mila nuovi contagi

Altre quattro Regioni in arancione: da lunedì cambiano colore per Piemonte, Friuli Venezia-Giulia, Abruzzo e Sicilia aggiungendosi così alla Valle d’Aosta. Invece, Puglia e Sardegna passano dal bianco al giallo

Serie B, un positivo nella Cremonese

Gli Stati Uniti. La Salernitana comunica che a seguito dei tamponi effettuati oggi, un altro giocatore è risultato positivo al Covid-19. La società segnala anche che due giocatori sono stati negati.

Serie C: calo positivi da 491 a 98

179.106 nuovi contagiati nelle ultime 24 ore sulla base dei 1.117.553 tamponi eseguiti (tasso positivo 16,0%) 171.565 guariti. +9 terapia intensiva. 373 morti, -174 ricoveri ospedalieri.

Iervolino: “Difficile che si giochi”

La Cremonese ha annunciato un nuovo caso di positività. Domenica una squadra grigiorossa affronterà il Lecce in Via Del Mare.

Nessun inviato Espn a Pechino

Secondo i dati presentati dalla Lega Pro, in Serie C il 99,6% degli atleti è stato vaccinato, o con il ciclo vaccinale già iniziato, e solo lo 0,4% no. Da 491 positivi si è passati a 98, con un numero elevatissimo di “negativi” (393). “Se oggi ai vaccinati mancano solo 6 giocatori e 4 componenti dei gironi delle squadre significa che c’è stata molta consapevolezza – ha spiegato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli – Siamo come se la Lega avesse spinto in questa direzione, perché era l’unico modo per tutelare la salute e, allo stesso tempo, per riprendere a giocare”.

Pechino 2022: tutti gli atleti Usa vaccinati

Il presidente della Salernitana Paolo Iervolino ha dichiarato: “in questo momento è difficile per Napoli-Salernitana giocare, tra oggi e domani si vedrà con i tamponi finali. Gli aspetti positivi sono nell’elenco principale? Sì, però potrebbero andare in negativo stasera o domani mattina”.

Francia: stadi aperti al super green pass

Espn ha deciso di non inviare giornalisti ai Giochi di Pechino a causa dell’aumento dei casi di Covid in tutto il mondo e della rigida politica cinese su coloro che risultano positivi. Il vicepresidente esecutivo dell’emittente statunitense Norby Williamson, capo dell’evento e delle produzioni in studio di ESPN, ha affermato che la rete aveva pianificato di inviare quattro giornalisti in Cina, ma che ora si unirà a un gruppo più ampio che copre le Olimpiadi a distanza.

L’ufficiale medico capo della delegazione olimpica statunitense ha affermato che tutti gli oltre 200 atleti che si sono recati a Pechino per i Giochi invernali del mese prossimo sono completamente vaccinati e nessuno ha chiesto l’esenzione medica.

Johnny Depp sarà Luigi XV di Francia: annunciate il nuovo film della star!

Dopo essere stato bandito dalla saga di Animali fantastici, Johnny Depp è finalmente pronto a tornare in gioco in Europa con un nuovo film basato sulle azioni del re Luigi XV di Francia, in cui sarà il protagonista principale.

Secondo quanto riportato dalla stazione radio francese LCI, Johnny Depp ha firmato per interpretare il ruolo di Luigi XV in un nuovo film attualmente proiettato dallo sceneggiatore e regista Maiwenn: la produzione in Francia dovrebbe iniziare a luglio. La data di uscita e i dettagli del progetto non sono stati ancora annunciati, ma con le riprese che inizieranno la prossima estate, c’è la possibilità che il progetto venga rilasciato nel 2023, possibilmente sul divano di Cannes.

Negli ultimi mesi, Johnny Depp è stato oggetto di una serie di accuse di molestie sessuali durante una causa contro la sua ex moglie Amber Heard. La sua carriera si è bloccata da allora, con Mads Mikkelsen chiamato a sostituirlo a causa del ruolo di Grindelwald nel franchise di Harry Potter e dell’immersione di molti altri lavori. Per chi non la conoscesse, Maiwenn è un’attrice francese che ha vinto un premio come regista: è nota soprattutto per il suo film Polisse del 2011, candidato a diversi Cesar e premiato dalla giuria al Festival di Cannes. Il suo film più recente è DNA, uscito nel 2020.

Sei felice che Johnny Depp sia pronto per tornare in gioco? Diteci nei commenti! A proposito: hai letto le velenose parole di Brian Cox su Johnny Depp?

Fiorentina, dalla Francia: terzino a parametro zero

Dalla Francia arriva un percorso di mercato che la Fiorentina seguirà per la prossima estate.

Secondo quanto riportato dal sito francese footmercato.net, gli scout del mercato viola hanno rimesso nel mirino Colin Dagba, il PSG.

Destro classe 1998, il suo contratto in scadenza il prossimo giugno avrebbe rifiutato il trasferimento al Saint-Etienne perché non vuole trasferirsi a metà stagione. In questa prima parte di stagione calcistica solo due presenze, ma l’anno scorso con il club di Mbappé ha collezionato 33 presenze complessive.

Su di lui ci sono tante squadre europee, ma la Fiorentina, che lo ha già seguito nei mercati precedenti, potrebbe tornare in posizione se si rendesse conto che non potrà tenere Odriozola nel caso non si trovasse l’accordo con il Real Madrid.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO & gt; & gt; & gt; Fiorentina, un altro attaccante italiano: è un duello con il Milan

Ti potrebbe interessare anche..

Quali giocatori Sniperare?

Per fare un esempio, ad inizio stagione è stato possibile sniper campioni con cifre eccellenti: Douglas Costa a 15k, Willian a 10k, Bergwijn a 20k, Hakimi a 15k, Martial a 60k e Theo Hernandez a 10k. Si tratta di prezzi ridicoli, che sicuramente aumenteranno presto.

Come mettere sul mercato i giocatori di FIFA 21? Per vendere un giocatore nella modalità Ultimate Team di FIFA, vai alla scheda ROSE, fai clic sulla casella ROSA ATTIVO, scegli il giocatore da vendere e seleziona l’opzione METTI SUL MERCATO.

Quando è meglio comprare giocatori FIFA 21?

Ogni settimana in FIFA 21, i prezzi di mercato in modalità FUT 21 sono più bassi da domenica sera a lunedì, quando prosegue la prossima sessione Squad Battles e termina la FUT Champions Weekend League: questo è il momento migliore per andare. acquisti nel mercato di FUT 21.

Quando scendono i prezzi su FIFA?

Spesso le carte più utilizzate nelle FUT Champions Finals (ex Weekend League) subiscono oscillazioni di prezzo, in quanto vengono vendute durante la settimana (generalmente tra domenica e lunedì) e riacquistate in prossimità dell’inizio della Weekend League (tra giovedì e venerdì).

Quando conviene vendere su FUT 21?

Tenendo conto della premessa fatta all’inizio dell’articolo (ovvero che questa teoria è generalmente valida e non tiene conto delle varie SBC che influiscono sul mercato), possiamo dire che il giorno migliore per vendere giocatori su FUT 21 è il venerdì mattina o comunque. fino alla fine del WL.

Come trovare giocatori da Sniperare?

Per trovare i giocatori da cecchino, ti consiglio di fare una semplice ricerca su Google (es. € œgiocatori da cecchino FIFA 20 dicembre 2019â€).

Quali giocatori Sniperare FIFA 21?

Ecco i migliori giocatori da catturare all’inizio di FIFA 21:

  • Richarlison – 10k.
  • Diego Carlos – 10k.
  • Willian – 10k.
  • Douglas Costa – 15k.
  • Klostermann – 10k.
  • Bergwijn – 20k.
  • Hakimi – 15k.
  • Theo Hernandez – 10k.

Quando Sniperare?

Quando ha senso cecchino? Fare il cecchino non è mai una cattiva idea, intendiamoci. Questo può essere fatto in qualsiasi momento quando abbiamo del tempo libero da dedicare alla costruzione del nostro team FUT.

Quali giocatori Sniperare FIFA 21?

Ecco i migliori giocatori da catturare all’inizio di FIFA 21:

  • Richarlison – 10k.
  • Diego Carlos – 10k.
  • Willian – 10k.
  • Douglas Costa – 15k.
  • Klostermann – 10k.
  • Bergwijn – 20k.
  • Hakimi – 15k.
  • Theo Hernandez – 10k.

Cosa vuol dire Sniperare su FIFA?

Per chi non conoscesse già il lessico di Ultimate Team, chiariamo subito una cosa. “ Sniping ” è un’attività che consiste nel tenere sotto controllo il mercato FUT per poter acquistare un giocatore al prezzo più basso possibile.

Quando finisce il mercato estivo 2021?

Il mercato estivo terminerà alle ore 20 di martedì 31 agosto 2021. Tuttavia già dal 24 maggio era possibile depositare gli accordi preliminari relativi alle operazioni di mercato.

Che cosa significa comprare un calciatore?

Un free agent è la stessa cosa: non ha rinnovato il contratto con la sua società e può essere acquistato a parametro zero da un’altra società.

Cosa significa un prestito oneroso per un giocatore? Quando la società, che riceve provvisoriamente il giocatore, paga solo lo stipendio per i mesi in cui indossa la maglia, si parla di “prestito a titolo onerosoâ€. Se, invece, l’atleta continua a percepire sempre gli emolumenti dalla prima squadra, questo è il caso del “prestito gratuitoâ€.

Cosa significa comprare un calciatore?

m. – Espressione comunemente usata per indicare l’acquisizione gratuita della tessera di atleta professionista da parte di una società sportiva.

Quando si può svincolare un calciatore?

Negli sport professionistici il free agent è un giocatore che non ha contratto con nessuna squadra e quindi può firmare con chiunque. In gergo italiano viene definito “giocatore libero”.

A cosa serve la clausola rescissoria nel calcio?

In campo sportivo, in particolare calcistico, si parla di clausola di recesso (o clausola di recesso) per indicare la possibilità per un atleta di recedere unilateralmente dal contratto con la propria società sportiva, previo pagamento di un determinato importo.

Come funziona il prestito di un calciatore?

Trasferimento temporaneo (prestito): un giocatore viene trasferito a una squadra per un certo periodo di tempo, di solito ogni sei mesi o annualmente; a volte, alla scadenza del prestito, la squadra ha la possibilità di acquistare il giocatore in via definitiva attraverso il pagamento di una cifra economica…

Come funziona la vendita di un calciatore?

Tradotto: tra le società è convenuto che a fine campionato chi ha acquistato in prestito quel determinato giocatore è poi obbligato ad acquistarlo alla cifra prestabilita. Si tratta essenzialmente di un pagamento differito di almeno dodici mesi.

Cosa si intende per diritto di riscatto?

In campo calcistico, prestito con diritto di riscatto significa quella formula per cui un giocatore viene ceduto in prestito a una squadra per un tempo prestabilito.

Come funziona il cartellino dei calciatori?

La tessera si considera di proprietà della società sportiva con vincolo solo nei confronti della società presso la quale l’atleta ha svolto l’allenamento e la formazione tecnica; questa prima società ha il diritto di stipulare con lui il primo contratto professionale. …

Quando si usa il cartellino rosso?

Il cartellino rosso indica l’espulsione. Cioè, vieni rimosso dal campo di gioco. Il cartellino rosso viene generalmente revocato dall’arbitro quando un giocatore commette una colpa grave come: gioco violento, fallo sull’ultimo uomo, fallo di reazione, insulti, doppio cartellino giallo.

Come si fa a svincolarsi da una società?

Per ottenere la scarcerazione il calciatore dovrà farne richiesta entro il 15 giugno o, se il campionato è ancora in corso, entro il quindicesimo (15) giorno dalla fine dello stesso, mediante lettera raccomandata indirizzata alla società ed in copia alla Lega di riferimento o Divisione la richiesta di essere inseriti nel…

Come ottenere patentino Uefa C?

Per ottenerlo è necessario seguire un corso di 192 ore svoltosi a Coverciano e che verte su vari argomenti come tecnica e tattica calcistica, metodologia di allenamento, psicologia dello sport, comunicazione, medicina dello sport, carte federali e regolamenti di gioco.

Quanto costa il corso Uefa C? Il costo del corso è di 450 Euro, comprensivo della quota di iscrizione all’Albo dei Tecnici.

Come fare patentino UEFA B?

Il corso UEFA B Coaching non è più attivo. Per ottenere la qualificazione UEFA B è necessario ottenere la licenza ‘D’ (grazie al corso Regionale per Allenatori Dilettanti, vedi sotto) e la licenza ‘C’, dedicata ai giovani calciatori.

Quanto costa il patentino Uefa B?

I requisiti per poter partecipare sono: avere almeno 30 anni e possedere la licenza di allenatore di base (Uefa B) da almeno due anni. Il costo del corso è di 2500 euro.

Come si diventa istruttore di scuola calcio?

Per ottenere la licenza di allenatore di calcio amatoriale (Licenza D) e allenarsi nei campionati dall’Eccellenza alla Terza Categoria (maschile) e fino alla Serie C femminile, è necessario seguire un corso regionale…. Le principali tipologie di le licenze di coaching sono:

  • Licenza D;
  • Licenza C;
  • UEFA B, UEFA A, UEFA PRO.

Chi posso allenare con patentino Uefa C?

Gli allenatori Youth-UEFA Grassroots C sono abilitati alla guida della direzione tecnica delle squadre giovanili dei club appartenenti alla Lega Nazionale Professionisti Serie A, Lega Nazionale Professionisti Serie B, Lega PRO, Lega Nazionale Dilettanti e Settore Attività Giovanili e Scolastica.

Che patentino serve per allenare in Seconda Categoria?

Il secondo corrisponde alla licenza di Allenatore Professionista (Uefa A) che permette di allenarsi in Lega Pro ed essere secondo allenatore in Serie A o Serie B.

Cosa serve per allenare juniores?

Il titolo si ottiene frequentando corsi centrali, regionali o provinciali. Nel Campionato Provinciale Juniores decorrerà dalla stagione 2020/21 l’obbligo di tesseramento di un allenatore qualificato (‘UEFA B’, ‘Amatoriale’ o ‘Regional Amateur’).

Come si diventa allenatore dei pulcini?

Il corso dura 10 settimane e 124 ore, più 20 ore di stage. Questi ultimi sono suddivisi in 10 ore di allenamenti e cinque arbitri delle categorie Pulcini ed Esordienti. Il corso permette di allenarsi in tutte le categorie giovanili tranne Beretti e i campionati Primavera.

Chi posso allenare con UEFA D?

Allenatori Dilettanti 1. Gli Allenatori Dilettanti sono autorizzati a dirigere squadre tecniche di I, II e III categoria di società appartenenti alla Lega Nazionale Dilettanti e delle squadre giovanili “Juniores Regionali” e “Juniores Provinciali” di società appartenenti alla Nazionale Lega Dilettantistica.

Come diventare allenatore di calcio pulcini?

Per diventare un allenatore di calcio UEFA Pro, devi prima avere 32 anni e avere una licenza di allenatore UEFA A. Per il corso UEFA Pro è prevista anche una graduatoria di ammissione basata sulle precedenti qualificazioni, qualora le richieste di accesso superino i posti disponibili. .

Dove cercare giovani FIFA 21?

Per ottenere più giovani giocatori, vai allo Staff Giovani e assumi uno Scout. Ogni Scout ha una valutazione in due aree: Esperienza e Giudizio. L’esperienza determina il numero di giocatori che lo scout trova ogni mese e la probabilità di trovare il tipo di giocatore desiderato.

Chi sono gli svincolati 2021?

Usciti nel 2021, tutte le occasioni a costo zero: ci sono Giovinco, Iago Falque, Perotti e Ramirez. …Tra i liberi massima attenzione è riservata a Gaston Ramirez, vecchia conoscenza della nostra Serie A dopo aver vestito le maglie di Bologna e Sampdoria.

L’attore francese Gaspard Ulliel è morto in un incidente sugli sci

Caduto mentre si trovava sulle piste di Rosières, località montana nel sud-est della Francia, nel dipartimento della Savoia

La causa dell’incidente è ancora sconosciuta, anche se secondo le ultime notizie si sarebbe verificato uno scontro con un altro conducente. Dopo l’incidente, Ulliel è stato trasportato in elicottero all’ospedale universitario di Grenoble.

I suoi lavori più recenti sono “It’s Only the End of the World” di Xavier Dolan (2016), “Eva” di Benoît Jacquot (2018) e “Sybil” di Justine Triet (2019). L’attore è apparso anche nella serie Marvel “Moon Knight” con Oscar Isaac, prevista quest’anno. Le sue relazioni sentimentali includono quelle con Cécile Cassel (dal 2005 al 2007) e quelle con Charlotte Casiraghi (2007), nel 2016 ha avuto un figlio dalla modella Gaëlle Pietri. Nel 2005 e nel 2017, l’attore ha vinto il Premio Cesar del cinema nazionale francese.

Il premier francese ha reso omaggio a Ulliel in un post su Twitter: “Gaspard Ulliel è cresciuto con il cinema e il cinema è cresciuto con lui. Si amavano follemente. È con il cuore pesante che ora passiamo in rassegna le sue più belle interpretazioni Cinema Il suo sguardo.Perdiamo un attore francese

COVID-19 – Ue: “Fornire un booster in più”. Firmato un nuovo DPCM. Scuole del caos in Francia…

La Protezione civile ha diffuso i dati il ​​21 gennaio. Sono stati eseguiti 1.117.553 tamponi e sono stati identificati 179.106 nuovi positivi al COVID-19. 373 persone sono morte lo scorso giorno. Vocegiallorossa.it, come di consueto, vi fornisce notizie in DIRETTA sulla situazione del coronavirus. & # XD; & # xD; 23:10 – Dal 1 febbraio il Green Pass sarà utilizzato anche per l’accesso a servizi bancari e finanziari, negozi e centri commerciali, uffici e servizi pubblici & # XD; & # xD; 22:30 – Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Probabile discesa del contagio a fine gennaio” & #XD; & # xD; 21:50 – Sergio Mattarella, ha firmato il seguente decreto legge: “Disposizioni urgenti per consentire l’esercizio del diritto di voto alle prossime elezioni del Presidente della Repubblica” & # XD; & # xD; 21:10 – Secondo le autorità sanitarie francesi, il Paese è ancora colpito dalle varianti Omicron e Delta: i nuovi casi di contagio che si verificano oggi in Francia sono 400.851, i decessi nelle ultime 24 ore sono stati 235. & # XD; & # xD; 20:50 – La Spagna segnala 141.095 nuovi casi di Covid, di cui 53.606 diagnosticati ieri, mentre l’ospedale ne ha 261 in meno: è quanto riportato nell’ultimo bollettino del ministero della Salute. Il bilancio delle vittime aggiunto al calcolo ufficiale è di 142 (per un totale di 91.741 morti dall’inizio della pandemia). & # xD; & # xD; 19:55 – L’Irlanda si unisce al vicino Regno Unito ed elimina da domani quasi tutte le restrizioni anti-Covid imposte per far fronte alla variante Omicron, che ha superato il suo picco. La decisione è stata annunciata da Taoiseach (Primo Ministro) Michael Martin in un discorso televisivo alla nazione. & # xD; & # xD; 19:15 – Una donna di 28 anni, positiva al Covid e non vaccinata, è morta al Policlinico Umberto I di Roma dopo che è stato possibile durante il suo ricovero Nascere quando divenne chiaro che le loro condizioni erano ormai disperate. Il bambino, nato prematuro, è ora estubato e stabile. Durante il ricovero, è stato fatto ogni sforzo per salvare la vita della giovane, comprese le cure intensive e l’Ecmo & # XD; & # xD; 18:35 – “Andiamo ad Orange con una situazione ospedaliera dove i ricoveri non pesano cera, ma con un quadro epidemiologico che anzi migliora”. Lo riferiscono il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore regionale alla Salute, Luigi Genesio Icardi. “Questo è il segnale che la strada è quella giusta – aggiungono – e per questo è importante stare al passo con le vaccinazioni e mantenere sempre alto il livello di attenzione”. & # xD; & # xD; 17:39 – OGGI IL BOLLETTINO & # XD; & # xD; 17:19 – Sono attualmente 256.900 le persone positive al Covid-19 nel Lazio, di cui 1.946 ricoverate, 207 in terapia intensiva e 254.747 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia sono state 492.113 le persone guarite e 9.620 sono morte su un totale di 758.633 casi indagati, secondo la newsletter aggiornata della Regione Lazio. & # XD; & # xD; 16:44 – Non solo la Sardegna ingiallisce, il ministro della Salute Roberto Speranza ha infatti firmato una nuova ordinanza che prevede anche il passaggio della Puglia nella zona gialla. Inoltre, alla luce dei dati di monitoraggio settimanale, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia saranno la zona arancione a partire dalla prossima settimana.. & # XD; & # xD; 16:18 – La Sardegna entra in zona gialla a partire da lunedì 24 gennaio. L’ufficializzazione è stata appena comunicata dal Ministero della Salute alla Regione Sardegna. L’eccedenza di ricoveri della scorsa settimana è stata determinante. Rapporto SkyTg24 e & # XD; & # xD; 15:54 – Sono 1.972 i medici e dentisti attualmente sospesi dall’albo dei medici e dentisti italiani per obbligo vaccinale tung da non rispettare: 0,4% dei soci, per un totale di 467.611. Lo ha riferito la Federazione degli Ordini Medici (Fnomceo) & # XD; & # xD; 15:22 – Ordinanza attende il ministro della Salute Roberto Speranza: Sono quattro le regioni a rischio abbandono della zona gialla, ovvero Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sicilia e Abruzzo. Migliora invece la situazione in Valle d’Aosta, che potrebbe aver evitato il rischio di andare in rosso & # XD; & # xD; 14:53 – Ci sono stati 69.104 nuovi contagi in Israele nelle ultime 24 ore. Lo ha annunciato il ministero della Salute, dopo di che anche i malati gravi e il liuto, sono arrivati ​​a 638. & # xD; & # xD; 14:17 – Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto riferito, ha chiesto che siano stanziate risorse per la salute mentale e l’aiuto psicologico. Speranza ha chiesto l’intervento nel prossimo provvedimento, che sarà adottato dal governo. & # xD; & # xD; 13:45 – I grandi elettori contagiati e isolati possono votare per eleggere il prossimo Presidente della Repubblica. Il Consiglio dei ministri è ancora in corso. Fico offre un posto drive-in. Il problema resta come deputati e senatori arrivino positivamente al Covid o si mettano in quarantena da diverse parti d’Italia sul posto. & # xD; & # xD; 13:19 – In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 49.513 nuovi casi di Covid-19, il massimo dall’inizio della pandemia: lo riferisce Novaya Gazeta, citando i dati del Centro Operativo Nazionale Anticoronavirus e precisando che sono stati 15.987 i casi in volo essere determinato. Secondo il centro, 692 persone sono morte l’ultimo giorno della malattia in Russia. Secondo i dati pubblicati ieri mattina, il giorno prima in Russia sono stati registrati 38.850 nuovi casi di Covid-19 e 684 decessi causati dalla malattia. & # xD; & # xD; 13:00 – “Importante confronto con i Ministri della Salute Ue per una risposta comune sul Covid. La scienza è chiara sui prossimi passi che i cittadini devono compiere: aumentare la diffusione del vaccino e fornire un ulteriore booster, soprattutto per i più vulnerabili”. Kyriades come al via la riunione straordinaria dei 27 ministri europei, convocata dalla Presidenza francese .”XD;’ 12:30 – In cabina di regia si è discusso sulle normative anti-Covid nelle scuole. Una delle ipotesi che sono emerse è stata quella di estendere alle scuole primarie le norme vigenti per il liceo . & # xD; & # xD; 12:00 – 18.786 Aule nelle scuole francesi chiuse per la presenza del Covid Casi o insulti agli insegnanti, sempre attribuiti alla pandemia, ha detto il ministero dell’Istruzione, un record dalla chiusura di maggio 2020 e che colpisce 3,56 per cento di tutte le 527.200 classi del paese. vacanze chiuse 2.970 classi in Francia, la scorsa settimana 14.380. & # XD; Notevole anche la contaminazione tra gli studenti. Secondo i dati degli ultimi sette giorni, in Francia sono 463.197 i casi di Covid confermati tra gli studenti, rispetto ai 331.775 della scorsa settimana. Tra il personale, il Ministero dell’Istruzione ha confermato 30.774 casi negli ultimi sette giorni, rispetto ai 25.571 della settimana precedente. & # XD; & # xD; 11:30 – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Dpcm, che delinea le attività commerciali in cui sarà possibile procedere senza passaporto verde dal 1° febbraio: l’elenco comprende supermercati e drogherie, farmacie, armamentario, Sanità cura, ottici, acquisto carburanti, prodotti per animali e riscaldamento. Senza passaporto sarà anche possibile recarsi presso la magistratura o gli uffici di pubblica sicurezza per sporgere denuncia. & # xD; & # X D; 11:00 – Attendere la firma del testo attestante i servizi per i quali non sussiste obbligo di certificazione verde e introduce la possibilità di controllo a campione da parte dei titolari. Esercizi “di dieta-natura e bisogni primari, l’assistenza sanitaria è gratuita ario, veterinaria, giustizia e sicurezza personale” e puoi entrare in banca e posta per riscuotere la pensione mentre per il business del tabacco è necessario il passaporto. & # xD; & # xD; 10:30 – Bolzano ha l’incidenza più alta d’Italia, pari a 3.468,7 (da 2.538 della scorsa settimana) rispetto al valore nazionale di 2.011, dato relativo al periodo 14-20 gennaio. Seguono Trento con 2.797,2 (da 2.715,9 della scorsa settimana ed Emilia Romagna con 2.977,2 contro 2.783,7 di 7 giorni fa. Il valore più basso è sulla Sardegna con 594,6 anche in crescita rispetto a 553,7 della settimana precedente. & # XD; & # xD; 09 :55 – “C’è una situazione di oggettiva pressione sugli ospedali” nel Lazio “anche se in un contesto di stabilizzazione del numero dei casi, e questo implica una riorganizzazione, ea volte anche difficoltà. Ma quando inizia la discesa “della curva”. epidemiologicamente nell’arco di 2-3 settimane il quadro potrebbe cambiare in modo significativo. ‘Amato, sottolinea che “per la prima volta, dopo molte settimane, l’indice Rt nel Lazio è sceso sensibilmente al di sotto di 1. Questo è un dato che stiamo guardando con molta attenzione” il che potrebbe significare l’inizio di una discesa che, come noi in altre situazioni, è stata una rapida discesa”. & # xD; & # xD; 09:30 – L’occupazione dei letti r nei dipartimenti medici a livello nazionale sale al 31,6%, secondo l’indagine quotidiana del ministero della Salute del 20 gennaio, contro il 27,1% del 13 gennaio. Questo è ciò che i dati di monitoraggio settimanale della sala di controllo o coperto, pubblicato dall’Istituto superiore di sanità. & # XD; & # xD; 09:00 – Si attende l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza: sono 4 i territori a rischio di abbandono della zona gialla, Abruzzo, Friuli, Piemonte e Sicilia. Migliora invece la situazione in Vall e Aosta che potrebbe aver evitato il rischio di passare in rosso & # xD;

La Protezione civile ha diffuso i dati il ​​21 gennaio. Sono stati eseguiti 1.117.553 tamponi e sono stati identificati 179.106 nuovi positivi al COVID-19. 373 persone sono morte lo scorso giorno. Vocegiallorossa.it, come di consueto, vi fornisce notizie in DIRETTA sulla situazione del coronavirus.

23:10 – Dal 1 febbraio il Green Pass sarà utilizzato anche per l’accesso a banche e servizi finanziari, negozi e centri commerciali, uffici e servizi pubblici.

22:30 – Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca: “Probabile discesa del contagio a fine gennaio”.

21:50 – Sergio Mattarella, ha firmato il seguente decreto-legge: “Disposizioni urgenti per consentire l’esercizio del diritto di voto alle prossime elezioni del Presidente della Repubblica”.

21:10 – Secondo le autorità sanitarie francesi, il Paese è ulteriormente colpito dalle varianti Omicron e Delta: i nuovi casi di contagio che si verificano oggi in Francia sono 400.851, i decessi nelle ultime 24 ore sono stati 235.

20:50 – La Spagna segnala 141.095 nuovi casi di Covid, di cui 53.606 diagnosticati ieri, mentre l’ospedale ne ha 261 in meno: è quanto riportato nell’ultimo bollettino del ministero della Salute. Il bilancio delle vittime aggiunto al calcolo ufficiale è di 142 (per un totale di 91.741 morti dall’inizio della pandemia).

19:55 – L’Irlanda si unisce al vicino Regno Unito ed elimina da domani quasi tutte le restrizioni anti-Covid imposte per far fronte alla variante Omicron, che ha superato il suo picco. La decisione è stata annunciata da Taoiseach (Primo Ministro) Michael Martin in un discorso televisivo alla nazione.

19:15 – Una donna di 28 anni, positiva al Covid e non vaccinata, è morta al Policlinico Umberto I di Roma dopo aver potuto partorire durante il suo ricovero, poiché è apparso evidente che le sue condizioni erano ormai disperate. Il bambino, nato prematuro, è ora estubato e stabile. Durante il ricovero si è fatto di tutto per salvare la vita della giovane, compreso il reparto di terapia intensiva dell’ECMO.

18:35 – “Andiamo ad Orange con una situazione ospedaliera dove i ricoveri non pesano cera, ma con un quadro epidemiologico che anzi migliora”. Lo riferiscono il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore regionale alla Salute, Luigi Genesio Icardi. “Questo è il segnale che la strada è quella giusta – aggiungono – e per questo è importante stare al passo con le vaccinazioni e mantenere sempre alto il livello di attenzione”.

17:19 – Sono attualmente 256.900 le persone positive al Covid-19 nel Lazio, di cui 1.946 ricoverate, 207 in terapia intensiva e 254.747 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia, secondo il Bollettino della Regione Lazio aggiornato, sono 492.113 i guariti e 9.620 i morti su un totale di 758.633 casi indagati.

16:44 – Non solo la Sardegna ingiallisce, il ministro della Salute Roberto Speranza ha infatti firmato una nuova ordinanza che prevede anche il passaggio della Puglia nella zona gialla. Inoltre, alla luce dei dati di monitoraggio settimanale, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia saranno la zona arancione dalla prossima settimana.

16:18 – La Sardegna entra in zona gialla a partire da lunedì 24 gennaio. L’ufficializzazione è stata appena comunicata dal Ministero della Salute alla Regione Sardegna. L’eccedenza di ricoveri della scorsa settimana è stata determinante. Lo riporta SkyTg24.

15:54 – Sono 1.972 i medici e dentisti attualmente sospesi dall’albo dei medici e dentisti italiani per mancato rispetto dell’obbligo vaccinale: lo 0,4% degli iscritti, per un totale di 467.611. Lo ha annunciato la Federazione degli Ordini Medici (Fnomceo).

15:22 – Si attende l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza: sono quattro le regioni a rischio di abbandonare la zona gialla, ovvero Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sicilia e Abruzzo. Migliora invece la situazione in Valle d’Aosta, che avrebbe potuto scongiurare il rischio di finire in rosso.

14:53 – Ci sono stati 69.104 nuovi contagi in Israele nelle ultime 24 ore. Lo ha annunciato il ministero della Salute, dopodiché aumenterà anche il numero dei malati gravi 638.

14:17 – Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto riferito, ha chiesto che siano stanziate risorse per la salute mentale e l’aiuto psicologico. Speranza ha chiesto l’intervento nel prossimo provvedimento, che sarà adottato dal governo.

13:45 – I grandi elettori contagiati e isolati possono votare per eleggere il prossimo Presidente della Repubblica. Il Consiglio dei ministri è ancora in corso. Fico offre un posto drive-in. Il problema resta come deputati e senatori arrivino positivamente al Covid o si mettano in quarantena da diverse parti d’Italia sul posto.

13:19 – In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 49.513 nuovi casi di Covid-19, il massimo dall’inizio della pandemia: lo riferisce Novaya Gazeta, citando i dati del Centro Operativo Nazionale Anticoronavirus e precisando che sono stati 15.987 i casi in volo essere determinato. Secondo il centro, 692 persone sono morte l’ultimo giorno della malattia in Russia. Secondo i dati pubblicati ieri mattina, il giorno prima in Russia sono stati registrati 38.850 nuovi casi di Covid-19 e 684 decessi causati dalla malattia.

13:00 – “Importante confronto con i Ministri della Salute Ue per una risposta congiunta al covid per i più vulnerabili”. Lo scrive in un tweet il commissario Ue alla Salute Stella Kyriades durante la riunione straordinaria dei 27 ministri europei, convocata dalla Presidenza francese.

12:30 – In cabina di regia si è discusso sulle normative anti-Covid nelle scuole. Come appreso, una delle ipotesi sorte è stata quella di estendere alle scuole primarie le norme che entrano in vigore per le scuole superiori.

12:00 – 18.786 aule nelle scuole francesi chiuse per la presenza di casi di covid o l’insulto dei docenti, sempre attribuiti alla pandemia. Lo ha annunciato il ministero dell’Istruzione. Questo è un record dal blocco del maggio 2020 e ha colpito il 3,56% di tutte le 527.200 classi del paese. Prima delle vacanze di Natale, in Francia erano chiuse 2.970 classi, la scorsa settimana 14.380. & # XD;

Notevole anche la contaminazione tra gli studenti. Secondo i dati degli ultimi sette giorni, in Francia sono 463.197 i casi di Covid confermati tra gli studenti, rispetto ai 331.775 della scorsa settimana. Tra il personale, il ministero dell’Istruzione ha confermato 30.774 casi negli ultimi sette giorni, rispetto ai 25.571 della settimana precedente.

11:30 – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Dpcm, che delinea le attività commerciali in cui sarà possibile procedere senza passaporto verde dal 1° febbraio: l’elenco comprende supermercati e drogherie, farmacie, armamentario, Sanità cura, ottici, acquisto carburanti, prodotti per animali e riscaldamento. Senza passaporto sarà anche possibile recarsi presso la magistratura o gli uffici di pubblica sicurezza per sporgere denuncia.

11:00 – Attendere la firma del testo attestante i servizi per i quali non sussiste obbligo di certificazione verde e introduce la possibilità di controllo a campione da parte dei titolari. Rilascia gli esercizi “di un cibo e beni di prima necessità, salute, veterinaria, giustizia e sicurezza personale” e puoi andare in banca e all’ufficio postale per ritirare la tua pensione mentre ti serve il passaporto per il business del tabacco.

10:30 – Bolzano ha l’incidenza più alta d’Italia, pari a 3.468,7 (da 2.538 della scorsa settimana) rispetto al valore nazionale di 2.011, dato relativo al periodo 14-20 gennaio. Segue Trento con 2.797,2 (da 2.715,9 della scorsa settimana e l’Emilia Romagna con 2.977,2 contro 2.783,7 di 7 giorni fa. Il valore più basso è sulla Sardegna con 594,6 anche in crescita rispetto a 553,7 della settimana precedente.

09:55 – “C’è una situazione di oggettiva pressione sugli ospedali” nel Lazio “sebbene in un contesto di stabilizzazione del numero dei casi, e questo implica una riorganizzazione, e talvolta anche difficoltà. Ma se inizia la discesa” della Curva . “epidemiologicamente nell’arco di 2-3 settimane il quadro potrebbe cambiare in modo significativo”. Lo afferma l’assessore alla salute della Regione Lazio, Alessio D’Amato, sottolineando che “per la prima volta, dopo molte settimane, l’indice Rt nel Lazio è sceso sensibilmente al di sotto di 1. Questo è un dato che stiamo guardando molto con attenzione “che potrebbe significare l’inizio di una discesa, che, come abbiamo visto in altre situazioni, è stata una discesa rapida”.

09:30 – Sale al 31,6% il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti medici a livello nazionale, secondo l’indagine giornaliera del ministero della Salute del 20 gennaio, rispetto al 27,1% registrato il 13 gennaio. È quanto hanno esaminato i dati del monitoraggio settimanale della sala di controllo, pubblicati dall’Istituto superiore di sanità.

Cosa vuole la Francia dal presidente di turno del Consiglio dell’Unione europea?

Il 1° gennaio inizia la rotazione semestrale della presidenza del Consiglio dell’Unione europea per la Francia, organo composto dai rappresentanti dei governi di ciascuno dei paesi dell’Unione, che cambia a seconda del tema in discussione: il paese in ne fissa l’agenda per incontri e negoziati, e quindi ha un certo peso nei processi decisionali europei.

Il presidente Emmanuel Macron ha fissato alcuni obiettivi piuttosto ambiziosi per il semestre di presidenza francese.

Nel suo discorso di fine anno alla nazione, ha affermato che “il 2022 dovrebbe essere un punto di svolta in Europa”. Tuttavia, un mese prima, aveva parlato della necessità di “passare da un’Europa cooperante entro i nostri confini a un’Europa mondiale forte, pienamente sovrana, libera dalle sue scelte e padrona del suo destino. (…) Per la prima volta in quasi mezzo secolo, abbiamo affrontato questioni esistenziali: a livello climatico, tecnologico e geopolitico, che richiedono una profonda trasformazione della nostra organizzazione, una nuova ambizione».

Nel frattempo, cos’è il Consiglio dell’Unione europea Il Consiglio dell’Unione europea, insieme al Parlamento europeo, è il principale organo decisionale dell’Unione europea. È composto da rappresentanti dei governi di ogni Stato membro dell’Unione e ha il compito di negoziare e adottare nuove normative comunitarie su un sostanziale livello di uguaglianza con il Parlamento europeo, discutere e votare sui bilanci, firmare accordi con paesi e istituzioni e per occuparsi di politica estera, paese e sicurezza.

Il consiglio è unico, ma si riunisce in formazioni diverse a seconda dell’argomento da trattare. I Ministri dell’Ambiente si incontrano nella formazione “Ambiente”, i Ministri dell’Economia e delle Finanze si incontrano nella formazione “Economia e Finanze” e così via.

La Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea è ruotata dagli Stati membri ogni sei mesi secondo un ordine prestabilito: il primo semestre inizia il 1 gennaio e termina alla fine di giugno, il secondo semestre inizia il 1 luglio e termina il 31 dicembre. La presidenza è affidata alla Slovenia da luglio a dicembre 2021 e, dopo il turno della Francia, diventerà la Repubblica Ceca.

La Presidenza ha due compiti principali: pianificare e presiedere le sessioni del Consiglio e varie altre riunioni (preparative, informali, vertici e altre riunioni tra l’UE ei paesi terzi, ecc.) e rappresentare il Consiglio nelle relazioni con le altre istituzioni. e in particolare con la Commissione e il Parlamento europeo.

– Leggi anche: Macron cambia il colore blu della bandiera francese negli edifici governativi

Gli Stati membri che detengono la presidenza collaborano quindi in gruppi di tre e sono chiamati “trio”. Il sistema di cooperazione a tre è utilizzato per fornire un obiettivo a lungo termine del lavoro del Consiglio che si estende oltre ogni semestre: in sostanza, quindi, il lavoro del Consiglio è previsto per 18 mesi in 18 mesi nelle linee guida generali e per 6 mesi in 6 mesi. mesi per problemi più specifici.

Ogni anno, a gennaio e luglio, gli Stati membri che detengono la presidenza di turno presentano programmi semestrali dettagliati. Nei mesi di giugno e dicembre, al termine della presidenza, il Capo di Stato o di governo si presenta davanti al Parlamento europeo per illustrare le azioni intraprese e fornire una relazione.

La Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea non va confusa con il “semestre europeo” e con il Consiglio d’Europa.

Il semestre europeo è un ciclo di coordinamento delle politiche economiche e di bilancio dei paesi dell’Unione incentrato sul semestre dall’inizio di ogni anno. Il Consiglio d’Europa è composto dai capi di Stato o di governo degli Stati membri, definisce gli indirizzi politici generali dell’Unione (l’agenda, come si suol dire) ma non ha potere legislativo.

Francia La Francia ha tre obiettivi principali per la sua presidenza: definizione del salario minimo a livello di Unione, regolamentazione digitale e transizione ambientale.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen aveva promesso di introdurre salari minimi in tutti i paesi dell’UE entro il 2024, ma la Francia ha rilanciato: “Sono sicuro che saremo in grado di completare questa svolta per creare effettivamente un sistema molto più efficace di introduzione dei salari minimi. salari decenti in Europa e in tutti i paesi”, ha detto Macron nel suo discorso introduttivo.

Macron vuole anche fare dell’Europa una “potenza digitale” capace di attrarre investimenti. Uno degli obiettivi principali, ha spiegato, è “non essere soggetti alle leggi di altre forze, ma definire noi stessi le regole del mondo digitale”. Il presidente francese intende dare attuazione all’accordo, concluso durante il G20 dello scorso ottobre, per imporre una tassa minima sugli utili delle grandi multinazionali e limitare le operazioni di evasione fiscale che finora hanno consentito a molte aziende di non pagare le tasse, o di pagarle. solo in minima parte, in molti dei paesi in cui operano.

La Francia vuole anche l’adozione di regolamenti DSA e DMA, che impongono misure per incoraggiare la concorrenza nel settore digitale: il Digital Market Act (DMA), ha spiegato il presidente francese, “mira a evitare che i giganti digitali diventino monopoli senza regole e a soffocare il spirito di innovazione che permette loro di apparire».

Il secondo passo è la legge per i servizi digitali (DSA): «Questa istituirà un sistema di responsabilità delle grandi piattaforme per i prodotti che vendono e, soprattutto, per i contenuti che distribuiscono. Si tratta di un regolamento europeo senza precedenti per combattere l’odio online e per determinare la responsabilità di queste grandi piattaforme per i loro contenuti”.

Infine, uno dei temi principali della Presidenza francese è il cambiamento climatico. Lo scorso luglio la Commissione Europea ha presentato una serie di testi legislativi per ridurre le emissioni del 55 per cento entro il 2030 e per raggiungere la cosiddetta “carbon neutrality” entro il 2050.

– Leggi anche: “Zero emissioni”, ben spiegato

Macron ha affermato di voler introdurre requisiti ambientali e sociali negli accordi commerciali dell’UE e soprattutto di voler spingere per il cosiddetto “meccanismo di adeguamento del carbonio”, che semplifica le tasse sulle importazioni inquinanti per proteggere le aziende europee dai concorrenti con sede in Cina. dove gli standard ambientali sono meno rigorosi e per impedire alle stesse aziende europee di spostare la produzione all’estero per aggirare gli standard ambientali.

Per Macron, il meccanismo serve a «aggiustare il fatto che chiederemo impegno e investimenti, e li accompagneremo, e decarbonizzeremo la nostra industria, ma a volte continueremo a importare merci da regioni che non fanno lo stesso sforzo. Compenseremo le differenze nei nostri confini. Diversamente, i nostri industriali direbbero giustamente che stiamo creando una sorta di pregiudizio sulla competitività e che sopprimeremo la nostra industria solo se non la modernizzeremo».

Sulla “sovranità” dell’Europa Macron ha parlato della capacità di “controllare i confini” e di “trovare un’organizzazione politica sui temi dell’immigrazione”. Durante il semestre di presidenza francese verranno proposte riforme dell’area Schengen, che comprenderebbero l’istituzione di una direzione politica Schengen “attraverso riunioni periodiche dei ministri competenti in materia” durante le quali si prenderà una decisione coerente “di controllare i nostri confini fuori”. È stata inoltre presa in considerazione la creazione di un meccanismo intergovernativo di sostegno alle frontiere di emergenza in caso di crisi. Macron ha parlato della “solidarietà degli Stati membri in termini di polizia, polizia e attrezzature”.

Nel semestre della sua presidenza, il governo francese vuole fare passi avanti anche sui temi della difesa comune e sulla stabilità e prosperità delle due regioni del mondo: l’Africa (il prossimo febbraio, a Bruxelles, si terrà un vertice tra l’Africa Unione e Unione Europea) e dei Balcani occidentali (la conferenza si terrà il prossimo giugno).

Il semestre appena iniziato sarà però molto particolare, condizionato dai risultati delle elezioni presidenziali che si terranno il prossimo aprile e dalle elezioni parlamentari di giugno.

– Leggi anche: Eric Zemmour si candida ufficialmente alla presidenza della Francia

Gli oppositori politici di Macron – che non si sono ufficialmente candidati alla rielezione e probabilmente lo faranno molto tardi, dicono gli osservatori – lo hanno accusato di voler usare la presidenza dell’UE per sostenere la sua campagna elettorale prima della rielezione. Allo stesso tempo, il semestre francese e la sua gestione saranno un luogo per discussioni interne che in realtà sono già iniziate. Ad esempio, l’estrema destra ha criticato Macron per aver alzato la bandiera europea all’Arco di Trionfo a Parigi.

Questa è la tredicesima volta che la Francia ricopre la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea: l’ultima è stata nel 2008.

I Lions eliminati in Francia | Oggi Treviso | Notizie | Il quotidiano con le notizie di Treviso e Provincia: Oggitrevisu

LIONE (FRANCIA) – I Lions partecipano alla dura trasferta di Lione, valida per il quarto turno della Challenge Cup, la terza partita biancoverde del Girone B. Un successo e una sconfitta, contro il Lione che in tre gare ha collezionato tre vittorie.

Allo Stade de Gerland, nel primo tempo la squadra di coach Bortolami gioca una partita tagliente e decisa, segnando un gol con il Brex, ma ottenendo due gol dal Lione, il secondo anche per un fortunato rimbalzo sull’ovale. per i transalpini. Comunque è un primo tempo equilibrato e negli spogliatoi andiamo sul punteggio di 15-10 ai francesi.

Nella ripresa la sfida non va a buon fine, ma i Leoni tengono il passo con la fisicità del francese. A dieci minuti dal termine la partita è in perenne equilibrio, ma il Lione nel giro di pochi minuti allunga finalmente con un gol di Mignot, sfruttando la superiorità numerica dei gialli di Lucchesi. Alla fine è 25-10 per i transalpi che chiudono al primo posto il girone. La Benetton giocherà la qualificazione ad aprile nell’ultimo turno casalingo con il Perpignan.

Pronti, via e i Leoni sono bravi ad attaccare più volte i francesi, con un break di Padovani che permette ai biancoverdi di rimettersi in carreggiata. La Benetton è un tonico e con grande azione manda Ioane sulla fascia sinistra, ma ad un francese di Berdeu non riesce a schiacciare in porta. Poi calcia i transalpini nella metà campo del Treviso e Kaabéche trova l’apertura giusta per avvicinarsi alla porta. Berdeu si trasforma ei padroni di casa passano in vantaggio 7-0. Ma Negri ei suoi compagni di squadra sono ben inseriti nel gioco e hanno una mischia nei 22 francesi. Lo faranno notare i Lions in piedi e Nacho Brex di arroganza. Marin si converte dal campo. Gli uomini mignon preferiscono giocare dall’alto e sfruttare lo speciale rimbalzo per via del vento e del campo sintetico. Poi per un difetto di ruck, il Lione ottiene una punizione da buona posizione e Berdeu colpisce i pali per il nuovo vantaggio. Ancora in vantaggio i transalpini, che approfittano di una favorevole carambola dopo un calcio di Doussain e Dumortier vola via per il secondo gol di Lione; questa volta Berdeu non punta ai pali. Benetton Rugby però risponde bene e vince un altro rigore. Leonardo Marin è preciso e i Lions tornano nell’intervallo. Quindi il primo tempo si chiude con gli uomini di Mignoni oltre 15-10.

Il recupero inizia senza modifiche. Bortolami decide quindi di inserire Tetaz, Halafihi e Albornoz per Pasquali, Steyn e Benvenuti. I francesi entrano nella trevigiana cinque metri, ma la Benetton si tiene alle unghie e risale il pendio. E’ tempo anche di Zani, Lucchesi e Zanon per Traore, Nicotera e Morisi. Benetton con un break di Albornoz e Halafihi a un passo dalla porta. Dopo un altro cambio in biancoverde con Garbisi al posto di Braley. Vari errori di mano iniziano a verificarsi su entrambi i lati. Ma il Lione ha una punizione dai 25 metri, ma Sopoaga non punta ai pali. Ultimo cambio per Portolami, con Lazzaroni per Ruzza. Il pack della Benetton Rugby resiste, ma la partita non decolla quando mancano pochi minuti alla fine. L’arbitro inglese ha poi ammonito Tempes Lucchesi di ripetute scorrettezze da parte degli ospiti. Sopoaga trasforma il rigore. Con un uomo in meno, i francesi ne approfittarono e andarono a metà con Mignot. Sopoaga si trasforma e il Lione ha più di due break di vantaggio. Poi i francesi hanno vinto 25-10.

LIONE RUGBY – BENETTON TREVISO 25-10

Voti: 14′ meta Kaabéche tr. Berdeu, 18′ metà Brex p. Marino, 25′ t. Berdeu, 30′ mark Dumortier, 38′ p. Marino; 73′ pag. Sopoaga, destinazione 75′ Mignot tr. Doussin.

Note: 73′ cartellino giallo per Gianmarco Lucchesi (BEN). Conversioni: Lione Rugby 2/3 (Berdeu 1/2, Sopoaga 1/1); Benetton Rugby 1/1 (Mar 1/1). Punizioni: Lione Rugby 2/3 (Berdeu 1/1, Sopoaga 1/2); Benetton Rugby: 1/1 (Mar 1/1). Uomo in campo: Doussain (LYO).

Lione Rugby: 15 Clement Laporte (68′ Toby Arnold), 14 Xavier Mignot, 13 Thibaut Regard, 12 Charlie Ngatai, 11 Ethan Dumortier, 10 Léo Berdeu (62′ Lima Sopoaga), 9 Jean-Marc Doussain (61′ Jonathan), 8 Jordan Taufua (c), 7 Patrick Sobela (68′ Colby Fainga’a), 6 Dylan Cretin, 5 Temo Mayanavanua, 4 Mickael Guillard (70′ Ugo Vignolles), 3 Hamza Kaabèche (52′ Francisco Gomez Kodela), 2 Yanis Charcosset (52′ Joe Taufete’e), 1 Vivien Devisme (52′ Jerome Rey). Allenatore: Pierre Mignoni.

Quante ore ci vogliono per andare alle Canarie?

Benetton Rugby: 15 Edoardo Padovani, 14 Tommaso Benvenuti (46′ Tomas Albornoz), 13 Nacho Brex, 12 Luca Morisi (51′ Marco Zanon), 11 Monty Ioane (58′ Tommaso Benvenuti), 10um Leonardo Marin, 596 Call Leonardo Marin, 59′′ Alessandro Garbisi), 8 Braam Steyn (46′ Toa Halafihi), 7 Manuel Zuliani, 6 Sebastian Negri (c), 5 Federico Ruzza (61′ Marco Lazzaroni), 4 Niccolò Cannone, 3 Tiziano Pasquali (46′), 2 Giacomo Nicotera (51′ Gianmarco Lucchesi), 1 Cherif Traoré (51′ Federico Zani). Allenatore: Marco Bortolami.

Isole Canarie, 4 ore di volo dall’Italia. Se non ci sono grossi problemi, e il vento è favorevole, in 4 ore e 30 minuti sei a Tenerife da qualsiasi aeroporto italiano.

Quante ore di volo Roma Canarie?

Quanto distano le Isole Canarie dall’Italia? Informazioni dettagliate sul percorso Il percorso più breve tra Roma e le Isole Canarie è 3.834,61 km secondo il percorso. Il tempo di guida è di ca. 65 ore 42 min. Metà corsa si raggiunge al 39.23668323165098, -2.6474317576066317.

Quante ore ci vogliono per andare a Tenerife?

I voli diretti da Roma a Gran Canaria sono di circa 4 ore e 35 minuti.

Quanto tempo ci vuole per arrivare alle Canarie?

Ci vogliono circa 4 ore e 40 minuti di volo per raggiungere Tenerife dall’Italia.

Quante ore di volo ci vogliono dall’Italia alle Canarie?

Isole Canarie, 4 ore di volo dall’Italia. Se non ci sono grossi problemi, e il vento è favorevole, in 4 ore e 30 minuti sei a Tenerife da qualsiasi aeroporto italiano. Tempo di volo massimo stimato: 4 ore e 45 minuti.

Quante ore di volo ci vogliono per arrivare alle Canarie?

Informazioni utili per i voli da Milano a Gran Canaria Il tempo di percorrenza è di circa 4 ore e 30 minuti.

Quante ore ci vogliono per andare a Tenerife?

Isole Canarie, 4 ore di volo dall’Italia. Se non ci sono grossi problemi, e il vento è favorevole, in 4 ore e 30 minuti sei a Tenerife da qualsiasi aeroporto italiano. Tempo di volo massimo stimato: 4 ore e 45 minuti.

Come si arriva a Tenerife dall’Italia?

Ci vogliono circa 4 ore e 40 minuti di volo per raggiungere Tenerife dall’Italia.

Quante ore ci vogliono per andare a Tenerife?

Non ci sono navi che trasportano auto e passeggeri dall’Italia all’isola di Spagna. L’unico modo è fare un bel viaggio sulla costa meridionale della Spagna e partire con la propria auto su una delle navi o traghetti in partenza dai porti di Cadice e Huelva.

Come arrivare alle Canarie in nave dall’Italia?

Ci vogliono circa 4 ore e 40 minuti di volo per raggiungere Tenerife dall’Italia.

Come trovare treni low cost?

In nave (con o senza auto) L’unico modo per raggiungere l’isola di Gran Canaria in auto è la nave o più precisamente il traghetto. Devi raggiungere i porti spagnoli di Cadice o Huelva e iniziare con la tua auto sui traghetti che portano l’isola di Spagna da 36 a 40 ore.

Per trovare i biglietti Trenitalia più economici su Trenoline, seleziona il filtro “più economico” per vedere la tariffa più bassa disponibile per la tratta e la data scelta, aggiungi la tua CartaFreccia per vedere direttamente le tariffe scontate e tenere d’occhio le proposte attualmente attive.

Come si fa a trovare treni a poco prezzo?

Come posso acquistare i biglietti del Frecciarossa a 9 euro? Per trovare i biglietti Trenitalia a 9 euro e farne una buona scorta, non devi fare altro che andare sul sito ufficiale di Trenitalia ed effettuare la ricerca nei mesi di novembre, dicembre di quest’anno e anche qualcuno per gennaio e febbraio 2015. Ricordati di spuntare la casella â € œCerca il miglior prezzoâ €.

Come viaggiare in treno a poco?

Per trovare i biglietti Trenitalia più economici su Trenoline, seleziona il filtro “meno caro” per vedere la tariffa più bassa disponibile per la tratta e la data prescelta, aggiungi la tua CartaFreccia per vedere direttamente le tariffe scontate e tieni d’occhio le proposte dell’esecutivo nel momento.

Come risparmiare sui biglietti Italo?

Il primo fattore per risparmiare è acquistare il biglietto con largo anticipo (leggi qui quanto tempo puoi prenotare). Preordinando puoi ottenere le tariffe scontate di Trenitalia denominate Super Economy ed Economy o quelle di Italo: Low Cost ed Economy.

Quando si abbassano i prezzi dei treni?

Se viaggi spesso sulla stessa tratta, potresti trovare conveniente acquistare un carnet di biglietti. Trenitalia e Italo propongono un carnet di 10 biglietti di ringraziamento che puoi risparmiare fino al 50% rispetto al prezzo intero: i biglietti in questione hanno una validità di 120 giorni per Trenitalia e 180 per Italo.

Come risparmiare sul biglietto del treno?

Si consiglia quindi di prenotare almeno un mese prima della partenza e anche quattro mesi prima della partenza se si viaggia nei periodi di punta come agosto o festività natalizie per guadagnare tariffe scontate.

  • Come salvare il biglietto del treno
  • Alta economia e offerte a basso costo e tempi di ordinazione.
  • Un giorno in cui viaggi.
  • Età del viaggiatore.
  • Quanto spesso viaggi.

Come risparmiare sui biglietti Italo?

Controlla le promozioni speciali (es. Promo Jubilee o Expo)

Come prenotare voli ita?

Se viaggi spesso sulla stessa tratta, potresti trovare conveniente acquistare un carnet di biglietti. Trenitalia e Italo propongono un carnet di 10 biglietti di ringraziamento che puoi risparmiare fino al 50% rispetto al prezzo intero: i biglietti in questione hanno una validità di 120 giorni per Trenitalia e 180 per Italo.

Per modificare la tipologia di prenotazione, puoi farlo contattando il call center al numero 800 650055 (attivo 7/7 e 24/24) o la tua agenzia di viaggio che ha emesso il biglietto.

Quando inizieranno i voli ITA?

Dove vola Ita Airways? Gli aeroporti di Ita Airways sono: Brindisi, Bologna, Barry, Catania, Roma Fiumicino, Firenze (da marzo 2022), Genova, Milano Linate, Napoli, Palermo, Pescara, Reggio Calabria, Lamezia Terme, Torino, Trieste, Venezia e Verona.

Da quando Alitalia non vola più?

Velivoli ITA Dal 2022 inizieranno ad aggiungersi alla flotta velivoli di nuova generazione, che andranno progressivamente a sostituire i velivoli di vecchia tecnologia.

Quali saranno le rotte di ITA?

È ufficiale, ad oggi Alitalia non vende più i biglietti per i voli dal 15 ottobre 2021. … Da domani, 26 agosto, ITA (Italia Trasposto Aereo) inizierà a vendere i biglietti per i suoi voli.

Quale aeroporto Canarie?

Da luglio 2022: Marsiglia e Valencia. Da agosto 2022: Sofia e Belgrado. Città intercontinentali: Tokyo Haneda e Miami. Da marzo 2022: Boston, Buenos Aires San Paolo, Washington, New York, Los Angeles.

Tenerife Nord / Los Rodeos (TFN) Tenerife Sud / Reina Sofia (TFS) Gran Canaria Las Palmas (LPA) Fuerteventura Puerto del Rosario (FUE)

Chi vola a Gran Canaria?

Quanto costa volare alle Isole Canarie in aereo? Prenotando in anticipo e avendo una certa flessibilità sulle date troverai voli per meno di 100 Euro andata e ritorno, ma generalmente dovrai addebitare 120-150 Euro. In periodi come Agosto e Capodanno i prezzi aumentano notevolmente, arrivando anche a 350-400 euro.

Quali compagnie aeree volano alle Canarie?

Quali compagnie aeree offrono voli diretti per Gran Canaria Las Palmas? Ryanair, Wizz Air, Binter Canarias, Vueling Airlines, Iberia e Neos Air offrono voli diretti per Gran Canaria Las Palmas.

Quanti aeroporti alle Canarie?

Volo per le Isole Canarie I voli diretti per le Isole Canarie sono operati dalle compagnie aeree Binter Canarias, Ryanair e Wizz Air in partenza dagli aeroporti di Bologna, Milano, Pisa, Roma, Torino, Treviso e Venezia.

Quanti aeroporti alle Canarie?

Gli aeroporti delle Isole Canarie sono: Gran Canaria Las Palmas (LPA) Fuerteventura Puerto del Rosario (FUE) Lanzarote Arrecife (ACE) La Palma (SPC)

Come raggiungere le isole Canarie dall’italia?

Gli aeroporti delle Isole Canarie sono: Gran Canaria Las Palmas (LPA) Fuerteventura Puerto del Rosario (FUE) Lanzarote Arrecife (ACE) La Palma (SPC)

Dove si arriva in aereo alle Canarie?

L’isola è facilmente raggiungibile dall’Italia con numerosi voli giornalieri, la maggior parte dei quali low cost, in partenza dall’Italia per l’aeroporto spagnolo. L’aereo non è l’unico modo per raggiungere l’isola. Tuttavia, se vuoi lasciare l’Italia, tranne che con le navi da crociera, questo è l’unico modo utile.

  • Gli aeroporti delle Canarie sono:
  • Fuerteventura (FUE)
  • Gran Canaria (LPA – Las Palmas)
  • Tenerife Sud (TFS – Reina Sofia) o Tenerife Nord (TFN – Los Rodeos)

Quali sono i voli diretti per le Canarie?

Lanzarote (ACE – Arrecife)

Dove volare alle Canarie?

I voli diretti per le Isole Canarie sono operati dalle compagnie aeree Binter Canarias, Ryanair e Wizz Air che partono dagli aeroporti di Bologna, Milano, Pisa, Roma, Torino, Treviso e Venezia.

Quanto costa l’aereo per le Canarie?

Gli aeroporti di Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote, Fuerteventura e La Palma sono tutti scali internazionali, quindi devi fare riferimento a questi aeroporti quando pianifichi il tuo viaggio alle Isole Canarie.

Quando iniziano i voli ita?

Ryanair: prezzo medio di sola andata a 123,07 euro, con Milano a Gran Canaria in media a 120,08 euro e Pisa a 124,36 euro. Vueling (media di sola andata: 162,86 €): include il volo da Roma a Gran Canaria, dove il biglietto aereo costa in media 162,86 € e ha un prezzo nullo.

Velivoli ITA Dal 2022 inizieranno ad aggiungersi alla flotta velivoli di nuova generazione, che andranno progressivamente a sostituire i velivoli di vecchia tecnologia.

Quali saranno le rotte di ITA?

Come prenotare un itinerario? Iscriviti al sito di Ita Crea il tuo profilo personale MyIta: Trova i tuoi voli nell’area personale. Offerte di accesso personalizzate. Ordini più veloci e registrazione più veloce.

Quando si potrà volare con ITA?

Da luglio 2022: Marsiglia e Valencia. Da agosto 2022: Sofia e Belgrado. Città intercontinentali: Tokyo Haneda e Miami. Da marzo 2022: Boston, Buenos Aires San Paolo, Washington, New York, Los Angeles.

Come acquistare biglietti aerei ITA?

La data del 15 ottobre fin qui indicata è obbligatoria perché è da quel giorno che partirà il primo volo targato ITA e non più AZ.

Quanti vulcani alle Canarie?

I biglietti possono essere acquistati sul sito ufficiale di ITA o presso un’agenzia di viaggi. Non ci sono call center disponibili nel mese di ottobre.

L’arcipelago delle Canarie è costituito principalmente da 7 isole vulcaniche: Fuerteventura, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife, La Gomera, La Palma e El Hierro.

Come si chiamano i vulcani delle Canarie?

Quanti vulcani ci sono a Fuerteventura? Con i suoi 362 km di costa, l’isola ha più di 152 spiagge lungo la costa: 50 chilometri di sabbia bianca e fine e 25 chilometri di ghiaia vulcanica. Queste peculiarità la rendono la seconda isola con la costa più lunga dell’arcipelago.

Cosa significa Cumbre Vieja?

La marea è la terza struttura vulcanica più alta e ingombrante del pianeta, dopo Mauna loa e Mauna kea alle Hawaii, e la vetta più alta di tutte le Isole Canarie e della Spagna.

Come si chiama il vulcano della palma?

Cumbre Vieja (Old Peak in spagnolo) è un complesso vulcanico situato sull’isola di La Palma, nell’arcipelago spagnolo delle Isole Canarie.

Come si sono formate le isole Canarie?

In questi mesi la Cumbre Vieja ha distrutto 1.646 edifici (tra cui 1.318 abitazioni), 73 chilometri di strade e 369 ettari di coltivazioni.

Quando si sono formate le Isole Canarie?

Come tutti sappiamo le Isole Canarie sono isole vulcaniche e sono nate da massicce eruzioni che risalgono a circa venti milioni di anni fa. Ogni isola, pur nata dallo stesso fenomeno geologico, ha le sue peculiarità naturali.
La comunità autonoma delle Isole CanarieData stabilita
10 agosto 1982
TerritorioLe coordinate della capitale
28 ° 07â € ²12â € 15 ° 25â € ²48â € ³W Coordinate: 28 ° 07â € ²12â € 15N 25 ° 25â € ²48â € ³W (Mappa)Superficie

Qual è l’isola delle Canarie più economica?

7 446,95 km²

Quanti vulcani ci sono a Lanzarote?

le due isole Canarie più economiche per acquistare proprietà sono Tenerife e Gran Canaria. Ci sono anche case tradizionali in vendita tipiche delle Isole Canarie, come le casas cuevas, che sono costruite direttamente nella roccia e ricordano le grotte di Granada.

Quanti giorni ci vogliono per vedere Lanzarote?

Nel solo Parco Nazionale di Timanfaya ci sono 25 vulcani di Lanzarote, molti dei quali possono essere aggiunti, fino ad una somma di circa 140 coni vulcanici di piccole e medie dimensioni.

Che animali ci sono a Lanzarote?

Per visitare l’isola e i principali punti di interesse in tutta comodità, consiglio di trascorrere almeno una settimana a Lanzarote. Volendo, saresti in grado di vedere quasi tutto anche in 3 o 4 giorni, ma ovviamente saresti sempre in giro.

Regina Baresi e la vita in Francia tra palestra, padel e risotto: “In forma con tabata e grinta”

Intervista all’ex calciatrice Regina Baresi che racconta la sua formazione, l’Inter maschile e femminile e come si sta ambientando tra Parigi e Arpajon

Intervista all’ex calciatrice Regina Baresi che ci parla dei suoi allenamenti, dell’Inter maschile e femminile e di come si sta ambientando tra Parigi e Arpajon

A trent’anni Regina Baresi ha detto addio al calcio e addio all’Italia. Si è trasferito in Francia per provare una nuova esperienza e l’impatto non è stato facile, soprattutto per la lingua: “Ma capisco quasi tutto, devo solo sbloccarmi per parlare”.

Oggi Regina si gode la sua nuova vita, cucinando (soprattutto dolci e risotti), seguendo da lontano la sua Inter (“uomo e donna, ma alla fine Milano è a un’ora di aereo”) e vivendo la sua vita parigina: “Anche se non «Vivo proprio a Parigi, abito ad Arpajon, che dista una ventina di minuti, mezz’ora dalla capitale, ci vado spesso, anche se ora fa un po’ più freddo dato che di solito prendo lo scooter perché è complicato con il traffico». .

“Sono qui da agosto, le cose stanno andando bene. Vivere nel centro di Parigi sarebbe stato difficile, sia per il traffico, sia perché ho un cane, un Golden, che si chiama Ona, e mi piace avere uno spazio verde. Sto pubblicando alcuni post su Instagram che ho chiamato Tour de France solo per mostrare un po’ di Parigi e della Francia”.

Inoltre mostra sempre i suoi allenamenti sui social media.

“Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. Mi allenavo all’aperto, in giardino o andavo a correre. Adesso che fa freddo, mi sono iscritto in palestra”.

“Io peso poco o niente, perché non voglio mettermi troppo, ma tenermi in forma. Corro o mi alleno con tabata o urlo. Faccio cinque cicli, ogni ciclo ha quattro minuti in cui alterno due esercizi. Prendi 20 secondi di esercizio e 10 secondi di riposo. Faccio tutto da solo, dopo una vita di allenamento conosco gli esercizi, so quando cambiarmi per non annoiarmi, faccio circuiti misti, al massimo con cinque chili di peso, solo se voglio aumentare la difficoltà un po’”.

“Non ho quasi mai giocato una partita all’evento Bebe Vio, non ho fatto nient’altro. Gioco a paddle di tanto in tanto, giocano tutti e non mi interessa. Mi sto divertendo. “

Dopo 17 anni mi mancano le partite, gli spogliatoi, la squadra, ma queste sono cose che penso mi mancheranno sempre. Per il resto sono molto tranquillo, volevo cambiare vita e sono felicissimo”.

“Oh mio Dio… ho iniziato da zero, ho sempre fatto inglese a scuola e quando sono arrivata pensavo di sentire l’arabo, non capivo una parola. Adesso capisco quasi tutto, per parlare non l’ho ancora sbloccato, forse per timidezza. Comunque guardo film in lingua e sto studiando, anche se è molto difficile. Quindi a casa parlo italiano”.

“Sì, cucino quasi tutto, mi piace. Non faccio dieta e lo stesso vale per gli allenamenti: dopo una vita passata da atleta, so cosa devo fare per mantenermi in forma. Mi piace mangiare sano, vero, poi ovviamente cucino anche dolci o risotti”.

“Preparo bene tutti i risotti, poi adoro le costine e il purè, potrei mangiarli fino a farli esplodere. Ultimamente preparo spesso la cheesecake. Mi piacciono le cose semplici, niente cose strane”.

Passando al calcio: segui l’Inter?

Quanto ai giocatori di Inzaghi contro l’Empoli, ci hanno fatto soffrire un po’, ci hanno fatto venire un infarto. È una squadra compatta, sta crescendo, non è stato facile per l’allenatore dare continuità e carattere e invece è stato bello, anche perché il gioco è buono. La femmina ha cambiato anche la guida tecnica, Rita Guarino è un’ottima allenatrice e mi dispiace non aver passato un anno con lei. Il suo lavoro si vede, sono arrivati ​​i rinforzi e ora lo vedremo per la Champions. Forse quest’anno è ancora difficile, ma con pazienza penso che possiamo essere tutti ancora più competitivi”.

La Juventus può battere il Lione?

“Qui in Francia ho visto in diretta PSG – Lione, che sono due delle squadre più forti e sono ancora un passo avanti a noi in Italia. Ma la Juve ha dimostrato di poter giocare con tutti, certo dovrà fare la partita perfetta ma in gare come questa esce qualcosa in più che può fare la differenza”.

Ultima cosa: per Barcellona – Real ci saranno più di 85.000 persone allo stadio. È la prova finale sulla crescita del movimento delle donne?

“Allora è semplicemente venuto alla nostra attenzione. È importante vedere gli stadi pieni per avvicinare sempre più persone al calcio femminile, speriamo di vedere queste cifre anche in Italia”.

Dove è nato Beppe Baresi?

Dove sono nati Franco e Beppe Baresi? 715 partite con il Milan, 36° anno di vita (professionista) rossonero. Guido Settembrino, che poi formò l’U.S.O. (Unione Sportiva Oratorio) di Travagliato, il comune in provincia di Brescia dove Franco è nato l’8 maggio 1960, ha portato i fratelli Baresi a un provino per l’Inter.

Perché Regina Baresi si è ritirata?

Regina Baresi lascia il calcio (e l’Inter) a 29 anni: “Ora devo reinventarmi, ma vorrei continuare nel mondo del calcio”… A 30 anni devo reinventarmi ma ho altri progetti e nuove sfide. abbracciare. Spero che mi aiutino a superare la mia nostalgia per il calcio. Com’è stato il tuo primo giorno da ex?

Che numero aveva Baresi?

In questo articolo elencheremo i casi di ritiro ufficiale dei numeri di maglia individuali avvenuti, finora, nel nostro Paese, in particolare dall’autunno del 1997, quando il Milan ritirò ufficialmente la maglia numero 6 di Franco Baresi, primo caso in Italia.

Che numero aveva Cannavaro?

Cosa ha vinto baresi?

Dal 1978 al 1997 è stato un elemento chiave della rosa rossonera con cui ha vinto numerosi trofei. Nella sua bacheca personale, infatti, ci sono 6 Scudetti, ma anche 3 Coppe dei Campioni, 2 Coppe Intercontinentali, 3 Supercoppe Europee e 4 Supercoppe Italiane.

Quanti anni aveva Baresi quando si è ritirato?

Il 19 gennaio 1997 il difensore ha giocato la sua 700esima partita con il Milan e ha annunciato il ritiro dal calcio al termine della stagione 1996-1997. Il 1 giugno 1997, a 37 anni, gioca la sua ultima partita con la maglia rossonera (Milan-Cagliari 0-1).

Dove vive attualmente Franco Baresi?

Milano. Qui abita Franco Baresi, questa è la città che lo ha adottato e che il grande capitano rossonero ha più volte dichiarato sua. 715 partite con il Milan, 36° anno di vita (professionista) rossonero.

Che numero aveva Maldini?

Dopo il ritiro dal calcio, il Milan ha deciso di ritirare la maglia numero 3 indossata da anni da Maldini, così come la maglia numero 6 di Franco Baresi.

Quando si è ritirato Paolo Maldini?

Maldini, Paolo. – Calciatore italiano (nato a Milano nel 1968). Difensore versatile e veloce, considerato uno dei migliori di tutti i tempi, dotato di ottima tecnica e manualità fisica, dal 1985 al 2009 ha giocato nel Milan, anno in cui si è ritirato dall’attività agonistica.

Quanti trofei ha vinto Fabio Cannavaro?

Il record generale di Fabio Cannavaro mostra tutta la sua maestosità calcistica: 2 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Supercoppa di Spagna e 1 Coppa Italia, 1 Coppa UEFA vinta in totale con le squadre del club, abbinata al Pallone d’Oro e al Mondiale 2006.

Che fine ha fatto Fabio Cannavaro? Il 7 marzo 2019 è stato nominato commissario tecnico ad interim della Cina fino alla qualificazione per i Campionati del Mondo 2022, mantenendo il suo ruolo al Guangzhou Evergrande. Sostituisce Marcello Lippi, dimesso qualche mese prima e nominato direttore tecnico della Nazionale.

Dove vive Franco Baresi a 61 anni?

Dopo aver lasciato la sua città natale di Travagliato, Franco Baresi si è trasferito a Milano, dove vive da diversi anni e dove vive ancora oggi.

Quando hai smesso di giocare a Bari? Il 19 gennaio 1997 il difensore ha giocato la sua 700esima partita con il Milan e ha annunciato il ritiro dal calcio al termine della stagione 1996-1997. Il 1 giugno 1997, a 37 anni, gioca la sua ultima partita con la maglia rossonera (Milan-Cagliari 0-1).

Dove vive attualmente Franco Baresi?

Milano. Qui abita Franco Baresi, questa è la città che lo ha adottato e che il grande capitano rossonero ha più volte dichiarato sua. 715 partite con il Milan, 36° anno di vita (professionista) rossonero.

Cosa ha vinto Franco Baresi?

Dal 1978 al 1997 è stato un elemento chiave della rosa rossonera con cui ha vinto numerosi trofei. Nella sua bacheca personale, infatti, ci sono 6 Scudetti, ma anche 3 Coppe dei Campioni, 2 Coppe Intercontinentali, 3 Supercoppe Europee e 4 Supercoppe Italiane.

Zio Saman Abbas, estradato dalla Francia e condotto in carcere a Reggio Emilia

L’uomo è stato accusato di essere l’autore materiale dell’omicidio della giovane donna, in competizione con i suoi cugini

La danese Hasnain, zio di Saman Abbas, una giovane pachistana scomparsa il 30 aprile da Novellara, in provincia di Reggio Emilia, è arrivata a Bologna dopo essere stata estradata dalla Francia per essersi opposto a un matrimonio combinato. L’uomo è stato accusato di essere l’autore materiale dell’omicidio della giovane donna, in competizione con i suoi cugini. Al termine della procedura di estradizione con la Francia, la Danimarca Hasnain, all’aeroporto internazionale Charles de Gaulle di Parigi, è stata catturata dal personale del Servizio di cooperazione criminale internazionale, che fornisce una collaborazione gemella ai Carabinieri di Reggio Emilia. rapporti di collaborazione con le autorità francesi.

L’indagato è arrivato intorno alle 13 all’aeroporto di Bologna dove è stato prelevato dai militari del Nucleo Investigativo per essere trasferito al Carcere di Reggio Emilia a disposizione delle autorità giudiziarie.

Dalla Francia, Kamara annuncia l’addio dal Marsiglia

KAMARA ADDIO MARSEILLE – Il giovane centrocampista francese Boubacar Kamara annuncia il suo ritiro dal Marsiglia: “E’ una decisione difficile, ma penso che sia un bene per il futuro della mia carriera”, ha detto il francese al quotidiano La Provence. La sua futura destinazione è ancora incerta, ma anche la Roma è alle sue calcagna in caso di uscita di un centrocampista. Il contratto di Kamara scade a giugno 2022 ed è quindi ambito da molte squadre europee.

Leggi anche: Parla l’agente di Veretout: “Resta a Roma”. Lo scambio con Ndombele è stato rifiutato

La Cina si oppone all’accusa francese di genocidio degli uiguri

& # xD;

Commenti durante la notte & # xD;

& # xD;

Qualsiasi cosa tra 1.00 e 8.00 sarà moderata a partire dalle 8.00 & # xD;

& # xD;

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato quanto prima sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

& # xD;

Quanti e quali sono le regioni autonome della Cina?

Grazie per il tuo commentoâ & # x20AC; & # x2122;

Il commento verrà pubblicato sul tuo Facebook & # xD;

Qual è la regione più grande della Cina?

Il commento verrà pubblicato nella cronologia di Facebook

Quali sono le zone più abitate della Cina?

& # xD;

  • I commenti su questa pagina sono verificati & # xD;
  • Ti invitiamo a usare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più dure
  • & # xD;
  • & # xD;
  • In particolare, durante l’azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di eliminare i commenti che: & # xD;

Quali sono i principali fiumi della Cina?

– Non pertinente agli argomenti trattati sul sito Web e nel programmaâ & # x20AC; & # x2122; tv

Che differenza c’è tra Cina Popolare e Cina Repubblica Nazionale?

– Avere contenuti volgari, osceni o violentiâ & # x20AC; & # x2122;

Come viene anche chiamata la Cina?

– Sono intimidatori o diffamatori nei confronti di persone, altri utenti, istituzioni e religioni & # xD;

Quante città ha la Cina?

– Più in generale, violano i diritti di terziâ & # x20AC; & # x2122;

Dove si trovano le paludi Okavango?

– Promuove attività illegaliâ & # x20AC; & # x2122;

Dove sta il Botswana?

– Promuovere prodotti o servizi commerciali & # xD;

Dove si trova lo stato del Botswana?

Ci sono cinque regioni autonome della Cina: Guangxi, Mongolia Interna, Ningxia, Xinjiang e Tibet (Xizang).

Quali paesi comprende il deserto del Kalahari?

Quante province ha la Cina? La Cina amministra trentatré suddivisioni a livello provinciale di cui: ventidue province, cinque regioni autonome, quattro comuni e due regioni amministrative speciali. Invece, Taiwan amministra due comuni e due province (sebbene i due governi provinciali siano stati semplificati).

Quando nacque la Repubblica Popolare Cinese?

Chongqing è uno dei 4 comuni autonomi della Repubblica popolare cinese, di cui è il più popoloso, e anche il più grande della zona.

E le 25 città più popolose della Cina

Chi esercita il potere in Cina?

Shanghai. Con oltre 26 milioni di abitanti, la città più popolosa del mondo. …

Perché la Cina si chiama così?

Pechino. Uno spazio immenso per la terza città più popolosa del mondo (con quasi 20 milioni di abitanti)…

Che partito comanda in Cina?

Chongqing. Il centro più grande del sud-ovest, con 15 milioni di abitanti. …

Chi proclamo la repubblica popolare cinese?

Tientsin. …

Chi pose fine all’impero cinese?

Cantone.

Quale Cinese studiare?

I tre fiumi principali della Cina, ciascuno dei quali generalmente scorre da ovest a est, sfociando nel Mar Cinese, sono lo Huang He, lo Yangtze e lo Xi Jiang. Huang He, che viene dai Monti Kunlun, è il più settentrionale dei tre; sfocia nel Bo Hai (Golfo di Chihli), a nord della penisola di Shandong.

La Cina è uno? … Quando si parla di Cina, tutti pensano alla Repubblica popolare cinese, che ha come capitale Pechino e conta un miliardo e quattrocento milioni di abitanti. Nel frattempo, però, c’è un’altra Cina, la Repubblica Cinese, che ha sede nell’isola di Taiwan e comprende circa 23 milioni di persone.

  • Ufficialmente era dal 1912 Zhonghua mingo “Repubblica cinese” e dal 1949 Zhonghua renmin gonghe guo “Repubblica popolare cinese”; il nome Repubblica di Cina è stato mantenuto dal governo con sede a Taiwan (âž “).
  • La Repubblica di Cina, allo stesso livello di divisione amministrativa, governa trentadue città-contee, 226 comuni rurali e sessantuno comuni urbani.
  • Dov’è il delta del fiume Okavango? Il delta dell’Okavango, uno dei pochi delta interni esistenti, è il punto in cui il fiume omonimo termina in modo spettacolare il suo corso, creando un ricco ambiente naturale che rende i safari in Botswana incomparabili.
  • Stato sudafricano, niente mare. Confina a N con lo Zambia, a N e W con la Namibia, a S e a SE con il Sud Africa ea NE con lo Zimbabwe. Il paese è formato da un’ampia depressione tettonica, pianeggiante o leggermente ondulata, con un’altezza media di circa 1000 m.
  • Il Botswana è uno stato abbastanza grande (600370 km²) nell’Africa meridionale. Si trova nella zona compresa tra i meridiani 20° e 30° E ed è attraversata dai tropici del Capricorno.

Che differenza c’è tra cinese tradizionale è cinese semplificato?

Il Kalahari (IPA: / kalaˈari / o / kalaˈhari /) è una regione desertica dell’Africa meridionale. Si estende principalmente nel Botswana, nella cintura orientale della Namibia e nel Sud Africa nordoccidentale. Con una superficie di circa 930.000 km², è il sesto deserto più grande del mondo.

Come studiare il cinese più velocemente?

Il primo imperatore cinese fu Qin Shihuang, re del regno di Qin nel 221 a.C. unifica l’impero cinese. Quando è nata la Repubblica popolare cinese? La Repubblica popolare cinese è nata il 1 ottobre 1949, con la proclamazione ufficiale della Porta di Tienanmen nel centro di Pechino.

Quanto tempo ci vuole per studiare il cinese?

Quando è stata proclamata la Repubblica popolare cinese? La Repubblica popolare cinese fu fondata da Mao Zedong il 1 ottobre 1949, e la prima attività del nuovo sistema politico, instauratosi con la vittoria rivoluzionaria, fu di riportare i territori periferici come il Tibet e lo Xinjiang sotto la sovranità della Cina (1951) .

Come si dice ciao in cinese mandarino?

La Cina è una repubblica popolare in cui il potere è esercitato dal Partito Comunista Cinese (ä¸å ›½å … ± äº§å … š o ä¸å … ±).

Quanti sono gli ideogrammi?

Il nome deriva dalla Cina portoghese, che i primi esploratori portoghesi appresero dagli indiani o malesi, e con ogni probabilità deriva da quello della dinastia cinese Qin (221-206 a.C.) sotto il suo dominio C…. il suo paese Zhongguo “paese di mezzo” e anche Zhonghua “fiore di mezzo”.

Il Partito Comunista Cinese (PCC) (ä¸åœ ‹å… ± ç” ¢ é »¨, ä¸å› ½å… ± äº§å… š, ZhÅ ngguó GòngchÇŽndÇŽng) è un partito politico cinese fondato nel 1921, uno dei le istituzioni che più hanno determinato la storia e la politica della Cina nel XX secolo.

Quanti ideogrammi conosce un cinese?

Il 1 ottobre 1949 Mao Zedong proclamò la fondazione della Repubblica popolare cinese a Tienanmen a Pechino.

Quanti simboli ha il cinese?

Dopo aver riconquistato alcuni territori, trovò un accordo con i repubblicani. Chiese e ottenne di diventare presidente della Repubblica in cambio dell’abdicazione dell’imperatore. La Rivoluzione Xinhai terminò il 12 febbraio 1912 con l’Impero Cinese. Dopo più di 2000 anni, Pu Yi fu l’ultimo imperatore.

Quanti alfabeti cinesi ci sono?

Detto questo, vorrei dire che se stai cercando di capire che tipo di cinese imparare, ti consiglio vivamente di iniziare con il mandarino. Tuttavia, se vuoi immergerti nella storia e nella cultura linguistica della lingua cinese, studiare anche il cantonese non farà certo male.

Quanti Kana esistono?

Come imparare il cinese da zero? Esistono diversi strumenti per prendere lezioni di cinese online, eccone alcuni:

Cosa significa Kana?

L’app “HSK cinese” …

Quando si usa l hiragana e quando il katakana?

L’app Hello Chinese per studiare il cinese mandarino. …

Come si fa a leggere il giapponese?

Scopri circa 3700 caratteri cinesi su Wikipedia. …

Come leggere gli ideogrammi giapponesi?

Un dizionario cinese in tasca: Pleco. …

Come fare per imparare il giapponese?

Lavorare sulla memoria con il programma Anki.

Cooperazione internazionale, Region ha investito più di 4 milioni di euro in 3 anni per progetti in Europa, Medio Oriente, Africa e Sud America

Consolidare i risultati ottenuti e le partnership avanzate, aumentare il coinvolgimento degli attori territoriali quali enti locali, ONG, associazioni internazionali di cooperazione allo sviluppo, integrare la cooperazione internazionale e promuovere e sviluppare la pace.

Sono questi i tre obiettivi principali enunciati nel nuovo documento programmatico triennale sulla cooperazione internazionale e la pace, presentato ieri dalla vicepresidente Elly Schlein e approvato dall’Assemblea legislativa.

Sviluppato con il coinvolgimento di Mauro Felicor, Assessore alla Cultura per la Pace, sviluppato anche per promuovere la pace, il documento conferma l’importanza di questi temi per la regione Emilia-Romagna, che è il coordinatore della cooperazione internazionale nel settore. Conferenza delle Regioni.

“Questi due anni di pandemie hanno esacerbato le disuguaglianze nel mondo, ma ci hanno anche insegnato che crisi simili richiedono una maggiore cooperazione internazionale allo sviluppo, poiché nessun Paese può risolvere questi problemi da solo”, hanno commentato il vicepresidente Schlein e il consigliere Felicori. il motivo per cui la regione Emilia-Romagna ha aumentato i finanziamenti per la cooperazione internazionale negli ultimi due anni, e intendiamo continuare in questa direzione, è anche la strategia regionale per l’attuazione dell’Agenda 2030 e dei suoi obiettivi di sviluppo sostenibile, che ne è il punto di riferimento. per tutte le nostre politiche”.

“Anche se stiamo lavorando per promuovere la cooperazione internazionale e la pace – aggiungono Schlein e Felicor – non possiamo farlo senza questo contesto in mente. Coltivare la cittadinanza globale, infatti, va di pari passo con la promozione di una cultura dei diritti umani e della pace, del dialogo e del saluto interculturale, e con la promozione della storia e della memoria dei Paesi interessati.

Gli obiettivi dei progetti tradizionali e strategici di cooperazione internazionale sono gli obiettivi dell’Agenda 2030, con particolare attenzione a tre priorità orizzontali: il legame tra migrazione e sviluppo, il cambiamento climatico, la parità di genere in Africa, Medio Oriente e America Latina. , Europa, Balcani e Oriente. Questi sono integrati da progetti di emergenza e di aiuto umanitario, che sono interamente finanziati dalla regione senza vincoli geografici e sono gestiti in modo più flessibile rispetto a prima. /

Sources :

Infanzia e adolescenza: le linee guida AICS

La fragilità è uno stato di vulnerabilità fisiologica legato all’invecchiamento dovuto ad un cambiamento della capacità di riserva omeostatica e ad una ridotta capacità dell’organismo di affrontare lo stress, come le malattie acute.

Perché una persona è fragile?

Una persona fragile è una persona che si offende facilmente. È lui che cede alle difficoltà e, il più delle volte, non raggiunge i suoi obiettivi. Ha una bassa autostima, non crede in se stesso e si fida completamente degli altri. Ha alti e bassi di umore.

Cosa significa essere una persona fragile? MAP In senso figurato, e riferito a una persona, fragile indica coloro che offrono poca resistenza al dolore fisico e sono quindi delicati o fragili (salute f.; costituzione f.), 3. MAP ma anche coloro che lottano per far fronte alla morale angoscia e quindi è emotivamente debole (in questo periodo è molto f.

Cosa si intende per fragilità in psichiatria?

Sebbene non esista una definizione unanime di fragilità o instabilità emotiva, è considerato un costrutto multidimensionale caratterizzato da fluttuazioni intense e frequenti di emozioni che possono verificarsi con o senza eventi esterni piacevoli o spiacevoli.

Cosa si intende per fragilità emotiva?

La fragilità emotiva corrisponde, quindi, a una riduzione più o meno marcata della capacità di mantenere un senso di integrità e sicurezza emotiva e fisica senza perdere il controllo e senza perdere il centro interiore.

Che cos’è la fragilità emotiva?

La fragilità emotiva è una condizione per lo più acquisita dall’essere umano ed è fondamentalmente legata a: …Mancanza di modelli ed esempi nella vita degli esseri umani che hanno saputo liberarsi dall’ignoranza e dalla paura, indicando la via della liberazione, strumenti e modalità progressivo.

Quando si è fragili?

Alcune manifestazioni di fragilità emotiva sono sintomi come ansia, profonda tristezza, depressione, esperienze di estrema inadeguatezza e vergogna, persino sentirsi sbagliati, terribili, inadeguati.

Cosa vuol dire essere emotivi?

(Grafico). Più spesso, si riferisce a una persona, incline alle emozioni, soggetta a iperemozioni; per estendere., emotivo, sensibile, facilmente commosso ed eccitato: un ragazzo e; temperamento e.; come sostantivo: è un emotivo, un emotivo.

Quali sono le fragilità dell’uomo?

Al contrario, l’uomo “fragile” sembrerebbe contrassegnato da un attributo che significherebbe definire negativamente aspetti del carattere fisico o psicologico, o entrambi, come la predisposizione al fallimento fisico, alla malattia, nonché debolezza morale, timidezza, paura ., ecc.

Cosa sono le fragilità umane?

L’aggettivo “fragile†(dal latino frangere, spezzare, spezzare) indica una condizione caratteristica di qualcosa che si rompe, si rompe facilmente o, riferendosi all’essere umano, persona di debole personalità, salute, o che dona facilmente alle tentazioni.

Cosa dire sulla fragilità?

La fragilità è un valore, non una mancanza, perché ci rende meravigliosamente umani. Chi ama di meno è meno fragile, dicono tutti. A volte due persone, per stare insieme, devono prima rompersi in mille pezzi. L’amore più forte è quello capace di dimostrare la propria fragilità.

Che cos’è l alessitimia?

I pazienti alessitimici, oltre alle difficoltà nel riconoscere, nominare e descrivere i propri stati emotivi, presentano stati emotivi attenuati o completa incapacità di provare emozioni. Nella mente degli individui alessitimici, le emozioni sono confuse con le sensazioni corporee percepite.

Chi non riesce a controllare le proprie emozioni? L’alessitimia si manifesta nella difficoltà di identificare e descrivere i propri sentimenti e di distinguere gli stati emotivi dalle percezioni fisiologiche. … Un altro processo psichico comune nei soggetti con tratti di personalità alessitimici è l’incapacità di mentalizzare e simboleggiare l’emozione.

Cosa prova un Alessitimico?

Il paziente alessitimico spesso mostra poca immaginazione e immaginazione. Soffre anche di difficoltà nell’interazione con lo spazio circostante, a livello relazionale, sotto forma di dipendenza o tendenza all’isolamento, incapacità di entrare in empatia.

Come capire se una persona è anaffettiva?

Generalmente la persona affettiva si riconosce per alcuni tratti distintivi:

  • Sembra sempre fredda ed emotivamente distante.
  • Non è in grado di accettare situazioni dolorose del passato o dell’infanzia.
  • Non è in grado di accettare le critiche degli altri.
  • Non è in grado di godersi la vita e le relazioni.
  • È emotivamente instabile.

Chi non riconosce le emozioni?

L’alessitimia è l’incapacità di riconoscere ed esprimere il proprio stato emotivo. Oltre a non essere consapevoli dei propri sentimenti e ad avere difficoltà a descriverli, i pazienti alessitimici hanno problemi a distinguere gli stati emotivi dalle percezioni fisiologiche.

Cosa provoca l alessitimia?

L’alessitimia è correlata a numerosi disturbi psicosomatici fisici (es. disturbi gastrointestinali, ipertensione e disfunzione sessuale) e rappresenta uno dei fattori di rischio per lo sviluppo di condizioni psicologiche come anoressia e bulimia nervosa, abuso di sostanze, depressione e disturbi d’ansia.

Cosa comporta l alessitimia?

Cos’è l’alexithymia Le persone con alessitimia hanno grandi difficoltà nell’individuare le ragioni che le portano a provare o esprimere le proprie emozioni. Allo stesso tempo, non sono in grado di interpretare le emozioni degli altri. Le capacità immaginative e oniriche sono ridotte, a volte inesistenti.

Come si fa a capire che emozione?

Possiamo riconoscere le nostre emozioni, quindi, anche grazie al feedback che gli altri ci danno mentre interagiamo con loro. Ad esempio, se qualcuno ci fa notare che abbiamo un modo nervoso o lunatico di comunicare, potremmo scoprire che in realtà ci sentiamo nervosi e irritabili.

Come si chiama la mancanza di emozioni?

Cos’è l’alexithymia Le persone con alessitimia hanno grandi difficoltà nell’individuare le ragioni che le portano a provare o esprimere le proprie emozioni. Allo stesso tempo, non sono in grado di interpretare le emozioni degli altri.

Come capire se una persona è anaffettiva?

Identificare la mancanza di affetto, però, non è sempre facile, ma è possibile riscontrare caratteristiche abbastanza ricorrenti, come ad esempio:

  • un’attenzione esagerata per se stessi.
  • incapacità di accettare le critiche e di essere autoironico.
  • incapacità di giocare.

Chi non riconosce le emozioni?

L’alessitimia è l’incapacità di riconoscere ed esprimere il proprio stato emotivo. Oltre a non essere consapevoli dei propri sentimenti e ad avere difficoltà a descriverli, i pazienti alessitimici hanno problemi a distinguere gli stati emotivi dalle percezioni fisiologiche.

Quali sono i fattori che aumentano la fragilità nei giovani?

La velocità di deambulazione è considerata un fattore di rischio significativo per la fragilità… I domini indagati dai diversi questionari sono i seguenti:

  • Supporto sociale.
  • Rete sociale.
  • La solitudine.
  • Vivere solo.
  • Situazione sociodemografica.
  • Stili di vita.
  • Attività lavorativa.
  • Contesto sociale.

In che modo è efficace DBT ECM? Aiuta le persone a: Accettare se stessi e i fatti della vita che non possono essere cambiati. Comprendere le cause della sofferenza e dei comportamenti disfunzionali. Agire efficacemente nei momenti dolorosi senza ricorrere a comportamenti impulsivi.

Quali sono le caratteristiche della this disregolazione emotiva in adolescenza?

I dati permettono di comprendere il fenomeno della disregolazione emotiva, che è caratterizzato dalla manifestazione di comportamenti impulsivi, difficoltà nella gestione delle emozioni, automutilazione e comporta difficoltà nel perseguimento degli obiettivi, oltre che nelle relazioni interpersonali.

Quali sono le caratteristiche della disregolazione emotiva? Una persona con disregolazione emotiva può essere emotivamente instabile o reattiva e persino sperimentare fluttuazioni emotive estreme. Un altro può sentirsi cronicamente triste e incapace di accedere a sentimenti di speranza.

Come si cura la disregolazione emotiva?

Trattare la disregolazione emotiva Con una maggiore consapevolezza di ciò che il paziente e gli altri provano, dovrebbe essere più facile regolare gli affetti. Parallelamente, potrebbe essere necessario fornire strategie regolatorie basate sulla metacognizione o migliorare il dominio metacognitivo.

Cosa si intende per disregolazione emotiva?

Si parla di disregolazione emotiva quando ci manca la capacità di regolare le emozioni, organizzare l’esperienza e le risposte comportamentali; le emozioni vengono vissute in maniera eccessiva, con livelli di attivazione superiori ai limiti della finestra di tolleranza (“iperrousal†, con attivazione del sistema…

Quali sono le caratteristiche della regolazione emotiva in adolescenza?

Gli studi hanno dimostrato che durante l’adolescenza il sistema di regolazione delle emozioni implicite viene modificato rispetto all’adulto, con aumento delle risposte limbiche agli stimoli emotivi (Hare et al., 2008), riduzione del controllo prefrontale (Verude et al., 2013). ) e connettività ridotta o ridotta tra…

Che cosa si intende per fragilità F in salute mentale?

Le persone fragili non resistono a lungo allo stress delle attenzioni prolungate, si stancano di vivere insieme, anche di amare la famiglia e il prossimo, o di affrontare la sofferenza umana, ascoltando, studiando e riflettendo.

Sources :

Libri di memoria. Libro rivisto di Lia Lewi da bambino – Mosè

Venticinque pagine ingiallite legate con una cordicella viola e scritte con la mano di un bambino. È il manoscritto che Lia Levi scrisse quando aveva dodici anni e regalò ai suoi genitori il giorno dopo la Liberazione di Roma, come testimonia il titolo Dal pianto al sorriso. Breve storia di nove mesi di dominio tedesco.

È una fiction che si sviluppa in dieci capitoli titolati, ambientata nel periodo delle leggi razziali e dell’occupazione nazista. La protagonista è una famiglia ebrea i cui membri, madre, padre e figli Marcella e Bobi, sono accuratamente delineati sia nei tratti e personaggi, sia nello sviluppo narrativo. Completano il romanzo una dedica e una conclusione, oltre che un’indicazione editoriale, sorprendente per l’età dello scrittore dell’epoca: finì di scrivere il 26-12-44, copiando il 16-2-45.

Queste carte, ritrovate inaspettatamente da Lia Levi il 25 aprile 2021, nascoste tra le pieghe del diario della madre, sono trascritte e pubblicate da Piemme, integrate nel testo originale riprodotto in copia anastatica e con illustrazioni di Carla Manea.

Perché si chiama Primo Levi?

Il romanzo attuale è introdotto dalle parole dell’autrice, ormai novantenne, che descrivono la sua commozione per quella scoperta ed è seguito da un dialogo immaginario tra la scrittrice di oggi e quella di ieri, che chiarisce lo stupore per non aver riconosciuto se stessa in primo luogo, scritto da un bambino.

Esterina Dana

Perché si salva Primo Levi?

Lia Levi, Dalle lacrime ai sorrisi, illustrazioni di Carla Manea, Piemme – Il Battello a Vapore, pp. 112, Brochure, € 14,00

Come è morto Primo Levi?

Lo chiamano Primo, perché primogenito di Ester Luzzatti e Cesare Levi, avrà una sorella, Anna Maria. …

Cosa ha fatto Primo Levi?

Chi era Primo Levi? Torino di origine ebraica, Primo Levi è stato un chimico, partigiano e scrittore, conosciuto in tutto il mondo per l’opera prima, Se questo è un uomo, racconto memoriale dell’esperienza al Lager Buna-Monowitz, uno dei campi “satellitti†. .di Auschwitz.

Che mestiere faceva Primo Levi?

Prima di essere deportato ad Auschwitz, Levi ha lavorato nel laboratorio di una cava di amianto, poi in un’azienda farmaceutica. … Fu proprio ad Auschwitz che la scienza lo salvò ancora una volta. Innanzitutto perché lo studio della chimica lo ha portato a imparare il tedesco, fondamentale per navigare nelle acque torbide della birra.

Come inizio di Primo Levi?

Accompagnato dalle sue urla, un dentista che abitava nel palazzo vide subito che Levi era morto: erano le venti e dieci. L’autopsia ha stabilito che è deceduto sul colpo per una “frattura tecacranica con polpa cerebrale” 2. Sul suo corpo non sono stati riscontrati segni di lesioni non riconducibili alla caduta3.

Che lavoro faceva Primo Levi ad Auschwitz?

Partigiano antifascista, il 13 dicembre 1943 fu arrestato dai fascisti in Valle d’Aosta, prima inviato in un campo di raccolta a Fossoli e, nel gennaio 1944, deportato come ebreo nel campo di concentramento di Auschwitz.

Che laurea aveva Primo Levi?

Primo Levi (31 luglio 1919 – 11 aprile 1987) è stato uno scrittore e chimico italiano, autore di saggi, romanzi, racconti, memorie e poesie.

Che ha fatto Primo Levi?

È iniziato con promesse e propaganda, volte solo a creare consenso. È iniziato con leggi che distinguevano le persone in base alla “razza” e al colore della pelle. È iniziato con i bambini espulsi da scuola perché figli di persone di un’altra religione.

In che anno si laureo Primo Levi?

Eppure, secondo lo stesso Levi, è proprio la sua professione di chimico che non solo gli ha salvato la vita ad Auschwitz, ma gli ha anche permesso di essere lo scrittore che era: per dire che la mia vecchia professione si è in gran parte trasfusa in quella nuova.

Come ha fatto Primo Levi a sopravvivere?

Gli anni di studi. Primo Levi frequentò il liceo D’Azeglio di Torino e da subito mostrò interesse per la biologia e la chimica. Si laurea nel 1937 e decide di iscriversi al corso di laurea in Chimica dell’Università di Torino. Nel 1938 il governo fascista emana le prime leggi razziali.

Partigiano antifascista, il 13 dicembre 1943 fu arrestato dai fascisti in Valle d’Aosta, prima inviato in un campo di raccolta a Fossoli e, nel gennaio 1944, deportato come ebreo nel campo di concentramento di Auschwitz.

Quanto sta Primo Levi ad Auschwitz?

Nel luglio 1941 si laurea con il massimo dei voti e la lode, ma con una tesi in fisica. La laurea riporta l’espressione: “Primo Levi, di razza ebraica”.

Quando è da chi fu catturato Primo Levi?

Al Lager, dove soggiorna per circa un anno, Primo Levi riesce a sopravvivere grazie a circostanze fortunate, che ricorderà per tutta la vita. … Lager ha un profondo effetto sulle sue convinzioni: la consapevolezza di essere diverso come ebreo lo spinge allo scetticismo religioso.

Cosa faceva Primo Levi ad Auschwitz?

Che ci faceva Primo Levi nel campo di concentramento? Prima di essere deportato ad Auschwitz, Levi ha lavorato nel laboratorio di una cava di amianto, poi in un’azienda farmaceutica. Tornato in Italia, trova lavoro in una fabbrica di vernici a Settimo Torinese, un semplice operaio della periferia di Torino.

Che lavoro faceva Primo Levi ad Auschwitz?

Il 22 febbraio 1944 Levi e altri 650 ebrei, donne e uomini, furono stipati in un treno merci (più di 50 persone per carrozza) e destinati al campo di concentramento di Auschwitz in Polonia; il viaggio è durato cinque giorni.

Come si è salvato Primo Levi?

Catturato il 13 dicembre 1943, Primo Levi arrivò ad Auschwitz nel febbraio 1944. Fino al gennaio 1945 fu internato ad Auschwitz III-Monowitz, che descrive dettagliatamente nel suo libro più famoso, Se questo è un uomo (pubblicato per la prima volta). 1958).

Cosa faceva Primo Levi ad Auschwitz?

Prima di essere deportato ad Auschwitz, Levi ha lavorato nel laboratorio di una cava di amianto, poi in un’azienda farmaceutica. Tornato in Italia, trova lavoro in una fabbrica di vernici a Settimo Torinese, un semplice operaio della periferia di Torino. … Fu proprio ad Auschwitz che la scienza lo salvò ancora una volta.

Come è morto Primo Levi?

Eppure, secondo lo stesso Levi, è proprio la sua professione di chimico che non solo gli ha salvato la vita ad Auschwitz, ma gli ha anche permesso di essere lo scrittore che era: per dire che la mia vecchia professione si è in gran parte trasfusa in quella nuova.

Quali sono le principali opere di Primo Levi?

Come si chiama il fratello di Primo Levi?

Destinato allo sterminio, viene salvato. Prima di tutto è un chimico e lì vicino, al Monowitz Lager, c’è una fabbrica tedesca di gomma sintetica, la Buna: lì lavorerà, negli ultimi mesi della sua prigionia al caldo. Quindi è magro, piccolo, vive con poco. Lo aiuta un muratore, un piemontese come lui, Lorenzo.

Come si chiama Primo Levi?

Prima di essere deportato ad Auschwitz, Levi ha lavorato nel laboratorio di una cava di amianto, poi in un’azienda farmaceutica. Tornato in Italia, trova lavoro in una fabbrica di vernici a Settimo Torinese, un semplice operaio della periferia di Torino. … Fu proprio ad Auschwitz che la scienza lo salvò ancora una volta.

Accompagnato dalle sue urla, un dentista che abitava nel palazzo vide subito che Levi era morto: erano le venti e dieci. L’autopsia ha stabilito che è deceduto sul colpo per una “frattura tecacranica con polpa cerebrale” 2. Sul suo corpo non sono stati riscontrati segni di lesioni non riconducibili alla caduta3.

Come si salva Primo Levi?

Carlo Levi (29 novembre 1902 – 4 gennaio 1975) è stato uno scrittore, pittore, medico e antifascista italiano.

Come inizio di Primo Levi?

Ernesto Ferrero, Primo Levi.

Come la chimica ha salvato Primo Levi?

Che voto aveva Primo Levi? Gli anni di studi. Primo Levi frequentò il liceo D’Azeglio di Torino e da subito mostrò interesse per la biologia e la chimica. Si laurea nel 1937 e decide di iscriversi al corso di laurea in Chimica dell’Università di Torino. Nel 1938 il governo fascista emana le prime leggi razziali.

Come si chiama il fratello di Primo Levi?

Destinato allo sterminio, viene salvato. Prima di tutto è un chimico e lì vicino, al Monowitz Lager, c’è una fabbrica tedesca di gomma sintetica, la Buna: lì lavorerà, negli ultimi mesi della sua prigionia al caldo.

Quanti figli aveva Primo Levi?

Dove abitava Primo Levi?

È iniziato con promesse e propaganda, volte solo a creare consenso. È iniziato con leggi che distinguevano le persone in base alla “razza” e al colore della pelle. È iniziato con i bambini espulsi da scuola perché figli di persone di un’altra religione.

Quanti anni ha Lia Levi?

La chimica quindi gli ha salvato la vita, costringendolo a entrare in un laboratorio caldo negli ultimi mesi di Lager. Poi ti darà da mangiare per tutta la vita, come racconta Il sistema periodico, 1975, il più frivolo dei libri di Levi, come dirà Italo Calvino.

Che origini ha Lia Levi?

Carlo Levi (29 novembre 1902 – 4 gennaio 1975) è stato uno scrittore, pittore, medico e antifascista italiano.

Come si chiama la scrittrice Levi?

Nello stesso palazzo abitava suo figlio Renzo. Primo Levi era morto nella casa di corso Re Umberto 75, a sette minuti a piedi dalla sede di Einaudi, la sua casa editrice. Era la casa in cui era nato e in cui visse tutta la sua vita.

Come contattare Lia Levi?

Dove abita Lia Levi? Lia Levi nasce a Pisa da famiglia piemontese di religione ebraica. All’inizio degli anni Quaranta la famiglia si trasferì a Roma, dove lo scrittore vive ancora oggi.

  • Levi, Lia. – Scrittore e giornalista italiano (n. Pisa 1931). Di origine ebraica, fin da bambino ha subito discriminazioni e persecuzioni razziali, ha fondato e diretto per anni il mensile ebraico Shalom e nel 2012 ha ricevuto il Premio Pardès per la Letteratura Ebraica.
  • Lia Levi, nata a Pisa nel 1931 da famiglia piemontese di origine ebraica, fin da piccola subì persecuzioni razziali e deportazioni nei campi di concentramento durante la seconda guerra mondiale.

Come si chiama il fratello di Primo Levi?

CONTATTI

Come contattare Lia Levi?

Via Trento Casnigo.

  • 338.5336162.
  • Carlo Levi (29 novembre 1902 – 4 gennaio 1975) è stato uno scrittore, pittore, medico e antifascista italiano.

Cosa ha scritto Primo Levi?

CONTATTI

Via Trento Casnigo.

Che lavoro faceva Primo Levi ad Auschwitz?

338.5336162.

Quanti anni aveva Primo Levi al momento della cattura?

Torinese di origine ebraica, Primo Levi fu chimico, partigiano e scrittore, noto in tutto il mondo per l’opera prima, Se questo è un uomo, racconto memoriale dell’esperienza al Lager Buna-Monowitz, uno dei lager “satellitari” di Auschwitz.

Come si è salvato Primo Levi?

Perché Primo Levi è importante? Grazie al suo lavoro, Primo Levi è oggi anche per noi un “allarme antincendio”, per riprendere la definizione usata da Enzo Traverso per caratterizzare alcuni intellettuali ebrei del Novecento esiliati dalla loro lingua, dalle tradizioni dei loro genitori, ma, soprattutto tutti, da un mondo che non voleva ascoltarli (Günter Anders, Paul…

Accordo a Napoli sulla sicurezza partecipata e integrata. Continua la rimozione di altari e murales illegali

Venerdì 21 gennaio 2022, 12:04

Prefettura insieme a Regione e Comune per rafforzare la coesione sociale e promuovere la legittimità e lo sviluppo della città

Continua, a Napoli, l’attività sul territorio di rimozione di altari e murales riconducibili a società camorristiche o eretti a vario titolo in memoria di temi legati alla criminalità. L’occasione per il rilancio di questi interventi per ridare legittimità e forte conferma alla presenza dello Stato è l’accordo siglato ieri in prefettura con Regione e Comune, alla presenza del ministro Lamorgese, per promuovere e attuare la sicurezza partecipata. sistema e integrato per lo sviluppo della città.

L’esame dei reperti, svolto dalle Forze armate su segnalazione della locale Procura della Repubblica, ha consentito di ispezionare complessivamente 51 siti abusivi. La relativa progettazione degli interventi di bonifica dei siti, avviata in occasione del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza presso la Prefettura di Napoli il 4 marzo 2021, ha consentito la rimozione di 37 opere. Ad oggi sono ancora presenti 11 reperti al momento del censimento (3 altari, 6 murales/verniciati a spruzzo, 2 bandiere/poster).

Resta la scelta di proseguire l’attività di mobilitazione, tenendo conto anche del suo valore simbolico e della necessità di evitare di produrre e diffondere sentimenti di imitazione nei confronti di persone legate ad ambienti criminali.

In base alla convenzione, qualora la prefettura venga a conoscenza, attraverso attività investigative di polizia sul territorio, di un nuovo manufatto celebrativo abusivo, richiederà al comune l’espletamento delle formalità amministrative atte alla demolizione. L’amministrazione civica provvederà alla demolizione dei manufatti presenti su fabbricati o aree di demanio comunale mentre, se l’abuso persiste su fabbricati o aree di proprietà di altri enti pubblici, provvederà preventivamente alle necessarie convenzioni con questi ultimi.

Più in generale, l’accordo siglato ieri affronta diversi aspetti della vita cittadina e istituisce una sala di controllo e monitoraggio. I cinque punti del programma: prevenzione della criminalità diffusa e predatoria, misure per l’attuazione della sicurezza urbana, interventi per l’inclusione sociale, iniziative di promozione e tutela della legalità e misure per lo sviluppo del territorio. Sono previste misure che spaziano dal potenziamento della videosorveglianza, al sostegno agli anziani, alla lotta alla violenza di genere, all’occupazione arbitraria degli edifici, ai fenomeni di esclusione e vulnerabilità sociale. Interventi anche a favore dei giovani (che riguardano fenomeni di abbandono scolastico, disagio e delinquenza giovanile).

Pregiudizio o Sua Eccellenza

Quanto guadagna un funzionario del ministero degli Interni?

Lo stipendio previsto dai funzionari dei Ministeri con posizione economica III – F1 è pari a 1.870,65 Euro mensili.

Quanto guadagna un ufficiale al mese? Art. 21 Tabella Salario 1. A decorrere dal 1° gennaio 2016, la remunerazione tabellare per ciascun titolo istruttorio di carriera è stabilita nei seguenti importi annui lordi per tredici mensilità: funzionario: 95.681,78; viceprefetto: € 63.330,78; Vice Sottoufficiale: 45.576,34.

Quanto guadagna un dipendente della Prefettura?

Prefetto: lo stipendio base è di € 99.015,34, la parte fissa dello stipendio di posizione è di € 24.789,00, la parte variabile è la stessa tra € 1.714,54 e € 16.969,99, lo stipendio che ne deriva è compreso tra € 11.126,57 e € 16.009.

Quanto guadagna un impiegato del ministero?

LivelloMinimo (€)
Direttore di un dipartimento2.571,83
Zona 3 – F72.687,21
Zona 3 – F62.530,75
Zona 3 – F52.370,81

Come si fa a fare il prefetto?

DOMANDE MULTIPLE

  • una laurea magistrale con indirizzo giuridico, economico o storico-sociologico;
  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore a 35 anni;
  • virtù morali e comportamenti incommensurabili;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità fisica al lavoro;
  • una posizione regolare nei confronti degli obblighi militari.

Quanto guadagna un impiegato comunale D3?

POSIZIONE ECONOMICARETRIBUZIONE LORDA (â)
Posizione economica Q11.844,62
Posizione economica Q21.935,00
Posizione economica Q32.120,99
Posizione economica Q42.211,57

Quanto prende un dipendente comunale categoria C?

Quanto paga un impiegato civico? Per semplificare e convertire la retribuzione lorda in retribuzione netta, e quindi capire quanto si guadagna effettivamente nelle varie categorie di lavoratore civile, diciamo che lo stipendio B1 è di circa 1.250 euro al mese, C1 circa 1.350, D1 1.450.

Quanto guadagna un impiegato delle Poste Italiane?

La retribuzione media mensile per dipendente di Poste Italiane – Italia è di circa 1.240 €, ovvero il 18% in più rispetto alla media nazionale.

Cosa vuol dire fascia economica F1?

per la fascia retributiva F1, lo stipendio netto dell’Area 1 sarà di circa € 1.090; per Area 3 F1 lo stipendio netto sarà di circa 1.440 euro.

Quanto guadagna un funzionario Agenzia delle dogane?

Bene, devo correggere: la paga di C2 in Agenzia delle Dogane è di circa 1700 euro (1500 è C1). A questo si aggiunge la F.U.A. e altre ricariche, per una media netta mensile di circa 2000 – 2100 euro.

Cosa vuol dire fascia retributiva F3?

Da un punto di vista economico, invece, quali erano le aree ex A1 ed ex A1s, che stanno diventando fasce F1, F2, F3, che – rispettivamente – garantiscono uno stipendio al dipendente pubblico che – nell’ordine – € ”è pari a: 1.438,62 euro, 1.489,03 euro, 1. 543,66 euro.

Quanto guadagna un prefetto in Italia?

A partire dal 1 gennaio 2017, lo stipendio in tabella è rideterminato per ogni titolo di studio pregiudizievole di carriera nei seguenti importi annuali lordi per tredici mesi: prefetto: € 96.684,74; vice ufficiale: € 63.994,63; Il viceprefetto ha aggiunto: € 46.054,08.

Quanto guadagna un funzionario Centro per l’impiego?

Il salario medio mensile è di circa 1.100 euro netti al mese. Competenze richieste L’Operatore per i gruppi vulnerabili deve avere una conoscenza approfondita della legislazione del mercato del lavoro; deve inoltre avere una formazione specifica in campo psicologico.

Cosa significa pagare F1? per la fascia retributiva F1, lo stipendio netto dell’Area 1 sarà di circa € 1.090; per Area 3 F1 lo stipendio netto sarà di circa 1.440 euro.

Quanto guadagna un funzionario F1?

LivelloMinimoImporto totale
Zona 2 – F11.441,931.452,74
Zona 1 – F31.466,661.477,66
Zona 1 – F21.414,421.425,03
Zona 1 – F11.365,381.375,62

Quanto guadagna un funzionario del tribunale?

Il salario medio può variare da un minimo di 24.000 a un massimo di 27.000 euro lordi annui.

Quanto guadagna un funzionario del ministero del Lavoro?

Lo stipendio previsto per i funzionari dei Ministeri con posizione economica III – F1 è pari a 1.870,65 euro mensili.

Quanto guadagna un funzionario F1?

LivelloMinimoImporto totale
Zona 2 – F11.441,931.452,74
Zona 1 – F31.466,661.477,66
Zona 1 – F21.414,421.425,03
Zona 1 – F11.365,381.375,62

Quanto fa un ufficiale giudiziario? Il salario medio può variare da un minimo di 24.000 a un massimo di 27.000 euro lordi annui.

Quanto guadagna un funzionario del ministero del Lavoro?

Lo stipendio previsto per i funzionari dei Ministeri con posizione economica III – F1 è pari a 1.870,65 euro mensili.

Come si diventa vice prefetto aggiunto?

Dopo il concorso da ufficiale Dopo il primo anno sei già sottoposto a una valutazione che ti permette di diventare vice ufficiale. Chiunque ricopra questo ruolo da 9 anni e sei mesi può aspirare al ruolo di vice ufficiale.

Quali studi devi fare per diventare un ufficiale? Per partecipare al concorso pubblico che ti consente di accedere alla carriera di ufficiale, devi possedere alcuni requisiti:

  • età non superiore a 35 anni;
  • cittadinanza italiana;
  • laurea specialistica in materie giuridiche, economiche o storico-sociologiche;
  • comportamento irresistibile.

Come si fa a lavorare in prefettura?

L’unico modo per accedere a questa posizione è partecipare a un concorso pubblico altamente selettivo, con prove scritte e orali e valutazione dei titoli. La laurea è fondamentale e la legge prevede un limite massimo di età. Molti sono confusi tra il Prefetto e il Questore ma, come vedremo, sono ruoli diversi.

Come faccio a vedere se sono iscritta all AIRE?

E’ possibile verificare lo stato della richiesta AIRE tramite il portale Fast It Se la domanda è incompleta e/o contiene errori, il richiedente riceverà un messaggio in merito nella casella di Fast It.

Come rinnovare la carta d’identità italiana in Germania?

Come presentare nuovamente la carta d’identità in Germania Quando ti accorgi che il tuo documento d’identità sta per scadere, richiedi il rilascio di un nuovo documento e fissa un appuntamento con il consolato italiano competente per il comune tedesco di residenza.

Quanto guadagna un vice prefetto aggiunto?

A partire dal 1° gennaio 2018, la retribuzione fissa per ciascun titolo di studio pregiudizievole di carriera è stabilita nei seguenti importi annui lordi per tredici mesi: prefetto â € 99.015,34; viceprefetto: € 65.537,22; Vice Prefetto: â € 47.164,22.

Quanto guadagna un funzionario del ministero degli Interni?

Lo stipendio previsto per i funzionari dei Ministeri con posizione economica III – F1 è pari a 1.870,65 euro mensili.

Che grado ha il Prefetto?

consulente (abilitazione all’ingresso); vicedirettore generale (qualifica manageriale equivalente a primo dirigente); vice ufficiale (dirigente equivalente all’alto dirigente); funzionario (equivalente al direttore generale).

Sources :

Cis a Cosenza, un nuovo passo avanti nella ripartenza del borgo antico

Una buona opportunità. Questo potrebbe non risolvere del tutto il problema del centro storico, ma darà sicuramente un importante impulso al progetto di rilancio del vecchio borgo. In questa direzione va l’utilizzo dei cosiddetti Contratti Istituzionali di Sviluppo, che sono stati pensati dal governo centrale per dare impulso ai luoghi della memoria nelle città italiane. Tra questi c’è il capoluogo, Bruzio, per il quale è previsto un prestito di 90 milioni di euro per gestirlo al meglio e orientarlo verso le specificità di un quartiere dall’impatto culturale immenso ma poco sfruttato. Ad ogni modo l’indirizzo è stato rintracciato e il pallone ora è passato nelle mani dell’attuale amministrazione comunale con targa Franz Caruso già attivata affinché attraverso questa programmazione il centro storico possa davvero rinascere e diventare sempre più appetibile e non agisce solo come attrazione turistica ma anche per coloro che alla fine decidono di viverci stabilmente. Ebbene, ieri il Sottosegretario alla Cultura, Lucia Borgonzoni, ha presieduto i tavoli di coordinamento istituzionale per l’attuazione degli interventi di risanamento e rinnovamento nei centri storici di Cosenza e Napoli.

Leggi l’articolo completo sull’edizione cartacea della Gazzetta del Sud – Cosenza

Perché Macerata si chiama così?

L’etimologia del nome Macerata è controversa: alcuni storici sostengono che derivi dalle rovine dell’antica Helvia Recina, altri sostengono che derivi dal latino macera, ad indicare il luogo dove si macerano lino e canapa per poi ricavarne la lavorazione tessile fibre.

Qual è la provincia di Macerata?

Per cosa è famosa Macerata?

Macerata – 10 cose da non perdere

  • 1 – Lo Sferisterio di Macerata.
  • 2 – Musei Comunali di Palazzo Buonaccorsi.
  • 3 – Palazzo Ricci.
  • 4 – Le Chiese di Macerata.
  • 5 – Biblioteca Comunale e Università Mozzi Borgetti (UNIMC) di Macerata.
  • 6 – Teatro Lauro Rossi.
  • 7 – La Loggia dei Mercanti.
  • 8 – La torre della città e l’orologio planetario.

Perché è famosa Macerata?

Macerata è una città dalle mille anime, viva perché ospita una delle più antiche università del mondo, ma capace di conservare uno stile di vita tradizionale e autentico perché dolcemente adagiata e protetta dalle splendide colline marchigiane.

Quando nasce Macerata?

La presenza di Macerata nella Terra dei Lanei (Terra dei Lagni), uno dei distretti che formavano il territorio di Capua, è attestata fin dall’XI secolo. Secondo varie fonti, il centro cittadino si può supporre sia stato edificato due secoli prima, non prima dell’anno 841, anno in cui la Capua romana fu distrutta dai Saraceni.

Che città è MC?

Località della provincia di Macerata nelle Marche. La provincia di Macerata è una provincia italiana di 305.801 abitanti nelle Marche, con capoluogo Macerata.

Quando è nata la città di Macerata?

Il 29 agosto 1138, davanti alla pieve di San Giuliano, i due colli si unirono e il castello Castrum Maceratae diede il nome al nuovo comune, mentre il podio portava Sancti Juliani (oggi sarebbe territorio della “Cocolla ” e parte delle “Fosse”) la tradizione religiosa e il suo protettore: San Giuliano.

Quanti abitanti ha Macerata 2020?

Macerata (, /maʧeˈrata/) è un comune italiano di 40.575 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia nelle Marche.

Quanti comuni ci sono nella provincia di Macerata?

Appartengono alla provincia di Macerata 55 comuni: Apiro. Appignano. Belforte del Chienti.

Quanti abitanti ha il Comune di Macerata Campania?

annodata di rilevamentopopolazione residente
201631 dicembre10.508
201731 dicembre10.507
2018 *31 dicembre10.286
2019 *31 dicembre10.172

Perché si chiama Calabria?

Il nome Calabria deriva da CalabrÄ «, da confrontare con l’Γ Î ± Î »Î¬Î²Ï ιοι (Galábrioi) della penisola balcanica (da cui forse deriva il nome etnico CalabrÄ«).

Quando iniziò la colonizzazione romana della Calabria? Intorno al 710 a.C Questo tratto di mare che separava la Grecia dalla Calabria era attraversato da uomini che, dopo aver consultato l’oracolo di Delfi, cercarono nuove terre da occupare. I nuovi coloni stabilirono il loro dominio sull’intera regione e fondarono la città di Sibari.

Chi sono gli antenati dei calabresi?

Ki Bua è la creatura da 500 milioni di dollari trovata in una grotta australiana. «Diretto antenato dei calabresi», ha spiegato Sugnu, «era già allo stato fossile, vivendo in ambienti caratterizzati da divani, sedute e tappeti. …

Quale popolo viveva in Calabria?

Il suo territorio fu abitato da un gran numero di antichi popoli quali Ashenazi, Ausoni, Enotri (Itali, Morgeti, Siculi), Lucani, Bruzi, Greci e Romani; nel medioevo da Bizantini e Normanni; poi, dopo la sorte del Regno di Napoli, dagli Angioini e dagli Aragonesi; finalmente ha trovato il suo posto oggi…

Come si chiamava la Calabria prima?

La Calabria si chiamava Italia: re Italo Enotria si chiamava anche Italia con capoluogo Acri (comune in provincia di Cosenza). Nel tempo, però, solo la Calabria a sud di Catanzaro e Lamezia Terme è stata chiamata Italia fino in fondo.

Come è nata la Calabria?

Nel 744 aC un gruppo di coloni calcidesi fondò la città di Rhegion (l’attuale Reggio Calabria) all’estremità meridionale della penisola calabrese. Poco dopo, i Calcidesi ristabilirono Zancle (l’attuale Messina) dall’altra parte dello stretto e si assicurarono il dominio su questo estuario.

In quale parte d’Italia si trova la Calabria?

La regione Calabria d’Italia si trova all’estremità meridionale della penisola tra il Mar Tirreno e lo Ionio. Ha una superficie di 15.222 km2, 404 comuni e una popolazione di 1.894.110 abitanti. nel 2020; Densità 124 abitanti / km².

Come è la Calabria?

L’area è per il 49% collinare, per il 42% montuosa e solo per il 9% pianeggiante. I rilievi hanno la loro vetta più alta nel Monte Pollino (2.267 metri) a nord, mentre in Sila e Aspromonte raggiungono i 2.000 metri. … Degne di nota anche le risorse forestali, di scarsa importanza la pesca e la zootecnia.

Quando la Calabria si chiamava Italia?

Durante il suo regno gli Enotri non si chiamavano più che, adottando il nome Itali, derivava da quello del re. … Nel corso del tempo, però, solo la Calabria a sud di Catanzaro e Lamezia Terme è stata chiamata Italia fino alla punta dello stivale.

Come si chiamava la Calabria ai tempi dei greci?

L’italiano. … Secondo i Greci, prima della colonizzazione, la regione era abitata da diverse comunità, tra cui gli Ausoni-Enotri (vicoltori) che erano gli Itali, i Morgeti, i Siculi, i Choni. Ed è proprio dal mitico sovrano Italo che la Calabria fu chiamata “Italia”.

Come si chiamava l’Italia nell’antichità?

Re Italo estese il suo dominio sull’Enotria, che si estendeva su un vasto territorio compreso tra l’attuale Calabria e l’asse Metaponto-Posidonia (dalla foce del Bradano alla foce del Sele). prima di Enotria nomossi: ora, come è famosa, dopo aver preso il nome Italo, si dice Italia.

Quanti paesi nella provincia di Cosenza?

In questa categoria sono raccolti gli articoli relativi ai 155 comuni della provincia di Cosenza.

Qual è il comune più grande della provincia di Cosenza?

Cosa c’è ad Amantea?

Cosa vedere ad Amantea

  • I resti del Castello di Amantea. …
  • La suggestiva grotta “sotterranea” situata sotto il centro storico. …
  • Il Palazzo delle Clarisse di Amantea. …
  • Gli scogli di Isca al largo di Amantea. …
  • La struttura del Mediterraneo Palace Hotel. …
  • L’ingresso al centro benessere del Parkhotel Tyrrenian.

Cosa c’è ad Amantea? Ad Amantea sono tante le chiese da visitare: la Collegiata di San Biagio o Chiesa Matrice, la Chiesa di San Bernardino da Siena, la Chiesa del Carmine o di San Rocco. La Chiesa dei Cappuccini o Santa Maria la Pinta e la Chiesa di Sant’Elia o Gesù.

Quanto è grande la Provincia di Cosenza?

La provincia di Cosenza è una provincia italiana della Calabria. Con una superficie di 6709 km² è la provincia più grande della Calabria, la quinta provincia più grande d’Italia e la seconda più grande del sud, e anche la provincia più popolosa della Calabria con 673.163 abitanti.

Quanto è grande Cosenza? Comune di Cosenza in Calabria (37,86 km2 con 65.623 abitanti nel 2020), capoluogo di provincia. Si trova a 238 m sul livello del mare. all’estremità meridionale del Vallo del Crati, che separa l’altopiano della Sila dalla catena costiera, alla confluenza del Busento e del Crati.

Cosa significa Cosenza?

La definizione di Cosenza nel dizionario è un paese in Italia, in Calabria.

Come è nata Cosenza?

Una città le cui origini possono essere fatte risalire all’VIII secolo aC. quando si formò il villaggio originario di Kos. Questi ultimi ne fecero una delle città più importanti del loro regno nel XVI secolo, fondando nel 1511 l’Accademia Cosentina. …

Che città è CS?

Cosenza (, IPA: [koˈzÉ ›nʦa], Cusenza [kuˈsÉ›nÊ£a] in cosentino) è un comune italiano di 64.075 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Calabria.

Come si chiamano le persone che vivono a Macerata?

& # xd83d; & # xdc6a; Come si chiamano gli abitanti dei comuni Gli abitanti di “Macerata” sono detti “Maceratesi” e sono circa 42.040 abitanti. Il comune di Macerata ha una superficie di 93 km² e si trova in provincia di Macerata (MC) nella regione Marche.

Quando è nata Macerata? La presenza di Macerata nella Terra dei Lanei (Terra dei Lagni), uno dei distretti che formavano il territorio di Capua, è attestata fin dall’XI secolo. Secondo varie fonti, il centro cittadino si può supporre sia stato edificato due secoli prima, non prima dell’anno 841, anno in cui la Capua romana fu distrutta dai Saraceni.

Sources :