“Carino” in giapponese: comprensione della cultura “kawaii” in Giappone (con frasi di esempio)

“Carino” in giapponese: comprensione della cultura “kawaii” in Giappone (con frasi di esempio)

Luglio 5, 2021 0 Di Phenixseo

Informativa completa: questo post contiene link di affiliazione. ?

Ti interessano anime, manga, moda o cultura giapponesi? Allora ti imbatterai sicuramente nella cultura かわいい (kawaii), che è qualcosa di “carino” nella lingua e nel contesto giapponesi.

In effetti, la carineria è così radicata nella cultura giapponese che la vedi ovunque in tutti i tipi di forme, dal guro-kawaii (“carino grossolano”) al kimo-kawaii (“carino spaventoso”).

Le mascotte per la maggior parte dei marchi sono progettate per essere kawaii. I gruppi pop giapponesi vestono, parlano e recitano in stile kawaii. Harajuku ha così tante sotto-modi di abiti kawaii che ha preso una vita propria.

Quindi, se hai intenzione di imparare il giapponese, devi capire la cultura carina giapponese e padroneggiare alcune parole giapponesi carine.

Facciamo emergere il nostro kawaii interiore!

“Carino” in giapponese – Kawaii

“Carino” in giapponese – Kawaii

可愛い (kawaii in kanji) significa “carino” in giapponese, anche se spesso è scritto solo in hiragana come かわいい (kawaii). Ma il significato di “kawaii” può cambiare in base al contesto.

A volte significa qualcosa di “piccolo” e “amabile”. Altre volte significa “adorabile”, “infantile” o anche “timido”. In realtà, rappresenta qualsiasi simpatico personaggio “kawaii”.

Esistono interi generi di anime e manga progettati per adattarsi a questo personaggio, come CardCaptor Sakura, Madoka Magica e, naturalmente, la leggendaria Sailor Moon.

E oltre alle vibrazioni shoujo anime kawaii, ci sono anche personaggi kawaii nella maggior parte degli altri spettacoli, specialmente per i bambini. Come Doraemon, Pikachu e Hello Kitty.

Parole giapponesi carine

Parole giapponesi carine

Oltre a かわいい (kawaii), ci sono altre parole giapponesi carine che dovresti sapere per sembrare carine in giapponese.

Tieni presente che quasi tutto può sembrare carino in giapponese e molto spesso dipende da come dici la parola. Estrarre il suono vocale finale, pronunciarlo in modo nasale o acuto o aggiungere simpatiche “finali” alle parole sono tutti modi per farle sembrare “più carine”.

Kirei – “Bello” o “Pulito”

きれいな (kirei na) è un aggettivo che significa che qualcosa è “bello” o “pulito”. Puoi rilasciare な (na) quando lo usi da solo per esclamare “きれい!”

Ma se lo colleghi a un sostantivo, ad esempio per dire che una donna è bella, diresti: きれいな女性 (kirei na josei).

Dokidoki – Cuore che batte

ドキドキ (dokidoki) è un’onomatopea giapponese usata per descrivere il suono di un cuore che batte forte. Lo vedrai spesso nei manga scritti accanto a una persona il cui cuore batte forte e arrossisce per essere vicino alla sua cotta.

Puoi anche allegare il verbo する (suru, “fare”) e dire ドキドキする (dokidoki suru) – “il mio cuore batte forte!”

Kurakura – “Vertigini” o “Vertigini”

クラクラ (kurakura) è un’altra onomatopea che significa “vertigini” o “vertigini” di felicità. Puoi usarlo per esprimere che sei così felice ed eccitato o che ti gira la testa.

Puoi anche abbinarlo a する (suru) per renderlo un verbo.

Fuwafuwa – “Soffice”

Un’altra parola giapponese carina è フワフワ (fuwafuwa) che descrive qualcosa come “soffice”. Usalo con cose come un cuscino soffice, una coperta morbida o un gatto soffice.

Kirakira – “Sparkling” o “Glittering”

キラキラ (kirakira) significa che qualcosa è “scintillante” o “brillante”. Così tante cose carine sono descritte come キラキラ.

Curiosità: se digiti キラキラ con una tastiera giapponese, viene suggerita l’emoji ✨ perché ~luccicante~.

Pikapika – “Lucido”

Sì, come i Pokemon!ピカピカ (pikapika) significa “brillante” come una scintilla.

Molte onomatopee giapponesi sono usate per sembrare carine o descrivere le cose in modo carino, quindi le sentirai spesso.

Yokatta – “Sono contento” o “Yay!”

良かった (yokatta in kanji) è il passato di いい (ii), l’aggettivo irregolare che significa “buono”. Quindi 良かった può significare qualcosa “era buono”.

Ma come esclamazione o risposta, di solito scritta solo in hiragana come よかった (yokatta), significa “Fantastico!” o “Sono contento!” È anche usato come “yay” quando esclami con gioia.

Tanoshii – “Divertente” o “Allegro”

楽しい (tanoshii) ha molti significati diversi, da “piacevole” a “felice” a “piacevole”. È spesso usato per dire che qualcosa è o è stato divertente.

Puoi anche usare le frasi 楽しみにしてる (tanoshimi ni shiteru) o 楽しんで (tanoshinde) in situazioni casuali. Il primo significa “Non vedo l’ora” e il secondo significa “Buon divertimento!”

Ureshii – “Felice”

嬉しい (ureshii) è usato per dire che sei “felice” o “felice”. Le ragazze spesso lo esclameranno quando sta succedendo qualcosa di buono o quando sono felicemente sorprese.

Wanwan e Nya-nya- – “Cane” e “Gatto”

Quindi, tecnicamente, ワンワン (wanwan) e ニャーニャー (nya-nya-) sono i suoni onomatopeici che fanno rispettivamente un cane e un gatto.

Ma i bambini spesso chiamano i cani ワンワン (wanwan) invece di (inu), e talvolta i gatti ニャーニャー (nya-nya-) invece di 猫 (neko).

Anche se di solito è qualcosa che dicono i bambini, a volte anche adolescenti e donne lo dicono per sembrare carini.

Ne – “Giusto?”

ね (ne) è una particella di fine frase usata per dire “giusto?” Ma è anche usato per ammorbidire una frase e sembrare più carino.

Ad esempio, かわいいね! (kawaii ne!) significa “Carino, vero?” Potresti lasciare fuori il ne ma aggiunge ulteriore carineria.

Jan – “Non è vero?”

Una contrazione di じゃない (ja nai) e usata solo in situazioni informali.じゃん è usato alla fine delle frasi proprio come ne per dire “non è vero?”

Ad esempio, とってもかっこいいじゃん (tottemo kakkoii jan) significa “È FANTASTICO, vero?”

La contrazione sembra più casuale e le ragazze spesso la usano per sembrare più carine.

Riferirsi a se stessi in terza persona

E infine, se vuoi suonare めっちゃかわいい (meccha kawaii, “super carino”), fai riferimento a te stesso in terza persona.

Sì, invece di dire “io”, usa il tuo nome per parlare di te! Questo dovrebbe sembrare più “bambino” e carino, e molte giovani donne adulte lo fanno.

Un avvertimento però: alcune persone lo trovano un po’ odioso.

Kawaii: cultura carina in Giappone

Kawaii: cultura carina in Giappone

Ci sono quattro temi principali che tendono ad apparire nella cultura giapponese: kawaii (“carino”), youkai (“fantasmi”), mecha e temi apocalittici.

Ci sono un sacco di ragioni per cui queste tendenze emergono molto. Ma la cultura kawaii è sicuramente una delle più importanti perché si sovrappone anche alle altre 3 categorie.

Ad esempio, ci sono diversi livelli di kawaii, come il kimo-kawaii, che è “spaventoso-carino”. Pensa come un simpatico Pokemon di tipo Spettro:

C’è anche busu-kawaii o guro-kawaii che significa “brutto” o “grossolano” carino. L’idolo J-Pop Kyary Pamyu Pamyu è un famoso esempio di utilizzo del guro-kawaii per creare tendenze.

Un manga della vecchia scuola, Rave Master, aveva spesso molti personaggi busu-kawaii:

E c’è l’ero-kawaii, che è cose come cameriere e catgirl. Ci sono anche alcuni idoli J-Pop più osé come Koda Kumi che si sono fatti un nome come ero-kawaii:

Vedrai la cultura kawaii ovunque in Giappone perché la “carineria” è considerata pura, attraente e felice.

Annunci e suoni sono spesso in toni carini. Le mascotte Chibi sono ovunque e i social media sono pieni di emoji kawaii.

Puoi anche vedere come la cultura kawaii sia permeata anche nella società occidentale. Uno dei mega successi dei videogiochi del 2020 è stato Animal Crossing, in gran parte grazie al suo gameplay disinvolto e ai design carini e felici.

Kawaii ha anche forti legami con le studentesse, in particolare le uniformi scolastiche e la calligrafia. Molte uniformi scolastiche in Giappone sono viste come “kawaii” e alla moda. (Questo ha i suoi problemi, però, come sono sicuro che puoi immaginare.)

Alcune ragazze scrivono anche con uno script più “arrotondato”, chiamato “scrittura gattino”, per sembrare più morbide.

A volte la carineria eccessiva viene definita burikko, che è qualcuno che usa la carineria come una maschera e risulta un po’ finta.

Moda Kawaii

Moda Kawaii

Non puoi parlare di cultura kawaii senza parlare di vestiti kawaii. La moda carina è una parte importante della cultura giapponese, specialmente nel quartiere di Harajuku a Tokyo, in Giappone.

Se sei un fan di Gwen Stefani, potresti ricordare che ha preso una forte ispirazione dai suoi giorni senza dubbio in Giappone, dove amava esplorare la moda ad Harajuku. Lo stesso vale per Nicki Minaj che si fa chiamare la “Harajuku Barbie” e indossa spesso la moda street style giapponese.

Ci sono tonnellate di stili di sottocultura che spesso tendono ad assumere anche un’intera personalità. Alcuni dei più grandi sono decora, sweet lolita, gothic lolita, gyaru, mori kei, fairy kei e visual kei.

Il visual kei è lo stile gotico e androgeno degli anni ’80 e metà degli anni ’90, probabilmente più conosciuto da artisti come Dir en gray e L’Arc~En~Ciel.

La moda Lolita è spesso l’abito kawaii ispirato all’era vittoriana. Ci sono molti sottoinsiemi alla moda lolita, ma i due principali sono dolci e gotici. Di solito si tratta di abiti con volant, camicette, sottogonne e calzettoni.

Decora è una grande tendenza della moda con abiti dai colori arcobaleno super luminosi e un sacco di accessori carini e pompon.

La moda Gyaru è spesso un’esagerazione delle tendenze della moda occidentale. Un sacco di abbronzatura, capelli grandi (di solito biondi) e trucco troppo sagomato.

Infine, il fairy kei è come un mix pastello di decora e lolita, con tonnellate di rosa, viola, blu e vestiti in stile baby doll. Il Mori kei usa colori tenui e neutri, molti strati e vestiti.

Anime Kawaii: Archetipo di Ragazza Magica

Anime Kawaii: Archetipo di Ragazza Magica

Le ragazze kawaii nei disegni anime e kawaii hanno avuto un enorme impatto sulla società giapponese.

La cultura kawaii non è iniziata dagli anime. Ma è diventato sicuramente più popolare negli anni ’80 e ’90 a causa di mega-hit come Sailor Moon, che ha dato il via alla tendenza manga shoujo (ragazza) di simpatici archetipi di Magical Girl. (Chiamato anche 魔法少女, mahou shoujo, in giapponese.)

Shoujo è diventato pieno di personaggi e temi di ragazze magiche dopo di ciò. Dai romanzi CLAMP a Tokyo Mew Mew e persino i film di Hayao Miyazaki, come Kiki’s Delivery Service.

Queste storie basano il personaggio su aspetti kawaii, con abiti carini e fronzoli, capelli colorati e occhi enormi. Sailor Moon ha fatto tendenza e molti lo hanno seguito: la maggior parte degli spettacoli di ragazze magiche include una scena di trasformazione.

E non puoi dimenticare Hatsune Miku, una star K-Pop olografica che ha combinato kawaii e cultura tecnologica con elementi magici da ragazza.

Naturalmente, ci sono anche altri anime e manga shoujo meno magici. Come Fruits Basket, Lovely Complex, Kare Kano e K-On!

Anche nei fumetti shonen (“da ragazzi”), non puoi sfuggire ai personaggi kawaii. Spettacoli come One Piece hanno anche alcuni personaggi guro-kawaii ed ero-kawaii.

Ma anime e manga sono diventati così popolari in tutto il mondo, in parte, a causa della sua ossessione per tutte le cose kawaii che in Occidente non abbiamo allo stesso livello.

Ha diffuso le vibrazioni dell’otaku (“mega-fan”) in tutto il mondo.

Va bene, lascia che il tuo io Kawaii splenda

Vai avanti, goditi tutte le cose carine in giapponese: non giudicheremo! È difficile resistere a tanta dolcezza quando è ovunque nella cultura giapponese!

E se sei pronto per la tua prossima missione in lingua giapponese, potresti imparare alcuni proverbi giapponesi o imparare belle parole ed espressioni giapponesi in seguito.

Caitlin Sacasas

Scrittore di contenuti, fluente in 3 mesi

Parla: inglese, giapponese, coreano, spagnolo

Caitlin è una creatrice di contenuti, istruttrice di fitness, zero perditempo, amante delle lingue e nerd di Star Wars. Scrive su fitness e sostenibilità a Rebel Heart Beauty.

Scrittore di contenuti, fluente in 3 mesi

Come usare å ¯æ„›ã „ã §ã ™ (kawaii desu) in una frase. Quando metti insieme å ¯æ„›ã „ e 㠧㠙, ottieni la frase giapponese å ¯æ„›ã „ã §ã ™. Ora che sappiamo che å „›ã „ significa “carino” e 㠧㠙 sta collegando la parola o la frase che segue al soggetto della frase, è facile dare un senso a questa frase come, “[il soggetto è] carino”.

Parla: inglese, giapponese, coreano, spagnolo

L’uso moderno della parola si traduce in “carino”, “adorabile” o “adorabile”. La forma originale della parola, tuttavia, ha avuto una svolta più oscura. … Ciò si manifesta in connessione con la cultura kawaii poiché le femmine sono percepite come carine solo se tornano alle loro identità infantili, sia fisicamente che mentalmente.

Caitlin è una creatrice di contenuti, istruttrice di fitness, zero perditempo, amante delle lingue e nerd di Star Wars. Scrive su fitness e sostenibilità a Rebel Heart Beauty.

"Kawaii desu ka" tradotto direttamente in inglese è "Cute?" Kawaii è la parola giapponese per carino. Desu è quello che metti alla fine di quasi tutte le frasi giapponesi. Ka è una particella interrogativa. Può anche essere tradotto in "è carina?" "È carino" eccetera.

Visualizza tutti i messaggi di Caitlin Sacasas

Kawaii significa "carino" in giapponese, ed è associato a un’estetica della cultura pop di cose come animali coccolosi e cuori rosa.

Come si usa il kawaii in giapponese?

Fondamentalmente, kawaii significa “carino” o “carino”. Quando vedi cose adorabili come Hello Kitty o Pikachuu, viene pronunciato kawaii. A volte il kawaii può essere usato anche per qualcosa di brutto o volgare. Ci sono alcune parole combinate come busu-kawaii (brutto-carino), kimo-kawaii (grosso-carino).

Il kawaii è infantile?

sinonimi di carino

  • adorabile.
  • bellissimo.
  • affascinante.
  • delizioso.
  • piacevole.
  • bella.
  • delicato.

Cos’è il kawaii desu ka?

Doki Doki o doki-doki (giapponese: ドキドキ) è un termine per il suono di un cuore che batte nel simbolismo sonoro giapponese.

kawaii significa carino?

Kawaii (かわいい): carino. Adorabile.

Come si dice carino in gergo giapponese?

Simpatiche parole giapponesi che ti faranno sorridere

  • ã ‹ã‚ ã „ã „ (kawaii) — Carino. Abbiamo dovuto menzionare questo. …
  • ã ¨ã ã ©ã (tokidoki) — A volte. La ripetizione è un tratto o una caratteristica delle parole giapponesi. …
  • ã らã ら (kurakura) — Vertigini. …
  • 㠂㠟ら㠗㠄 (atarashii) — Nuovo. …
  • ã «ã “ã «ã “ (nikoniko) — Sorridi. …
  • ã Šã „ã —ã „ (oishii) — Delizioso. …
  • ã‚‚ã‚‚ (momo) — Pesca. …
  • 㠻㠗 (hoshi) — Stella.

Quali sono alcune parole carine?

12 bellissime parole giapponesi che devi conoscere

  • Shinrinyoku (森林浴) Hai presente quel momento in cui cammini in una foresta e tutta la luce verde naturale ti investe? …
  • Ikigai…
  • Itadakimasu (lo prendo io) …
  • Natsukashii (nostalgico)…
  • Wabi-Sabi…
  • Kanbina (dolce) …
  • Mono-non-consapevole…
  • Furusato

Cosa significa Doki Doki in giapponese?

17 simpatiche parole giapponesi che ti faranno svenire

  • Pioggia torrenziale — Pioggia intensa La lingua giapponese ha diverse espressioni per indicare la pioggia. …
  • Martellante – Eccitato ….
  • Carino ….
  • Borsa dolorosa….
  • Fame o bambino — Moccioso ….
  • Gattino — Gattino….
  • Miao — Miao….
  • Aikyo — Amore per la propria città natale.

Come si dice carino negli anime?

Mayu è un nome giapponese che significa “vero o dolcezza”. Questo nome giapponese breve e dolce significa “bellissimo fiore di ciliegio”. Misato è un giapponese popolare che significa “bello” o “bella conoscenza” o “bellissimo villaggio”. Miyu può significare entrambi ” bella luna “o” bella connessione “e” bella gentilezza”.

Quali sono le parole giapponesi carine?

Kawaii (giapponese: ã ‹ã ç or’adorable’) è la cultura della dolcezza in Giappone… Gli esempi includono una calligrafia carina, alcuni generi di manga e personaggi come Hello Kitty e Pikachu.

Qual è la parola giapponese più bella?

Baka (stupido, stupido in hiragana, o stupido in katakana) significa & quot; sciocco & quot;, o (come sostantivo aggettivale) & quot; sciocco & quot; ed è il termine peggiorativo più frequentemente usato nella lingua giapponese. , un’etimologia incerta (forse dal sanscrito o dal cinese classico) e complessità linguistiche.

Quali sono alcune parole kawaii carine?

Le ragazze kawaii sono ragazze che si vestono secondo un’estetica specifica. Indossano molti vestiti luminosi, colorati e con gale, come pantaloncini a palloncino, fiocchi giganti e tute fantasia. Oltre a un look specifico, le ragazze kawaii sono anche troppo carine nei loro manierismi, comportandosi in modo adorabilmente infantile.

Sources :