Dakar 2022 - Tappa 7: Loeb vince e accorcia le distanze da Al-Attiyah .it

Dakar 2022 – Tappa 7: Loeb vince e accorcia le distanze da Al-Attiyah .it

Dopo la meritata giornata di riposo di ieri, la Dakar ha ripreso la sua corsa con la settima tappa di questa edizione, che ha portato la carovana da Riyadh ad Al Dawadimi, lungo una distanza complessiva di 700 chilometri, di cui 402 ore. Il più veloce oggi è stato Sébastien Loeb: il francese del Bahrain Raix Extreme ha spinto la sua Hunter T1 + all’estremo e ha vinto i test davanti alla Toyota Hilux di Nasser Al-Attiyah, oggi numero due. Successivamente le due Audi di Carlos Sainz e Stéphane Peterhansel.

Innanzitutto, nonostante i problemi tecnici. Dopo la sesta tappa, il francese – oltre a perdere terreno a favore del pilota – ha dovuto cedere anche il secondo posto a Yazeed Al-Rajhi. Oggi è riuscito a recuperare bene e ha anche rosicchiato cinque minuti sul suo diretto rivale. Al-Attiyah, invece, resta il leader senza grossi problemi, con un margine di 45 minuti che non lo fa sentire a suo agio, ma che gli permette comunque di gestire la situazione con più lucidità. Nonostante la vittoria, Loeb non è riuscito a tenere per sé l’insoddisfazione causata da un problema al motore che ha compromesso gli ultimi chilometri del nastro della sua tesi: “Abbiamo fatto un ottimo test, ma a una cinquantina di chilometri dal traguardo i problemi: il motore si è spento, poi ha ricominciato. “Abbiamo perso molto tempo, ma siamo comunque finiti in testa. Non mi lamento, ma non siamo in una posizione forte. Non abbiamo una strategia: vogliamo solo fare del nostro meglio e guarda come va alla fine”.

Al-Attiyah rimane il leader. Dal culmine della sua esperienza ad Al-Attiyah benissimo, che la sua è una posizione privilegiata, ma che non può riposare sugli allori perché la Dakar non perdona le distrazioni. I qatarini del team Toyota Gazoo Racing hanno commentato la settima tappa, dicendo: “La seconda settimana di questa gara è completamente diversa. Stamattina non abbiamo attaccato, ci abbiamo provato solo più tardi. Non seguo nessuna strategia particolare: se possiamo vincere le prove speciali, lo facciamo senza indugio. La nostra priorità è dare il massimo giorno dopo giorno, speriamo che alla fine ci dia ragione.

Audi in marcia. Il periodo di apprendimento continua per il team Audi Sport con la RS Q e-tron. Nella tappa odierna il risultato è positivo e vede tutti e tre gli equipaggi raggiungere la Top 10: Carlos Sainz ottiene un meritato terzo posto, dopo aver lottato per le prime posizioni con i protagonisti, per poi arrendersi nella fase finale. Bene anche Peterhansel, numero quattro di oggi, dopo una serie di problemi che spesso lo hanno tenuto lontano dalle posizioni che contano. Ekstrom chiude ottavo. Nonostante sia stato subito chiaro che la vittoria di quest’anno non era subito a portata di mano, l’obiettivo principale di Audi Sport è arrivare al traguardo e conoscere il più possibile questa rivoluzionaria vettura elettrica con estensione di gamma per puntare al successo nella prossima edizione .

Dakar 2022, classifica generale dopo la 7a tappa

Al-Attiyah / Baumel – Toyota Hilux (23h 52’22”)

2. Loeb/Lurquin – Hunter BRX Prodrive (+ 44’59”)

Al-Rajhi / Orr – Toyota Hilux (+ 53’31”)

Alvarez/Monleon – Toyota Hilux (+ 1h 15’09”)

5. Przygonski / Gottschalk – Mini JCW (+ 1h 30’04”)

Terranova / Oliveras Carreras – Hunter BRX Prodrive (+ 1h 36’55”)

7. Vasilyev / Uperenko – BMW X5 (+ 1h 39’47”)

Prokop/Chytka – Ford Raptor RS (+ 1h 44’48”)

9. De Villiers / Murphy – Toyota Hilux (+ 1h 47’14”)

Halpern / Grey – Mini JCW (+ 1h 58’24”)

Sources :