Daphne Scoccia, come attrice, mi rivolgo alla coscienza

Daphne Scoccia, come attrice, mi rivolgo alla coscienza

(ANSA) – ROMA, 15 GEN – Un percorso “che è anche scuola” Così Daphne Scoccia considera il mestiere di attrice, in cui ha debuttato a poco più di 20 anni, nel 2016, con Fiore di Claudio Giovannesi. Un esordio che ha subito messo in luce l’intensità emotiva, la giovane interprete, protagonista della prima masterclass in streaming (disponibile su mymovies) della Serie Cultural Hope. Sono sei incontri, destinati ai ragazzi, organizzati da Alice in the City e dall’associazione creata da Anna Foglietta, Every Child is my child, con ospiti come protagonisti eccezionalmente mettendo al centro il tema del riscatto attraverso la cultura e l’impegno per il cinema, musica e sport. Il viaggio di Daphne è assolutamente unico e già ricco Scoccia, che si era trasferito a Roma da San Benedetto del Tronto “con l’idea di sconvolgere la mia vita ricominciando da zero. Facevo il cameriere in un’osteria e un giorno sei persone vennero a un tavolo , tra questi c’erano il regista Claudio Giovannesi e il cast Chiara Polizzi. Alla fine del servizio sono venuti da me e mi hanno chiesto se avessi mai fatto la spesa. Da lì è iniziato tutto. “Il film, sull’amore tra due giovani detenuti. , li ha portati nel 2017, al secondo posto, alla candidatura del David di Donatello e alla vittoria del Premio Guglielmo Biraghi ai Nastri d’Argento. “Non pensavo che la bella esperienza mi avrebbe regalato qualcosa di così grande – spiega – quello che mi piace di più è mettermi nei panni di qualcuno in punta, imparare ad essere sempre il più empatico. Il mio obiettivo non è l’apparenza, ma provare aprire la coscienza delle persone su un argomento o sulla vita di qualcuno. “Dopo Fiore, Daphne Scoccia non ha mai smesso. Adesso ha almeno quattro film pronti o in post-produzione, dalla commedia Rido perché ti amo di Paolo Ruffini in francese Au sud di Lionel Bayer, con Isabelle Carrè. “Ci sarà anche la terza stagione di Nero a mezzo (serie Rai1 con Claud Jeg Amendola) dove ci saranno delle novità. “Si è anche presentata all’opportunità di partecipare a Vindens vei, il film , attualmente curato da Terrence Malick, mentre esplora alcuni episodi della vita di Cristo. (MANEGGIARE).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Sources :