Guida alle particelle coreane: come utilizzare le particelle coreane [con esempi]

Guida alle particelle coreane: come utilizzare le particelle coreane [con esempi]

Agosto 13, 2021 0 Di Phenixseo

Informativa completa: questo post contiene link di affiliazione. ?

Sai cos’è una particella? Sono minuscoli elementi costitutivi essenziali per la struttura della frase coreana.

Non li abbiamo davvero in inglese, ma sono come articoli o preposizioni. Cioè, piccole parole che funzionano per completare e collegare una frase, come “a”, “in” o “an”.

Quindi, le particelle coreane potrebbero essere un territorio grammaticale nuovo e confuso all’inizio. Ma non temere! Li analizzeremo e daremo loro un senso.

Come mai? Perché è impossibile parlare bene il coreano senza capire come usare correttamente le particelle.

Ecco cosa tratteremo:

Spiegazione delle particelle coreane: cosa sono e come funzionano

Le particelle coreane segnano il ruolo che il nome prima di loro gioca nella frase.

In inglese abbiamo preposizioni come “with” e “in”. Abbiamo parole direzionali come “a” e articoli come “il”. Abbiamo anche parole e segnalini che segnano il tempo, il luogo, la quantità di oggetti, il possesso e altro.

In coreano, queste sono tutte chiamate particelle.

Quindi, se volessi dire “Sto andando al negozio” in coreano, dovresti conoscere la particella “a” affinché sia ​​grammaticalmente corretta.

Le particelle ti dicono anche quali sono il soggetto, l’argomento e l’oggetto di una frase. Si attaccano alla fine del sostantivo come un suffisso. Questo ti aiuta a distinguere la funzione del sostantivo e il significato della frase.

Perché è importante? Perché non dovrebbe essere ovvio nella frase?

Bene, il soggetto della frase è spesso omesso in coreano. Ad esempio, in inglese diciamo: “Vado al negozio a prendere il latte”. Ma in coreano, si capisce che “sono” quello che sta andando, quindi dicono solo “vado al negozio a prendere il latte”.

Poiché il soggetto è omesso, le particelle aiutano a mantenere la frase in ordine in modo da sapere che il soggetto è omesso.

Quante particelle coreane ci sono?

Quante particelle coreane ci sono?

Ci sono molti. Ma dipende da chi chiedi e cosa conti come particella.

Secondo alcune fonti, ci sono circa 128 particelle nella lingua coreana.

Ma ci sono 18 particelle coreane comuni che devi sapere. Il resto puoi ritirarlo mentre vai in coreano.

Queste 18 particelle svolgono il lavoro grammaticale di base in una frase, come segnare l’argomento ed esprimere la posizione o la direzione. Segnano anche il possesso e aiutano a collegare le frasi.

Particelle di marcatura di argomento e soggetto in coreano

Particelle di marcatura di argomento e soggetto in coreano

Il primo è la particella del soggetto in coreano, che è la più comune ma in realtà un po’ complicata.

Perché in inglese il soggetto e l’argomento sono la stessa cosa (nella maggior parte dei casi, nel contesto scritto, può esserci una differenza).

In coreano, però, il soggetto e l’argomento di una frase possono essere diversi.

Particella di marcatura dell’argomento: 은 / 는

은 (eun) / 는 (neun) contrassegnano l’argomento di una frase e sono usati per indicare informazioni o fatti noti. È anche usato per enfatizzare un sostantivo o per contrastare due sostantivi.

Lo utilizzerai spesso con affermazioni su te stesso o sugli altri (come parlare del tuo lavoro o descrivere la personalità di qualcuno). O quando stai cambiando conversazione e vuoi enfatizzare il nuovo argomento.

은 e 는 sono gli stessi, ma 은 segue un sostantivo che termina con una consonante (o batchim, il carattere di fondo in un blocco hangul coreano). 는 segue un sostantivo che termina con una vocale.

이름은 케이틀린입니다 Je ireum-eun Keiteullin imnida. “Mi chiamo Caitlin.”

작가예요. Geu-nun jagga yeyo. “E’ uno scrittore”.

In entrambi i casi, l’argomento della frase che stiamo enfatizzando è seguito da un’affermazione che è un dato di fatto. È uno scrittore, il mio nome è Caitlin.

Particella di marcatura del soggetto: 이 / 가

이 (i) / 가 (ga) funzionano come 은 / 는, quindi può creare confusione. Ti ci abituerai con il tempo!

Come con la particella di marcatura dell’argomento, 이 e 가 si attaccano a seconda dell’ultimo carattere. si attacca ai nomi che terminano in consonante e 가 ai nomi che terminano in vocale.

이 / 가 segue un nome che è il soggetto di una frase che presenta nuove informazioni. Quindi queste informazioni potrebbero non essere reali e potrebbero cambiare.

Se hai mai studiato lo spagnolo, pensa a questo come ser vs. estar. 이 / 가 è come estar in spagnolo e 은 / 는 è più simile a ser. (Ser ed estar si traducono entrambi con “to be” in inglese, ma possono dare a una frase un significato diverso in spagnolo.)

È anche più spesso usato nelle frasi in cui il soggetto sta facendo un’azione.

Noterai anche che nelle frasi di esempio dall’alto, mentre “io” e “lui” sono l’argomento, il focus della frase è “Caitlin” e “scrittore”. Perché è quello che dà le informazioni importanti.

Ma con 이 / 가, l’informazione importante è il soggetto, il nome a cui è collegato.

개가 저기 앉아 있어요. gae-ga jeogi anja isseoyo. “Il cane è seduto laggiù.”

내일 날씨가 추울 겠어요. naeil nalssi-ga chuul gesseoyo. “Domani farà freddo”.

Nota come il soggetto non deve essere la prima parola di una frase, e la parte importante è “cane” e “tempo”. Senza di essa, non sapremmo cosa c’è seduto laggiù o cosa sarebbe freddo domani.

Particella di marcatura degli oggetti in coreano: 을 / 를

Particella di marcatura degli oggetti in coreano: 을 / 를

Per contrassegnare l’oggetto di una frase (il sostantivo che riceve l’azione del verbo), si usa 을 (eul) / 를 (leul).

Riesci a indovinare come utilizzerai ciascuno? Se hai indovinato che è usato con nomi che terminano in consonante e 를 con nomi che terminano in vocale, hai ragione!

Ora, se conosci la tua grammatica coreana di base, allora sai che l’ordine delle frasi coreane è soggetto-oggetto-verbo (SOV). Questo è l’opposto dell’inglese che segue un modello grammaticale soggetto-verbo-oggetto (SVO).

Ciò significa che, in inglese, le nostre frasi con oggetti assomigliano a:

Io gioco ai videogiochi. Soggetto verbo oggetto

Io gioco ai videogiochi. Soggetto – oggetto – verbo.

Quindi, usando le nostre particelle di marcatura di argomenti e oggetti, abbiamo:

나는 비디오 게임을 하세요. na-neun bidio geim-eul haseyo. “Io gioco ai videogiochi.”

Nota: puoi rilasciare 나는 (na-neun) se è già chiaro che “io” gioco ai videogiochi. L’argomento viene spesso abbandonato in coreano.

Particelle di tempo e posizione: 에 e 에서

Successivamente abbiamo particelle di tempo e posizione che ci aiutano a esprimere dove e quando le cose si verificano.

에 (e) può esprimere sia il tempo che il luogo, ed è usato indipendentemente dal sostantivo che termina in una consonante o vocale. 에 potrebbe essere tradotto come “a”, “in”, “on” o “at”.

Quindi useresti questa particella quando parli di un luogo in cui stai andando, dove metti qualcosa, dove ti trovi attualmente, su cosa imposti qualcosa, ecc.

가요. Pyeonuijeom-e gayo. “Vado al minimarket.”

책을 책상 위에 놓았어요. Chaek-eul chaeksang wi-e nohasseoyo. “Ho messo il libro sulla scrivania.”

Per quanto riguarda 에서 (eseo), segna il luogo in cui stai facendo o hai fatto qualcosa. Può anche essere usato come “da”.

왔어요. Miguk-eseo wasseoyo. “Vengo dall’America.”

운동했어요. Cheyuggwan-eseo undong haesseoyo. “Mi sono allenato in palestra”.

Nella prima situazione, usiamo 에서 per significare “da” e nella seconda, lo usiamo per dire dove ho fatto il mio allenamento.

Puoi anche usare 에서 per dire dove si verifica qualcosa o com’è in quel luogo. Quindi, quando descrivi dove si svolge la descrizione dell’aggettivo, usi 에서.

캘리포니아에서 주택은 비싸요. Kaelliponia-eseo jutaek-eun bissayo. “Le case sono costose in California.”

Ci sono due note speciali qui:

Particelle di direzione: 으로 / 로

으로 (euro) / 로 (ro) sono particelle di direzione con alcuni significati sovrapposti alle nostre particelle di posizione. Ma 으로 / 로 hanno molti usi diversi.

으로 / 로 può significare “a”, “verso”, “da”, “con”, “da” o “per”. Ci sono ancora più situazioni in cui useresti questa particella coreana comune, ma questo ti dà una buona idea del suo significato.

Come con alcune delle altre particelle, è usato quando il sostantivo che procede termina in una consonante. E 로 quando finisce in vocale (o se il sostantivo finisce in ㄹ, perché confluiscono quando parlano).

버스로 학교에 갈 거야. Beoseu-ro hakkyo-e gal geoya. “Vado a scuola in autobus.” (O in un inglese più naturale, “Prenderò l’autobus per la scuola.”)

일으로 갈 거예요. Il-euro gal geoyeyo. “Sto andando a lavorare.”

In quest’ultimo esempio, avremmo potuto usare anche 에 e dire:

갈 거예요 Il-e gal geoyeyo. “Sto andando a lavorare.”

Significano più o meno la stessa cosa, tranne che l’uso di 으로 indica che stai andando nella direzione del lavoro. Un po’ come in inglese quando diciamo: “Vado al lavoro, quindi lo prendo mentre vado lì”. Questa particella fornisce lo stesso contesto compreso in cui ti stai dirigendo in una direzione specifica.

Per questo motivo, / 로 può anche essere aggiunto dopo ~쪽 (jjok) per dire specificamente che ti stai muovendo “nella direzione di _”.

걸어요. jeo-jjok-euro geoleoyo. “Vai da quella parte.”

저 (jeo) è “quello”, quindi collegare ~쪽 lo rende “quel modo” o “quella direzione”. Aggiungi la particella 으로 / 로 e significa andare nella direzione di “quello”.

Particella possessiva: 의

의 (ui) è il modo in cui esprimi la proprietà o il possesso in coreano. Attaccalo a un sostantivo per renderlo possessivo, come aggiungere “‘s” in inglese.

차. Eomma-ui cha. “La macchina di mamma.”

책. Geu-ui chaek. “Il suo libro.”

Una nota sulla pronuncia: 의 (ui) quando aggiunto a parole come questa si pronuncia più come 에 (e) che “oo-ee”. Quindi 엄마의 si dice più come “awm-mah-eh” che “awm-mah-oo-ee”.

L’eccezione è con “io” e “tu” in coreano. Queste parole vengono contratte nella loro forma possessiva:

나 (na, “io” informale) → 나의 (naui) → 내 (nae) 저 (jeo, “io” formale) → 저의 (jeoui) → 제 (je) 너 (neo, “tu”) → 너의 (neoui ) → 네 (ne)

Questo ha senso se ricordi che 의 suona più come “e”. La pronuncia scorre meglio in questo modo.

친구. Nae chingu. “Mio amico.”

음식. Ne eumsik. “Il tuo cibo.”

Particelle connettive: 과 / 와, 하고, 고 e 이랑 / 랑

Queste particelle di collegamento significano tutte “e” o “con” o collegano due verbi che si ripetono.

Quindi iniziamo con 과 (gwa) / 와 (wa). Connetti quando il sostantivo prima di terminare con una consonante e 와 quando termina con una vocale. È più spesso usato nel discorso scritto e in situazioni formali, e di solito è usato quando i due nomi hanno una relazione. Quindi, in questo senso, è più simile a “con”.

하고 (hago) può essere usato sia con un sostantivo consonante che con vocale. è anche più spesso usato per iscritto. Usi questo “e” quando i due nomi che stai collegando non sono in alcun modo correlati, li stai solo affermando.

고 (go) è una particella connettiva che si collega a verbi o aggettivi piuttosto che a nomi.

Infine, (irang) / 랑 (rang) sono usati principalmente quando si parla perché è più casuale. Ma per il resto, è lo stesso di 과 / 와. 이랑 si usa con i sostantivi in ​​consonante e 랑 con i sostantivi che terminano in vocali.

베이컨을 먹어요 Gyelan-gwa beikeon-eul meogeoyo. “Mangio uova e pancetta.”

사과하고 딸기가 있어요. Sagwa-hago ttalgiga isseoyo. “Ho mele e fragole.”

책을 읽고 자러 갔어요. Chaek-eul ilg-go jaleo gasseoyo. “Ho letto un libro e sono andato a letto.”

밥이랑 고기를 먹어요. Bab-irang gogi-leul meogeoyo. “Mangio riso e carne.”

Nota con 과 e 이랑, c’è una relazione tra i due nomi collegati: li sto mangiando insieme. Mentre con 하고, sto solo affermando due cose che ho. Non sono collegati.

Particelle di conteggio coreane

Ci sono molte particelle di conteggio coreane che vengono utilizzate per aiutare a contare qualsiasi cosa, dal numero di persone alle bottiglie, al tempo e ai libri. È un intero argomento a sé stante, ma ecco alcune delle nozioni di base che devi sapere:

Quest’ultimo è audace, perché è il tuo contatore catch-all. Se non ricordi quale contatore usare, puoi usare 개 (gae) e farti capire.

Tutti i contatori di cui sopra tranne 분 (panino) per i minuti utilizzano il sistema di numerazione coreano nativo per contare. 분 (panino), però, usa i numeri sino-coreani. Se non li conosci ancora, vai a questa guida ai numeri coreani.

I contatori coreani con il sistema coreano nativo elencano prima l’elemento che stai contando, quindi il numero + il contatore:

저는 개가 두 마리 있어요. Jeo-nun gae-ga du mari isseoyo. “Ho due cani.”

Con i numeri sino-coreani, non hai nemmeno bisogno dell’oggetto perché è ovvio. Ad esempio, con 분 (panino) per minuti:

콘서트는 5 분 후에 시작하세요. Konseoteu-neun o-bun hue sijag haseyo. “Il concerto inizia tra 5 minuti.”

Con i numeri sino-coreani, puoi usare l’hangul 오 (o, “cinque”) o usare 5. Ma con i numeri coreani nativi, di solito lo scrivi in ​​hangul.

Particella interrogativa in coreano: 까 e 을까요

Per fare una domanda in coreano, usi la particella ~까 (kka) quando usi la desinenza formale coreana ~입니다 (imnida).

있습니까? Eumsik-i issseumnikka? “C’è del cibo?”

Ma nel discorso educato e casuale, non c’è nessuna particella interrogativa. Basta aumentare l’intonazione della sillaba finale, come in inglese.

있어요? Eumsik-i isseoyo? “C’è del cibo?”

C’è un’altra domanda finale che possiamo usare però, per chiedere “dovremo?” È ~을까요 (eulkkayo) / ㄹ까요 (lkkayo).

Cambiamo la radice del verbo in modo che finisca in (se termina in una consonante) o aggiungiamo ㄹ in fondo al blocco hangul se termina in una vocale. Quindi aggiungi 까 e diventa una domanda da porre o invitare qualcuno a fare qualcosa.

? Meok-eulkkayo? “Mangiamo?”

? Galkkayo? “Andiamo?”

Con “mangiare”, la radice del verbo è 먹 (meok). Finisce in una consonante, quindi ~을까요 è attaccato alla fine. Con “to go”, la radice del verbo è 가 (ga), quindi poiché termina in una vocale, alleghiamo ㄹ in fondo, seguito da 까요.

desinenze nominali coreane + particelle

Ci sono molte altre particelle coreane che si attaccano alle estremità dei nomi che significano cose specifiche.

Il primo è 도 (fare). Significa “anche” o “troppo” e può sostituire altre particelle. Ecco un esempio:

나도 스타 워즈를 좋아해요. Na-do Seuta Wojeu-leul johahaeyo. “Anch’io amo Star Wars.” o “Mi piace anche Star Wars”.

Il prossimo è 까지 (kkaji), che significa “fino a”.

7 시까지 일했어요. Ohu ilgopshi-kkaji ilhaesseoyo. “Ho lavorato fino alle 19:00.”

L’ultimo che stiamo coprendo è 만 (uomo). Questo significa “solo”.

드라마 만 보아요. Deolama-uomo boayo. “Guardo solo drammi”.

uff! Concludiamolo

Le particelle coreane hanno molto da imparare, quindi non lasciarti sopraffare da tutto in una volta. Esercitati con una particella alla volta e impara come e quando usarla.

Esercitati a creare frasi tue o a parlare con un partner di scambio linguistico. Più li usi, più facile diventeranno!

Quindi, perché non imparare qualcosa di divertente come simpatiche frasi coreane aegyo o trovare un nuovo dramma coreano da guardare e imparare.

E dai un’occhiata a queste risorse per imparare il coreano. Sono i preferiti di Benny Lewis, ed è il fondatore di Fluent in 3 Months!

Caitlin Sacasas

Scrittore di contenuti, fluente in 3 mesi

Parla: inglese, giapponese, coreano, spagnolo

Caitlin è una creatrice di contenuti, istruttrice di fitness, zero perditempo, amante delle lingue e nerd di Star Wars. Scrive su fitness e sostenibilità a Rebel Heart Beauty.

Scrittore di contenuti, fluente in 3 mesi

Particelle coreane per l’uso quotidiano

  • 1 ~ì €/는 (~ eun / neun | Soggetto/Argomento)
  • 2 ~ì ´/ê°€ (~i / ga | Soggetto) …
  • 3 ~ì „/를 (~eul/reul | Oggetto) …
  • 4 ~ì— (~e | Ora/Luogo) …
  • 5 ~ì— ì„œ (~ eseo | Posizione) …
  • 6 ~께/ì— ê²Œ/한테 (~kke/ege/hante | Per dare qualcosa a qualcuno) …
  • 7 ~께서/ì— ì„œ/한테서 (~kkeseo/eseo/hanteseo | Per ricevere qualcosa da qualcuno)

Parla: inglese, giapponese, coreano, spagnolo

La maggior parte delle desinenze verbali coreane di base

  • , 이에요/예요 – È/sono/sono.
  • 있다 – Avere, Esistere e 없다 – Non avere, Non esistere.
  • V + 아요/어요 o ㅂ니다/습니다 – desinenza verbale presente.
  • V + 았어요/었어요 – Fine del verbo al passato.
  • V + 겠어요 e V + (으)ㄹ 거예요 – Finale al futuro.
  • V + 지 않아요/ 않았어요/않을 거예요 – desinenze negative dei verbi (Don’t, Didn’t, Will’t)

Caitlin è una creatrice di contenuti, istruttrice di fitness, zero perditempo, amante delle lingue e nerd di Star Wars. Scrive su fitness e sostenibilità a Rebel Heart Beauty.

Origine
Parola/nome coreano
Senso "autunno"
Altri nomi
Ortografia alternativa Ka-eul

Visualizza tutti i messaggi di Caitlin Sacasas

Le 6 particelle coreane più comuni e come usarle

  • Particella argomento: ì € e 는 Una particella argomento dice a tutti di cosa si sta parlando. …
  • Particella Oggetto: ì ´ e ê°€ …
  • Particella oggetto: ì „ e 를 …
  • Particelle di collegamento: 와, ê³¼, 하고 e ëž‘…
  • Particella plurale: 들 …
  • Particella possessiva: ì ˜

Come si usano le particelle in coreano?

Dal sino-coreano 恩 (eun) che significa "gentilezza, misericordia, carità" o 銀 (eun) che significa “argento, denaro”, così come altri caratteri hanja che si pronunciano allo stesso modo. Di solito si verifica in combinazione con un altro carattere, sebbene a volte sia usato come nome autonomo.

Come si finisce una frase in coreano?

Le posposizioni coreane, o particelle, sono suffissi o parole brevi nella grammatica coreana che seguono immediatamente un nome o un pronome. Questo articolo utilizza la romanizzazione riveduta del coreano per mostrare la pronuncia. Di seguito sono riportate le versioni hangul nella forma ortografica ufficiale.

Cosa significa Eul in coreano?

2.1 Ordine costituente in coreano Tipologicamente, il coreano è solitamente classificato come lingua SOV che consente una relativa libertà di ordine costituente.

Cosa sono le particelle coreane?

Le frasi coreane sono costituite da un “verbo soggetto” o da un “verbo soggetto oggetto”. Ad esempio: – ìº ëŸ´ì ´ 와요[Carol-i wha-yo ], verbo soggetto, viene Carol. … Le particelle sono attaccate alle parole nelle frasi coreane ed esprimono il ruolo delle parole nella frase.

Cos’è Eun in coreano?

가 • (ga) (infinito di 가다) forma connettiva di 가다 (gada, “andare”): per via dell’andare, dell’andare. forma informale di 가다 (gada, “andare”): go (indicativo/interrogativo/imperativo), andiamo.

Come si chiamano le particelle coreane in coreano?

Genere Femminile
Origine
Parola/nome coreano
Senso "amore"

Il coreano è SVO o SOV?

Come funzionano le particelle coreane?

Questi sono usati per introdurre un argomento o confrontare/confrontare con qualcuno o qualcosa in una frase. ì € e 는 sono attaccati ai sostantivi: si aggiunge는 a un sostantivo quando il sostantivo termina in vocale, andì € a un sostantivo quando il sostantivo termina in consonante.

Cosa significa GA in coreano?

은/는 sono chiamate particelle Topic mentre 이/가 sono chiamate – Particelle Soggetto. La cosa che confonde è che argomento e soggetto a volte non sono chiaramente distinguibili. La persona o la cosa che è l’obiettivo principale della frase è chiamata argomento. Il soggetto della frase non è sempre l’argomento.

Cosa significa suonare in coreano?

Quando si allega una particella di marcatura argomento, è necessario scegliere 은 o 는. Quello che scegli dipende dalla parola che viene prima. viene utilizzato quando la parola precedente termina in una consonante e 는 viene utilizzato quando la parola termina in una vocale. Nell’esempio sopra, viene utilizzato perché 오늘 termina in una consonante (ㄹ).

In che modo i coreani mettono insieme le frasi?

In coreano ci sono vocali di base di cui dovresti prendere nota sono le 10 vocali di base, queste sono ㅏ(a),ㅑ(ya),ㅓ(eo),ㅕ(yeo), ㅗ(o), ㅛ(yo), (u), ㅠ(yu), (eu), (e).

Sources :