Il modo migliore per imparare una lingua [Scientificamente provato, testato in poliglotta]

Il modo migliore per imparare una lingua [Scientificamente provato, testato in poliglotta]

Luglio 7, 2021 0 Di Phenixseo

Informativa completa: questo post contiene link di affiliazione. ?

“Qual è il modo migliore per imparare una lingua?”

“Qual è il modo più veloce per imparare nuove parole?”

“Come posso sembrare un madrelingua?”

“Devo davvero studiare la grammatica?”

Gli hacker linguistici si pongono continuamente questo tipo di domande.

Tutti vogliamo utilizzare metodi di studio efficaci in modo da poter imparare velocemente una lingua e parlarla bene.

Ma molti insegnanti di lingue e programmi danno consigli contrastanti. Come possiamo sapere se stiamo spendendo il nostro tempo sulle cose giuste?

Fortunatamente, gli studenti di lingue non sono gli unici a scervellarsi su queste domande.

I linguisti, le persone che studiano la scienza del linguaggio, hanno trascorso decenni osservando come le persone imparano le lingue. E anche se non hanno ancora tutte le risposte, hanno scoperto molto su cosa funziona e cosa no.

Quindi diamo un’occhiata ad alcune delle domande più comuni nell’apprendimento delle lingue e a ciò che la scienza ha da dire su di esse. Vedremo anche il modo migliore scientificamente provato per imparare una lingua in modo da poter diventare studenti di lingue migliori.

1. Parla dal primo giorno

1. Parla dal primo giorno

Apprendimento correlato: 5 rituali per aiutarti a imparare una lingua più velocemente

Qual è il modo più veloce per imparare nuove parole in un’altra lingua?

Ci sono tanti modi per imparare il vocabolario quanti sono gli studenti di lingue di successo.

Il dibattito più importante, per quanto riguarda la scienza, è spesso su quale sia l’approccio migliore. Dovremmo memorizzare le parole usando le flashcard? O dovremmo coglierli naturalmente attraverso la lettura e l’ascolto?

In realtà, hanno un po’ ragione entrambi. Entrambe le tecniche sono utili per motivi diversi e se riesci a bilanciare le due, sarai su un vincitore.

Qui a Fluent in 3 Months, il metodo collaudato è parlare dal primo giorno per aiutarti a usare e ricordare ciò che impari.

Ecco un video su come mettere in pratica questo approccio:

Puoi anche consultare i nostri articoli sui modi migliori per imparare una lingua più velocemente in spagnolo, giapponese, tedesco, inglese, francese, coreano e persino latino.

2. Crea una situazione di “immersione domestica”

2. Crea una situazione di "immersione domestica"

Apprendimento correlato: 16 modi per immergersi a casa

Qual è il modo migliore per imparare una lingua da solo o online? Non possiamo alzarci tutti e viaggiare all’estero finché non diventiamo fluenti.

Bene, un modo per farlo è attraverso l’immersione domestica.

È possibile creare un ambiente immersivo a casa. Ci vuole solo un po’ di impegno e pazienza.

Ad esempio, puoi utilizzare i social media per immergerti a casa. Puoi anche utilizzare i social media per trovare community con cui chattare.

Anche cambiare la lingua del telefono o guardare programmi nella lingua di destinazione ti aiuterà a ottenere un’esperienza coinvolgente. E, naturalmente, vorrai quanta più pratica possibile di parlare e scrivere.

I tutor online sono uno dei modi migliori per ottenere una pratica orale di alta qualità da casa e in Fluent in 3 Months abbiamo trovato che Preply è una buona piattaforma per trovare tutti i tipi di tutor. Puoi dare un’occhiata alla recensione di Preply di Fi3M per imparare come usarlo.

Ecco un breve video con maggiori dettagli sull’immersione domestica:

3. Usa le migliori app per l’apprendimento delle lingue per imparare una lingua velocemente

3. Usa le migliori app per l'apprendimento delle lingue per imparare una lingua velocemente

Apprendimento correlato: le nostre risorse consigliate

Se stai imparando una lingua da solo a casa, ti consigliamo di utilizzare le migliori app per l’apprendimento delle lingue per iniziare.

Ma ce ne sono così tanti… Quindi come fai a sapere quale usare?

Beh, dipende dalla lingua che stai imparando, dai tuoi obiettivi e dal tuo stile di apprendimento preferito.

Ecco perché il team di Fluent in 3 Months esamina tonnellate di app e risorse linguistiche, come:

Quando decidi le migliori app per l’apprendimento delle lingue da utilizzare, scegli solo 1 – 3 per cominciare. Se ne usi troppi contemporaneamente, diventerà ripetitivo e distrae.

È una buona idea avere un’app per il vocabolario che ti piace e almeno un’app che ti insegni la struttura della lingua. Dopodiché, potresti sceglierne uno che ti dia pratica nel modo in cui impari meglio.

Quindi, ad esempio, se preferisci ascoltare, prova i podcast in lingua Pod101. Se preferisci leggere, prova LingQ.

Usi anche qualcosa di non tradizionale, come imparare tramite Netflix o Nintendo. Ecco un video su come farlo:

4. Prova la scienza delle flashcard

4. Prova la scienza delle flashcard

Apprendimento correlato: come utilizzare un palazzo della memoria per potenziare il tuo vocabolario

Molti studenti usano sistemi di flashcard.

Al giorno d’oggi, la maggior parte delle persone usa app come Anki che lasciano uno specifico lasso di tempo tra le revisioni delle carte utilizzando un sistema chiamato ripetizione spaziata.

Questa tecnica si basa sulla ricerca dello psicologo tedesco Hermann Ebbinghaus. La sua ricerca ha dimostrato che le persone apprendono di più quando decidono di imparare piuttosto che stiparlo.

Ciò significa che ricorderai una parola molto meglio se la guardi una volta al giorno per cinque giorni, anziché cinque volte nello stesso giorno.

Ebbinghaus ha anche notato che le persone tendono a ricordare meglio le cose quando possono collegarle a esperienze personali. Puoi trarne vantaggio utilizzando una tecnica di memoria chiamata mnemonica.

La tecnica mnemonica prevede il collegamento di parole nella lingua che stai imparando a parole e immagini nella tua lingua che suonano simili.

Ad esempio, per ricordare la parola cinese mandarina per libro, shu, potresti immaginare un libro con una scarpa sopra. Questo ti aiuta a collegare l’immagine di un libro alla sua traduzione cinese.

L’utilizzo di queste tecniche può aiutarti a bilanciare l’apprendimento di cose nuove e la revisione, come spiegato in questo video:

La ripetizione distanziata e i mnemonici possono aumentare rapidamente il potere delle tue parole e far sentire il tuo cervello come una fantastica macchina per l’apprendimento del vocabolario. Ma non sono le strategie fondamentali per la memoria.

In effetti, un uso eccessivo di queste tecniche può effettivamente danneggiare il tuo vocabolario, ed ecco perché.

5. Usa il contesto per imparare le parole in modo naturale

5. Usa il contesto per imparare le parole in modo naturale

Apprendimento correlato: contestuale: la lingua più utile che conosci già Already

Potresti non saperlo, ma il tuo cervello è già una fantastica macchina per l’apprendimento del vocabolario. E c’è un modo migliore scientificamente provato per imparare una lingua: è attraverso il contesto.

Quando leggi o ascolti qualcosa, il tuo cervello non prende ogni parola alla lettera. Invece, sta prendendo statistiche su quali parole appaiono insieme spesso in modo che possa anticipare ciò che verrà dopo ed elaborare il discorso più velocemente.

I neuroscienziati hanno trovato un modo per misurare quando il tuo cervello fa questo. I nostri cervelli emettono segnali elettrici, che cambiano a seconda del compito che il tuo cervello sta affrontando.

Gli scienziati possono leggerne alcuni, usando una tecnica chiamata elettroencefalografia, per studiare come il tuo cervello elabora il linguaggio (ma non preoccuparti, non possono leggere la tua mente… ancora!).

Uno di questi segnali, chiamato N400, cambia a seconda che le parole abbiano senso nel contesto o meno. L’N400 è relativamente piccolo per le combinazioni di parole previste, come caffè e panna. Aumenta in altezza per combinazioni di parole inaspettate, come caffè e schifezze.

Ciò significa che gli scienziati possono leggere l’altezza N400 per analizzare il tipo di aspettative che hai su quali parole di solito si verificano insieme. Se il tuo N400 non aumenta per il caffè e la merda, potrebbero chiedersi come diavolo hai bevuto il tuo caffè.

Negli studenti di lingue, l’N400 cambia in base alla competenza. Più le persone imparano una lingua, più il loro modello N400 è vicino a quello di un madrelingua.

Quindi, una parte importante della fluidità è prendere statistiche e costruire aspettative su ciò che le parole di solito appaiono insieme, come fanno i madrelingua.

6. Leggi molto

Apprendimento correlato: Impara una lingua leggendo: 5 passaggi facili da seguire

Per migliorare nel costruire aspettative sulle combinazioni di parole, dobbiamo inondare il nostro cervello con un sacco di contenuti naturali. Quindi possiamo costruire un’immagine di quali tipi di parole di solito appaiono insieme.

La lettura è un ottimo modo per farlo. E ci sono molte ricerche che mostrano che la lettura fa miracoli per le tue capacità di vocabolario.

Scegli però le risorse adatte al tuo livello. Se la percentuale di parole sconosciute è troppo alta, può essere difficile capire cosa significano dal contesto. Ed è frustrante doversi fermare ogni due minuti per cercare una parola.

I lettori graduati, che adattano i libri per renderli più facili da capire a livelli inferiori, sono perfetti per questo.

7. Adotta un nuovo approccio alla grammatica

Apprendimento correlato: Imparare la grammatica… devo?

Hai davvero bisogno di studiare la grammatica?

I Grammarphobes spesso si chiedono se sia necessario imparare tutte quelle regole grammaticali. Non possiamo coglierlo con il metodo naturale, cioè leggendo, ascoltando e parlando?

I linguisti faticano a rispondere a questa domanda perché è molto difficile da controllare e misurare.

Gli esperimenti di solito confrontano un gruppo che impara le regole grammaticali con un altro che impara in modo naturale.

Ma come facciamo a sapere che ogni gruppo ha prestato attenzione alla stessa struttura grammaticale lo stesso numero di volte? E se quelli a cui non vengono insegnate le regole stanno segretamente cercando di capire le regole nella loro testa, o scappano a casa e imparano da soli?

Come fai a sapere se hanno imparato la grammatica?

Ecco perché, dopo decenni di ricerca, la questione grammaticale è ancora molto torbida. Per chiarire, i linguisti hanno iniziato a raccogliere tutte le ricerche disponibili sull’apprendimento delle regole grammaticali e vedere se c’è uno schema.

I risultati che emergono mostrano che le regole grammaticali aiutano le persone a parlare in modo più accurato. Ma i risultati non sono così drastici come potresti pensare, soprattutto data l’attenzione alla grammatica nella maggior parte delle lezioni di lingua e dei libri di testo.

Questi risultati si adattano alla mia esperienza di studente di lingue. Conoscere la grammatica aiuta, ma passare la maggior parte del mio tempo a memorizzare regole grammaticali complicate non è il modo più efficace per imparare.

Ecco i pensieri del fondatore di Fluent in 3 Months Benny Lewis su questo:

8. Mantieni alta la motivazione (con queste tecniche)

Apprendimento correlato: perché l’apprendimento delle lingue si interrompe e come battere i “killer motivazionali”

Qual è il modo migliore per rimanere motivati ​​nell’apprendimento delle lingue?

Questa è probabilmente la domanda più importante di tutte.

Puoi conoscere tutti i modi migliori per imparare la pronuncia, le parole e la grammatica. Ma se non riesci a mantenere la tua motivazione, non accadrà mai.

Fortunatamente ci sono un sacco di interessanti ricerche sulla motivazione che ti aiuteranno a mettere insieme il tuo apprendimento delle lingue. Ecco un paio di modi per iniziare:

Trova un amico o un partner linguistico con cui studiare

Gli studi dimostrano che le persone che sentono di lavorare come una squadra (anche se non sono fisicamente insieme) ottengono di più. Ci sono alcuni motivi per questo:

Uno dei modi migliori per farlo è trovare un partner per lo scambio linguistico o una comunità di studenti che la pensano allo stesso modo che possa supportarti.

La Fluent in 3 Months Challenge è una di queste comunità con fantastici gruppi di supporto, scambi linguistici e sfide per spingerti al livello successivo.

Scomponi i tuoi grandi obiettivi in ​​mini-missioni

La ricerca mostra che le persone che suddividono i grandi compiti in piccoli pezzi ottengono di più nel lungo periodo.

Uno studio ha utilizzato problemi di matematica per dimostrare questo punto creando due gruppi di persone. A un gruppo sono state date sei pagine di problemi di matematica per sessione in sette sessioni. I partecipanti dell’altro gruppo hanno ottenuto le 42 pagine dall’inizio.

Il primo gruppo ha completato le pagine più velocemente e con maggiore precisione rispetto al secondo.

Scomporre il compito è essenziale in qualcosa come l’apprendimento delle lingue, dove il risultato sembra grande e spaventoso.

Invece di cercare di “parlare tedesco”, mira a qualcosa di più piccolo e concreto, come avere una conversazione di 15 minuti in tedesco. Elabora un piano per arrivarci, come studiare 30 minuti al giorno con le app e le risorse che hai scelto (come abbiamo detto prima!).

Scomponendolo in questo modo, è molto più probabile che lo faccia. E se continui così giorno dopo giorno, parlerai una lingua prima di conoscerla.

Riassumiamo – Domande frequenti sull’apprendimento delle lingue

uff! Era molto da coprire, ma ora sai di cosa hai bisogno per trovare il tuo modo migliore per imparare una lingua.

Ma potresti avere ancora alcune domande sull’apprendimento delle lingue. Ad esempio, come suonare più come un madrelingua e correggere la pronuncia.

Quindi ecco alcune risposte più approfondite per le tue menti linguistiche curiose:

Come puoi sembrare più simile a un madrelingua?

Forse la prima domanda da affrontare è perché vuoi sembrare più un madrelingua. Molti studenti di lingue non si preoccupano molto della pronuncia. Pensano che finché le persone possono capire quello che dicono, questo è tutto ciò che conta. E c’è del vero in questo: non hai bisogno di un accento perfetto per comunicare bene con i madrelingua. Ma più sembri un madrelingua, più è facile per loro capirti. E più è facile per le persone capirti, più si divertono a parlare con te. Questo è utile, dato che devi parlare con le persone per imparare la loro lingua.

Ecco alcuni articoli per aiutarti in questo:

Come migliorare la tua pronuncia spagnolaGuida alla pronuncia francese di BennyGuida alla pronuncia tedescaImpara una pronuncia migliore mentre parli la tua lingua madre

Ma perché abbiamo gli accenti in primo luogo? E cosa possiamo fare per loro?

Ci sono due ragioni principali per cui gli studenti di lingue hanno accenti stranieri.

Primo, può essere difficile dire la differenza tra due suoni che non esistono nella nostra lingua madre.

In secondo luogo, altre lingue possono avere suoni che ci fanno usare i muscoli della bocca in un modo nuovo. In sostanza, dobbiamo imparare come allenare i muscoli della nostra bocca per formare questi nuovi suoni. E allena le nostre orecchie a sentire i suoni che non esistono nella nostra lingua madre.

Differenze sonore che non esistono nella nostra lingua

Quando ho iniziato a imparare l’italiano, ho passato alcuni mesi cercando disperatamente di evitare la parola anno (“anno”), per paura di pronunciare accidentalmente la parola ano (“culo”). Non riuscivo proprio a sentire la differenza.

Il rovescio della medaglia, sono un madrelingua inglese, quindi la differenza tra le vocali “pecora” e “nave” sembra ovvia. Ma molti studenti lottano con la differenza, il che spiega perché tutti hanno il terrore di parlare inglese in vacanza, con tutte quelle spiagge e lenzuola e cosa no. Questo succede perché quando nasciamo, abbiamo dei cervelli poliglotti super piccoli. Possono dire la differenza tra i suoni in qualsiasi lingua.

Quando invecchiamo, il nostro cervello si concentra sui suoni che sono importanti per la nostra lingua madre e filtra i suoni che non lo sono. Questo è positivo, perché ci aiuta a capire meglio la nostra lingua. Ma causa problemi agli studenti di lingue perché filtrano i suoni che potrebbero essere nella lingua che stanno imparando.

Ma è importante notare che questo non significa che esista una cosa come essere “troppo vecchi per imparare una lingua”. Significa solo che dobbiamo concentrare la nostra attenzione su quest’area del nostro apprendimento.

I linguisti studiano questo fenomeno da anni. E hanno trovato un modo per aiutare gli studenti a sentire e pronunciare la differenza tra questi suoni difficili.

Questo metodo, noto come allenamento di coppia minimo, prevede l’ascolto di una parola che ha la differenza di suono che desideri imparare (come nave o pecora), decidere quale pensi sia e ottenere un feedback immediato sul fatto che avevi ragione o torto. Dopo alcune sessioni, sentirai più facilmente la differenza e sarai in grado di pronunciarle meglio. Imposti il ​​tuo allenamento di coppia minimo utilizzando forvo per scaricare i file audio delle parole che vuoi imparare a distinguere.

Quindi usa Anki per mettere il file audio sul lato della domanda e la parola scritta sull’altro. Ascolta la parola, prova a indovinare quale sia, quindi capovolgi la flashcard per vedere se avevi ragione.

Come allenare i muscoli della bocca per una pronuncia corretta

Alcuni suoni sono difficili perché coinvolgono posizioni della bocca completamente nuove, come la “R” arrotolata in spagnolo o la “U” in francese. Per questi suoni, la scienza ha delle buone notizie. Si scopre che con un po’ di perseveranza, è assolutamente possibile allenare i muscoli della bocca a pronunciare suoni più simili ai madrelingua.

Per fare questo, devi imparare un po’ di fonetica articolatoria (che è un modo fantasioso di dire le posizioni della bocca). Questo ci aiuta a scoprire esattamente dove dovrebbero essere la lingua, i denti e le labbra nei suoni che vuoi imparare. Quindi praticali finché la tua bocca non si sposta naturalmente in quella posizione. Per saperne di più, prova a fare una rapida ricerca su YouTube. Ci sono tonnellate di video di pronuncia che spiegano le posizioni della bocca nella lingua che stai imparando. Un buon esempio è Glossika Phonics.

Il modo migliore per imparare una lingua: giocarci!

Ok ok. Era molto da accettare. Ma ecco l’idea principale: il modo migliore per imparare una lingua da solo dipenderà da te. E per trovare il modo migliore per imparare, dovrai giocare un po’.

Quindi prendi il ragionamento scientifico e i suggerimenti qui come prova di ciò che potrebbe essere meglio per te e seguilo. Rendilo tuo!

Come si impara al meglio una lingua? Lascia un commento e facci sapere.

Articolo originale di Katie Harris, aggiornato dal team di Fluent in 3 Months.

Katie Harris

Parla: inglese, italiano, francese, spagnolo, tedesco, cinese mandarino

Katie ama le lingue, specialmente le cose da nerd. Mostra alle persone modi semplici e divertenti per imparare le lingue su joyoflanguages.com.

Qual è il modo scientificamente migliore per imparare una lingua?

E c’è un modo migliore scientificamente provato per imparare una lingua: è attraverso il contesto. Quando leggi o ascolti qualcosa, il tuo cervello non prende ogni parola alla lettera. Invece, sta prendendo statistiche su quali parole appaiono insieme spesso in modo che possa anticipare ciò che verrà dopo ed elaborare il discorso più velocemente.

Qual è la lingua più difficile da imparare?

Le lingue più difficili da imparare per chi parla inglese

  • Cinese mandarino. È interessante notare che la lingua più difficile da imparare è anche la lingua madre più parlata al mondo. …
  • Arabo. …
  • Polacco. …
  • Russo. …
  • Turco. …
  • Danese.

Quale è meglio Babbel o duolingo?

Le principali differenze tra Babbel e Duolingo sono: Babbel è il migliore per gli apprendimenti che cercano di padroneggiare completamente una lingua, mentre Duolingo è migliore per gli studenti sporadici che vogliono dilettarsi. Babbel offre lezioni con pratica conversazionale e immersione culturale, mentre Duolingo offre lezioni di apprendimento adattivo.

Duolingo è scientificamente provato?

Il sito web di Duolingo (http://www.duolingo.com) afferma che Duolingo è “scientificamente provato”: “Uno studio indipendente ha scoperto che Duolingo supera l’apprendimento delle lingue a livello universitario”. Tale studio è Vesselinov e Grego (2012), finanziato da Duolingo.

duolingo insegna parolacce?

Questo non è un problema, ma penso che sarebbe bello se DuoLingo aggiungesse un’altra sezione bonus in cui ti insegna le frasi comuni che le persone usano per imprecare. So che molti bambini usano questo sito, ma sarebbe comunque divertente.

Perché duolingo fa male?

Ecco i problemi più grandi con Duolingo: nessun professionista dell’insegnamento. I piani iniziali del corso, così come la maggior parte delle lezioni, sono sviluppati da persone che non hanno mai insegnato la loro lingua in vita loro – e Duolingo non dà loro nemmeno una formazione di base nella progettazione dei corsi prima di gettarli nell’acqua fredda.

Rosetta Stone è meglio di duolingo?

Personalmente, preferisco Duolingo per la sua facilità d’uso, lezioni veloci e strumenti di apprendimento extra, ma Rosetta Stone è utile per immergersi a capofitto in una lingua e sfidare te stesso lavorando solo in quella nuova lingua. Provali entrambi gratuitamente per vedere quale si adatta meglio al tuo stile di apprendimento.

Quanto tempo impiega un poliglotta per imparare una lingua?

La ricerca FSI indica che occorrono 480 ore per raggiungere la padronanza di base nelle lingue del gruppo 1 e 720 ore per le lingue del gruppo 2-4. Se siamo in grado di dedicare 10 ore al giorno all’apprendimento di una lingua, la padronanza di base delle lingue facili dovrebbe richiedere 48 giorni e per le lingue difficili 72 giorni.

Quante ore al giorno dovrei studiare una lingua straniera?

Per la maggior parte delle persone, circa 30 minuti di studio attivo e 1 ora di esposizione linguistica al giorno sono un programma che ti darà ottimi risultati. È un modello sostenibile nel lungo periodo per aiutarti a raggiungere la fluidità. Ma ovviamente tutto dipende dai tuoi obiettivi e dalle tue aspettative.

È troppo tardi per diventare un poliglotta?

Puoi sicuramente diventare un poliglotta in qualsiasi momento. Direi, dipende da cosa chiami "un poliglotta" (non esiste definizione più valida di un’altra). Se per te si tratta di avere un livello di madrelingua in 5-6+ lingue, allora probabilmente non molte persone sono poliglotte.

È impressionante parlare 4 lingue?

Sì, non è nella media parlare 4 lingue, è davvero impressionante e sicuramente ci è voluto molto impegno. Ma l’unica persona che può dire se è abbastanza sei tu.

Quante lingue devi conoscere per essere un poliglotta?

Inizialmente ha risposto: Quante lingue bisogna conoscere per essere considerati poliglotti? La definizione di poliglotta è qualcuno che può parlare diverse lingue. La categoria poliglotta di solito inizia da circa 5 lingue in su (ma non è definita formalmente).

Vale la pena essere poliglotta?

Per riassumere: essere un poliglotta offre l’opportunità di una vita migliore e più appagante. I tuoi orizzonti saranno più ampi, sarai in grado di comprendere altre culture, ampliare le tue opportunità di business e goderne ogni singolo beneficio!

Come ti chiami quando conosci 4 lingue?

aggettivo. 4. 1. La definizione di quadrilingue significa che puoi usare quattro lingue o si riferisce a qualcosa in quattro lingue. Un esempio di quadrilingue è un traduttore che parla francese, inglese, tedesco e giapponese.

Chi è il poliglotta più giovane?

Uno studente incredibile, il sedicenne Timothy Doner, è il poliglotta più giovane del mondo, e fa vergognare tutte le nostre capacità di apprendimento delle lingue. Timothy parla 23 lingue, per l’esattezza.

Sources :