Inter, Inzaghi: 'E' finita la Supercoppa, sfida per lo scudetto contro l'Atalanta. Nel mercato e Sensi...'

Inter, Inzaghi: ‘E’ finita la Supercoppa, sfida per lo scudetto contro l’Atalanta. Nel mercato e Sensi…’

a partire dal

15 gennaio 2022

in poi

15:00

Alla vigilia del match di campionato contro l’Atalanta, il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi ha risposto alle domande dei giornalisti intervenuti alla consueta conferenza stampa ad Appiano Gentile.

A breve una conferenza in diretta su Calciomercato.com, che inizierà alle 13:15.

Che tipo di partita ti aspetti?” “Penso che abbiamo meritatamente battuto un avversario che ha giocato un’ottima partita. Siamo stati bravi perché siamo rimasti lucidi nonostante la mancanza. Ce lo siamo meritato e sono felice di vedere ragazzi così, è stato un momento meraviglioso con i nostri fan. Ma ora questa coppa è un ricordo del passato, stiamo sfogando l’euforia che si complicherà a Bergamo.

Gasperini ti ha ispirato? Gasperini sta facendo bene all’Atalanta da tanti anni, il calcio si è evoluto negli anni ed è sempre più importante prendersi gli spazi al momento giusto. Sto arrivando! Sarà una bella gara fisica da vivere. Come nella prima partita, con ritmi altissimi”.

E’ una partita di campionato contro l’Atalanta? “Assolutamente sì, l’Atalanta è quarta e in costante miglioramento. Questa è una partita di campionato”.

Aprirà una gabbia per leoni per Sanchez? “Sanchez è stato fondamentale e sono felice di allenarlo. È un grande piacere per l’allenatore vedere l’azione che ha determinato la partita, in cui entrano in gioco i quattro, e inoltre Vidal è stato decisivo con il suo ingresso. Sanchez è un grande vantaggio, ma giudicherò per la partita contro l’Atalanta. Ma l’ho già detto, Sanchez è un campione che ha sempre voglia di imparare e imparare, non aveva bisogno di un gol contro la Juve, ma in due mesi si è calmato.

Quanto vorresti allenare Dybala? ”“Ho letto e sentito, ma non mi piace parlare di giocatori di altre squadre, sono orgoglioso di quelli che ho. A cominciare da Satrian che è partito ieri”.

C’è qualcosa in te che è cambiato nel tuo approccio? “Penso che sia coscienza, ho visto anche la prima partita contro l’Atalanta e abbiamo sempre mostrato un buon calcio. Poi abbiamo perso punti a causa di certi episodi. Ma credo che la nostra consapevolezza e continuità di lavoro e risultati motivati, e ora chi sta subentrando sta facendo del suo meglio. La Supercoppa è chiara”.

Atalanta-Inter sarà decisa dai difensori o dagli attaccanti? Dovremo saper soffrire ed essere bravi a lasciarci alle spalle la vittoria in Supercoppa perché sarà una sfida di campionato molto importante.

Sources :